Siena e Cioccolato

Prendi una bellissima citta' toscana, mettici un po' di cioccolato, qualche nuvoletta e tre bambini curiosi all'inseguimento di due guide speciali come BabboGe' e il Nonno e ne uscira' una bella mattinata in giro per Siena.
Per visitare Siena e' d'obbligo camminare e cerchiamo di parcheggiare il piu' vicino possibile al centro storico.


Uno dei posti migliori e' la zona chiamata San Prospero dal quale si gode pure di una vista stupenda sul centro storico.


Per far camminare i nostri piccoli turisti e' necessario motivarli "dai che arriviamo fino a quella torre che vedete laggiu'!".

Percorriamo la centralissima Via Banchi di Sopra, popolata di turisti e senesi "a far le vasche", come si direbbe da queste parti. 


I negozi di grandi marche non mancano di certo ma la nostra attenzione finisce su "pecore" e "maiali" mentre un profumino nell'aria fa affermare a Lolo' "mamma senti.....profumo di pizza italiana" tanto per confermarci che lui e' italiano al 100%!

Piazza del Campo e' li' che ci aspetta e ci resta solo l'imbarazzo della scelta su quale accesso imboccare....il Nonno ci guida verso Via Banchi di Sotto per entrare cosi' dalla parte bassa.


Lo sappiamo tutti che questa piazza ha un fascino inimitabile, direi quasi unico al mondo e questo fascino lo mantiene pure oggi, con questa veste inedita, diversa da tufo, bandiere, cavalli e fantini ma con tante piccole casette di legno e un intenso profumo di cioccolata.


Oggi si svolge il CioccoSi', la terza edizione della "festa del cioccolato artigianale", una bella iniziativa con stands, attivita' per bambini, degustazioni e workshop che si svolge nel mese di marzo.



Ci perdiamo tra le bancarelle provenienti da tutta Italia trascinandoci dietro tre marmocchi con l'acquolina in bocca che vorrebbero comprare e mangiare ogni sorta di cioccolatino finche' non scopriamo dei simpatici lecca lecca di cioccolato! 

Lecca lecca alla mano facciamo i veri turisti sedendoci per terra nella piazza con lo sguardo verso la Torre del Mangia e il Palazzo Comunale, sede del Museo Civico.
Un turista normale si godrebbe il momento con riflessioni sulla bellezza, sulla vita, sull'arte, ma alla mamma turista questo non e' concesso, tanto piu' se ha avuto la bella idea di comprare dei lecca lecca cioccolatosi "mamma mi dai un fazzoletto"..."mamma mi cade..."..."mamma ho sete"..."mamma guarda le mie mani".



Salutiamo Piazza del Campo mentre il cielo si scurisce, a due passi ci sarebbe il Duomo di Siena da visitare ma BabboGe' ci ha promesso di portarci in Fortezza e visto che quando giri con tre bambini di 7, 5 e 3 anni sai bene che le loro energie vanno ben distribuite, dicidiamo di saltare il fantastico Duomo e raggiungere la Fortezza mentre la pioggia ci insegue. 
Dopo cinque anni d'Irlanda e l'idea di tornare in Nord Europa cerchiamo di non farci spaventare da due goccioline e temerari arriviamo al Forte di Santa Barbara piu' comunemente chiamato Fortezza Medicea.



Un bel sottofondo musicale di strumenti a fiato ci accoglie, e' qui che ha sede la Fondazione Siena Jazz e a suon di musica i marmocchi vengono liberati alla scoperta di questo luogo che ora e' un giardino pubblico, un anfiteatro in cui d'estate si tengono concerti e un luogo in cui le coppiette d'adolescenti vengono a imboscarsi tra panchine e cespugli. 
La fonte di tutte queste info? BabboGe' ovviamente!




I bambini scappano a destra e sinistra contenti di farci da guida "guarda mamma vieni su" "guarda BabboGe' da qui si vede dov'eravamo prima...". 
La vista sulla citta' non passa inosservata nemmeno ai bambini che tra un bastione un altro si orientano meglio di noi!



 

Un mezzo pensierino d'imboscarmi con BabboGe' mi viene, sara' che vengo contagiata dall'energia di quel posto, ma, aime', BabboGe' nota che i cespugli dietro ai quali s'infrattava con le sue fidanzatine sono stati tagliati e per noi non c'e' speranza....realizziamo che non abbiamo piu' l'eta' per certe cose!

Per oggi il nostro giro di Siena finisce qui, ci resta ancora tanto da vedere ma le energie dei nostri 3 piccoli turisti sono esaurite e prima che subetri quella fame irrefrenabile che nessun genitore riesce a controllare e' meglio tornare a casa dal Nonno e dai suoi manicaretti toscani, i suoi sughi di carne, i suoi arrosti e.....il mitico "stinco di maiale al forno".



Info Pratiche: 

Accesso: il centro storico della citta' e' pedonale, per cui se avete bambini al seguito vi consiglio di parcheggiare in zona Stadio (parcheggio a pagamento) o San Prospero (alcune zone con strisce blu altre bianche) cosi' vi ritroverete nel cuore di Siena in pochi minuti. Se poi capitate in un giorno di manifestazioni, di partite allo stadio o altro, allora consultate il sito di Siena Parcheggi per avere info su tutti i parcheggi della citta'.

Itinerari: navigando in rete ho fatto la bella scoperta del sito Trekking Urbano, che presenta diversi itinerari a piedi in alcune citta' italiane, alcuni consigliati anche per bambini. Qui la pagina di Siena.

MaFa

MammaFarAndAway

Nessun commento:

Posta un commento