Vita sociale

Comincio a pensare che mi ero illusa, che ero erroneamente convinta che trasferendoci in una regione di Francia cosi' vicino all'Italia avremo respirato aria italiana e che tante cose sarebbero state simili al nostro paese. 

Ma mi sbagliavo.
La cosa che piu' mi sconvolge e' la socializzazione. 

Insomma, io, la tipica chiacchierona italiana che ha voglia di conoscere gente nuova, fare amicizia, invitare a casa altri bambini per merenda non trova pane per i suoi denti.
Qui gli approcci con le mamme al parco vanno a vuoto e comincio ad arrendermi. 

Sono riuscita qualche volta a fare due chiacchiere, in inglese, con mamme straniere di passaggio al "nostro" parco giochi perche' qui in vacanza. 

Con loro e' stato facile e naturale ma con i francesi e' piu' difficile.
Confido che con l'inizio dell'estate si riesca a fare amicizia almeno con qualche famiglia italiana qui in vacanza, insomma punto al "mercato straniero"!
Meno male qualche collega di BabboGe' e' italiano e con uno di questi lui ha legato un po', anche per esperienze comuni visto che anche lui con sua moglie, francese, si sono conosciuti ed innamorati a Dublino. 
Ed ecco che appena scopro che ci puo' essere intesa parte l'invito a pranzo.
Mi piace avere ospiti, anche se c'e' tanto, tanto da fare e non avevo calcolato la reazione dei marmocchi al "mamma ha tanto da fare": due pesti!!!!
Ma ce l'ho fatta ed il pranzo e' stato un successo e la compagnia buona. 
Dai dai che un po' di vita sociale piano piano arriva!




MaFa

MammaFarAndAway

Nessun commento:

Posta un commento