Riflessioni da rientro

Ci succede ogni volta. 

Ci succede quando la vacanza si sta concludendo e la nostra mente parte gia' alla ricerca di nuove mete, di quale sara' la prossima destinazione. 

Ci piace l'idea di tornare alla nostra routine, ma ci piace un po' meno quella di ritornare alla routine francese.


Ci stavamo abituando alla cortesia degli spagnoli, alla gentilezza nei negozi e nei ristoranti, ai sorrisi e ai "que guapo" ai nostri bambini, all'energia positiva che si respirava in quest'isola. 



E' un posto turistico, come lo e' la Costa Azzurra, ma qui il turista viene trattato bene, indipendentemente dal suo grado sociale, e non c'e' la logica del "chi se ne frega, intanto poi non torna ma ne arrivano altri mille" come succede invece nel posto in cui viviamo noi. 

Come lo so? 
Lo so perche' spesso la nostra famiglia viene scambiata per turisti, io con la macchina fotografica al collo e la nostra parlata italiana e vi assicuro che non siamo mai, dico mai, stati trattati come ci hanno trattato alle Canarie.

Ultima considerazione poi non voglio dilungarmi troppo per non risultare noiosa: se i bambini si motivano, si fanno incuriosire e si abituano fin da piccoli a viaggiare li puoi portare dove vuoi e fargli fare quello che vuoi! 

Sono fiera dei miei tre marmocchi viaggiatori!





MaFa

MammaFarAndAway

Nessun commento:

Posta un commento