Quotidianita' francese da mamma full time


Siamo alla terza settimana di scuola e siamo tutti entrati a pieno ritmo nella routine scolastica. Le nostre giornate passano veloci tra l'andare a portarli, andare a prenderli per pranzo, riportarli dopo pranzo e andarli a prendere ale 4.30. I miei bimbi non hanno diritto alla mensa perche' MaFa non lavora! Questa la strana regola delle scuole pubbliche fracesi.

Facendo ricerche online ho trovato casi di mamme che non hanno buste paga da presentare o contratti di lavoro validi ma che sono riuscite a far accettare i lori figli in mensa, tramite lettere o avvocati. 

MaFa non ha nessuna intenzione di perdere mesi e mesi a impazzire dietro alla burocrazia del Guichet Unique di Antibes (ufficio che si occupa del servizio mensa), famoso anche per essere gestito da personale non troppo "disponibile".

Infondo mi va bene cosi', mi piace pranzare con loro, sono tranquilla perche' so che mangiano bene e hanno modo di riposarsi e ne approfittano anche per raccontarmi la loro mattina e se c'e' stato qualcosa di "strano" riusciamo a parlarne subito senza rimandare tutto a sera.

Mentre Lolo' e Dada' sono a scuola io e Popa andiamo agli incontri "genitori-bambino" organizzati dal comune di Antibes in una sala di una scuola materna. In francese gli chiamano "accueil enfants-parents" e si svolgono alla presenza di alcune specialiste (professionnelles de la Petite Enfance) in una stanza che sembra una classe di scuola maestra nella quale i bambini giocano sotto la sorveglianza delle mamme e queste "esperte" sono li' pronte ad ascoltare gli sfoghi delle mamme o a criticare comportamenti strani dei bambini e far  incazzare riflettere le mamme. 

Di mamme francesi ce ne sono poche, molte sono straniere e l'ambiente multietnico mi piace.

Popa si diverte, gioca, da sola, ma gioca controllando sempre che la mamma sia nei paraggi! Io adoro guardarla, adoro seguire i suoi passi, vederla mentre "scopre il mondo". 

Non e' facile fare la mamma full time, spesso mi sento criticata dalle mamme francesi che mi dicono che dovrei metterla al nido o da una nounou e qualche volta ci ho pure pensato...ma basta che mi corico accanto a lei guardandola addormentarsi per il suo pisolino pomeridiano tutta accucciata alla mamma e penso che questo non me lo voglio perdere e che voglio godermela fin che posso. 

I bambini hanno tutta la vita per essere autonomi e indipendenti, a un anno e mezzo, se possono, e' bello stare con la mamma!










MaFa

MammaFarAndAway

Nessun commento:

Posta un commento