Un tuffo nel medioevo a "Biot et les Templiers"

Cavalieri, dame, spade e scudi, cavalli e falchi, musiche e danze medievali per la nostra prima edizione di Biot et les Templiers, una bella manifestazione organizzata da ormai sei anni a Biot che quest'anno non ci siamo persi!

Ho controllato nel sito di Biot il programma del giorno e dopo un brunch casalingo siamo andati ad immergerci nell'atmosfera medievale che avvolge tutta la citta'! 

  

 

Nella parte bassa, zona chiama Fontanette, ci sono degli accampamenti medievali ed si svolgono gli spettacoli equestri, i combattimenti tra cavalieri.


E' qui che durante una dimostrazione di falconeria sentiamo parlare in Italiano ai microfoni e tutto intorno a noi.
Sono tutti i compomenti dell'associazione "La terra dei cavalli" di Leini, nelle campagne torinesi, che animano questa giornata. 
Sono stati invitati dal comune di Biot per presentare i loro falchi ed i loro cavalli. 

La cosa fantastica e' che questa associazione accoglie i cavalli che, alla fine della loro carriera agonistica oppure malati, sarebbero destinati a una fine tragica utilizzandoli per attivita' utili e benefiche. 

 

E' con uno dei loro pony che Lolo' si fa un giretto mentre noi rimaniamo in ammirazione di quei cavalli dallo sguardo dolce ed ho scoperto che la piccola Popa ha un debole per questi animali...sara' stato per il pony della barbie ricevuto a natale?

Assistiamo allo spettacolo del Gruppo Storico Equestre: cavalieri a cavallo che sfilano ed inscenano combattimenti lasciando i miei 3 marmocchi a bocca aperta...e la piccola Popa pure un po' spaventata "mamma e' mo'to?".





Raggiungiamo poi la parte alta della citta', il centro storico di Biot passando velocemente per il mercato medievale nella via "Route de la Mer". 

Saliamo verso il centro di Biot attraversando i suoi vicoli stretti e caratteristici ed incrociando via via cavalieri, dame e pure qualche lebbroso!

La via principale, Rue St. Sebastien che conduce a Place de Gaulle (in questa occasione detta Grand Place des Templiers) e' gremita di gente e noi con i bambini ci perdiamo in una via laterale attirati dai giochi per i piu' piccoli.

Hanno pensato anche ai bambini creando un piccolo villaggio medievale con tende e giochi in legno. 
Qui Lolo e Dada', uniti all'amichetto di scuola incontrato per caso e divenuto insieme alla sua famiglia, compagno d'esplorazione, ricostruiscono un arco, non con le lego ma con mattoni di legno!



L'atmosfera e' calda, la gente allegra e curiosa e cavalieri di ogni eta' girano con le spade e gli scudi alla mano tra le vie della citta'! 


Peccato che abbiamo scoperto un po' in ritardo che all'ufficio del turismo noleggiavano i costumi dell'epoca, ci organizzeremo meglio per la prossima volta!
Intanto tre marmocchi insistenti ci reclamano una spada per giocare pure loro a fare i cavalieri, ma visto che gia' litigano spesso e qualche volta parte pure qualche botta, BabboGe' si rifiuta di comprare spade di legno affilate nelle bancarelle! 
I pianti si sprecano, lacrime di disperazione che spezzano il cuore, soprattutto a MaFa! 

Troviamo un compromesso: la spada in gommapiuma! 

Per cui prima di tornare a casa facciamo tappa al negozio di giocattoli in cui tempo fa le avevo adocchiate. 
Non ho mai visto 3 marmocchi cosi felici di prendersi a spadate ma.....


"Mamma ci vuole lo scudo!". 

Ed ecco che tra scrivere il post, cucinare, fare la torta al cioccolato di merenda e impastare la pizza per cena (meno male per questo c'e' il Bimby) mi sono ritrovata ad inventarmi degli scudi e rendere la mia domenica "very busy"!





Info Pratiche:

Ingresso e orari: ingresso gratuito. La manifestazione inizia di venerdi' e termina la domenica sera. Generalmente le attivita' e gli spettacoli iniziano la mattina ma anno per anno il programma potrebbe cambiare per cui e' meglio consultare la pagina www.biot.fr per piu' info.

Accesso: In automobile se provenienti da Nizza, uscita 46 seguendo poi per Biot. Se provenienti da Cannes, uscita 44 dell'autostrada A8. Intorno alla citta' ci sono diversi parcheggi serviti da un servizio navetta gratuito. Noi abbiamo parcheggiato lungo la strada, nella zona bassa della citta' vicino a La Fontanette, poco prima di questo bel ponte.

Punti ristoro: sia nella zona del mercato medievale, che nel centro storico e nella zona della "Fontanette" i punti di ristoro non mancano.

Servizi igienici: uno nell'accampamento La Fontanette, uno nel centro storico vicino all'ufficio del turismo e uno in Rue du Portugon poco distante dal punto di primo soccorso della croce rossa.

Consigli pratici: girare per Biot con i passeggini non e' cosa facile, soprattutto se passate dalla parte bassa al centro storico, preparatevi ad un po' d'attivita' fisica che non fa mai male tra gradoni e ciottolato.

Queste info potrebbero non essere valide per tutte le edizioni per cui prima della visita vi consiglio di consultare il sito di Biot che si occupa dell'organizzazione dell'evento ogni anno. 
L'evento si svolge generalmente il primo weekend d'Aprile ma certe edizioni si sono svolte l'ultimo weekend di Marzo.

MaFa

MammaFarAndAway

2 commenti:

  1. Ma che bella manifestazione, io adoro quelle storiche! Me la devo ricordare per il prossimo anno! Noi oggi Foire aux plants a La Garde, anzi il 21 fanno un pic nic sempre a La Garde, se non avete niente da fare unitevi a noi :) Ti lascio il link

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie per l'invito!!! Per pasqua non saremo in francia! Ti va di contattarmi in privato su mammafarandaway ( at ) gmail (dot) com cosi se mai ci mettiamo d'accordo per un'altro weekend visto che abbiamo in programma di venire da quelle parti!

      Elimina