Una Corsa da Dublino a Antibes

Dopo 5 mesi in Francia e nessuna offerta d'acquisto della nostra piccola Opel Corsa lasciata a Dublino, BabboGe' e' partito all'avventura in solitaria, il viaggio Irlanda-Francia in macchina lo attende.

Io e i marmocchi siamo stati depositati dai nonni, tanto per non sclerare da sola con i bambini per 6 giorni. La macchina fotografica ha fatto il passamano: BabboGe' dovra' documentare il viaggio!

Ecco qui il suo diario di viaggio:

Giorno 1: Reduce da un volo Pisa-Dublino e da un piccola corsa in taxi trovo la nostra Opel Corsa li' davanti a casa con la batteria completamente scarica (me lo immaginavo!) e non e' a caso che nel trolley oltre a pantaloni, calze e mutande avevo pure il carica-batteria per la macchina!
Oltre alla batteria della macchina mi ricarico pure io in previsione del lungo viaggio che mi attende domani.

Giorno 2: Sono pronto per la partenza e la Corsa non fa storie...accensione al primo colpo, torno fiera di lei! Il traghetto a Rosslare, nel sud Irlanda, mi attende in serata. Ne approfitto per ripercorrere qualche strada a me famigliare e poi via verso sud.






Nel giro di un paio d'ore mi ritrovo in coda all'imbarco sotto un cielo blu che lentamente si scurisce e penso gia' alle "17 ore" di sonno che mi aspettano!


Giorno 3: mi sveglio un po' stordito senza nessun urlo o schiamazzo di bambini nella mia cabina 2x2.



Dopo colazione mi avventuro sul ponte e la punta della Cornovaglia e' li' all'orizzonte.



Altre 5 ore di navigazione mi aspettano!





Eccomi arrivato a Cherbourg, porto della Normandia, ora il viaggio su gomma mi aspetta!




Recupero la mia Corsa, carica di alcune cose lasciate in soffitta, per percorrere alcune ore di strada fermandomi per la notte nei dintorni di Parigi.


Giorno 4: un viaggio di 1200 chilometri mi attende e le varie automobili in panne lungo la strada mi suonano come un brutto presagio!


Attraverso la regione Bourgogne e davanti a me mi ritrovo il cartello che porta alla citta' natale di MaFa!
Come non immortalarlo in una foto?



I miei presagi erano sbagliati, la mia corsa non mi ha tradito ed ha retto botta! 
Finalmente a sera arrivo a casa, ancora incredulo d'avercela fatta e l'unico pensiero ora e' mettermi a cucinare due etti di penne alla carbonara.



MaFa

MammaFarAndAway

1 commento: