Spiaggia La Salis

Andare al mare con due bambini piccoli non e' impresa da poco.
La spiaggia non e' lontana da dove abitiamo, direi 300 metri fattibili a piedi ma....per niente "family friendly" in quanto il percorso comprende una scalinata di 40 gradini e nemmeno un punto d'ombra. 

Finche' sono le 8 del mattino e siamo belli freschi allora ce la possiamo fare, carichiamo il passeggino di giochi, stuoie, tenda, borse con cambi  e via verso la spiaggia.
Ma quando poi arriva l'ora di rientrare, il percorso diventa una battaglia, una lotta con i pianti dei bambini che sono stanchi e accaldati, una sudata assurda che ti fa passare la voglia di ritornare al mare il giorno dopo... soprattutto quando devi fare quei 40 gradini all'insu'!

Abbiamo deciso di fare una prova, prima di abbandonare l'idea di andare al mare il sabato, e al posto di andare nella spiaggia vicino a casa abbiamo caricato la macchina di tutto il necessario e siamo andati in una delle spiaggie di Antibes, La Salis.
La Salis e' una spiaggia pubblica, di sabbia finissima con una fantastica vista sulla Vielle Ville e proprio a ridosso del cap d'antibes. 

Parcheggiamo davanti alla spiaggia, ci sono dei posti auto lungo tutta la via che si possono trovare liberi fino verso le 9, dopo diventa il marasma, la spiaggia si affolla. 

Siamo solo in giugno, non oso immaginare cosa possa essere in agosto.

Vista su Antibes


Vista su Antibes

Inizio del Cap d'Antibes

Ci attrezziamo di borsa frigo per il picnic, tenda, ombrelloni, bottiglie d'acqua, secchielli e palette e decidiamo di passare la giornata in spiaggia. 

Arriviamo ad occupare una buona porzione di spiaggia e col passare delle ore veniamo circondati fino a trovarci alle 4 del pomeriggio con i piedi di un vicino d'ombrellone sul nostro telo. 
Forse abbiamo esagerato con l'occupazione di suolo pubblico ma in qualche modo dovevamo equipaggiarci per ripare i nostri marmocchi, e pure noi adulti, dal sole del mezzo del giorno!


Occupazione di spiaggia pubblica, e manca un ombrellone!

Cosa ovvia e palese che tutti i genitori sanno e' che i bambini in spiaggia si divertono davvero tanto e una volta finita la fase stancante della preparazione, pure i genitori si rilassano a guardare i marmocchi insabbiarsi, tuffarsi in acqua e ....fare la doccia!
Si, in questa spiaggia ci sono delle comodissime docce in riva al mare che Lolo' ha subito puntato e fatto diventare il suo gioco preferito.

 

 


Grazie alla nostra organizzazione e all'impianto strategico di ombrelloni e tenda, siamo riusciti a creare una bella tana per i cuccioli che hanno goduto di un bel pisolino pomeridiano mentre io e BabboGe' sudavamo sotto il sole. 

Saranno i cinque anni passati a Dublin, ma proprio il caldo non lo reggiamo, il nostro corpo si deve riabituare a temperature inesistenti in Irlanda.





Il problema è stato il rientro a casa con pianti e lacrime, "perchè mamma dobbiamo andare a casa?", domanda logica di Lolo' che in questa sua fase dei "perche'" voleva assolutamente una risposta soddisfacente.
Nessuna nostra risposta lo ha convinto, allora sono passata alla tattica di riserva: ovetto kinder! 

Mangiate qualcosa di dolce che vi passa bimbi!
Ed ha funzionato!

MaFa

MammaFarAndAway

Nessun commento:

Posta un commento