I Bonjour non risposti

Le incontro ogni mattina alle 8.20, poi le rivedo alle 11.30, ci rincrociamo alle 13.20 e poi di nuovo alle 16.30. 

Abbiamo i figli nella stessa scuola e probabilmente nella stessa classe, ma poco importa, loro imperterrite continuano a non rispondere ai miei "Bonjour". 

Sara' l'accento italiano, sara' il mio sorriso a ventiquattro denti, sara' che non ci siamo presentate e non sanno il mio nome, sara' che e' cosi' e basta e me ne devo fare una ragione.

Non ci riesco.
In piu' ci resto male ogni volta.
Poi arriva il giorno in cui decido di andare a prendere i ragazzi senza mettere Popa sul suo passeggino arancione sgargiante e andiamo tutte e due a piedi.

Allora quel giorno alcune mamme, di quelle che non ti salutano mai e che non mi conoscono hanno la "simpatia" di dirmi "ah, finalment sans la poussette" (oh, finalmente senza passeggino)...ma allora mi vedono? 

Allora non sono invisibile? 

Allora sanno che tutti i giorni faccio la discesa per andare a scuola con il passeggino, sanno che ci sono anche io.

Questa proprio non me la spiego.

Me ne faccio una ragione, sorrido, vado avanti e me ne frego, infondo a quasi 36 anni e' ora che impari a farlo!


MaFa

MammaFarAndAway

3 commenti:

  1. Cara MaFa, è cosa piuttosto rara trovare sorrisi e cortesia gratuiti al giorno d'oggi...a meno che tu non ti trovi in una qualche attività commerciale, allora si sono tutte per te (chissà perchè!). Noi italiani abbiamo così tanti, ma così tanti difetti che ci vorrebbe troppo per elencarli tutti...eppure rispondiamo ai saluti, ricambiamo i sorrisi e se ci chiedono una cosa, stai pur certa che faremo di tutto per renderci utili! Non porti troppe domande, sono i francesi che devono interrogarsi su come cambiare, sono fatti tanto male!
    lazia

    RispondiElimina
  2. Ma lo sai che qui invece di saluti ne fanno fin troppi? Sono un po' difficili i francesi, più che altro perchè hanno una vita molto per i fatti loro, ma devo ammettere che la cortesia, magari che sia anche finta, di salutare c'è.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Credo che la citta' e il quartiere in cui viviamo siano un po' "speciali"! Hanno davvero una vita per i fatti loro e, da italiana, faccio fatica ad abituarmi. Comunque, nonostante tutto, io continuo imperterrita a dire "bonjour"...e va bene cosi! Grazie per essere passata di qua!

      Elimina