Ultima tappa del nostro viaggio nella sicilia sud-orientale: Ragusa Ibla

E' con un po' di malinconia che mi ritrovo a scrivere l'ultimo post della nostra vacanza in Sicilia.
Dopo i Templi, le scogliere, l'agriturismo, Vendicari e Marzamemi e il giro di Montalbano ci andiamo ad immergere nel capoluogo dell' "Isola nell'isola", e' cosi' che viene chiamata la sicilia sud-orientale, la Sicilia dei Monti Iblei.

Ragusa, capoluogo di questa provincia fatta di altipiani e di borghi pittoreschi costruiti con la pietra calcarea della regione con quel suo caratteristico color giallo scuro.
Ragusa e' una doppia citta':  c'e' la Ragusa moderna e c'e il  borgo di Ragusa Ibla, un gioiello del barocco con le sue stradine strette ed irregolari ed i suoi gradini e scalinate. 
La sua storia e' affascinante, potete leggerla in questo portale dedicato a Ragusa Ibla.
Diamo solo un occhio alla mappa davanti all'ufficio informazioni rigorosamente chiuso -  e' il primo maggio infondo - ma i turisti non mancano e forse l'ufficio informazioni aperto non sarebbe stata una cattiva idea!

La mia piccola guida tascabile non dedica troppe pagine a questa meraviglia per cui lasciamo che siano i bambini a farci strada, soprattutto visto che ne' noi ne' loro sappiamo dove andare.

L'ufficio informazioni e' proprio accanto a una bella chiesa e visto che sono i bimbi a chiederci "entriamo?" - come dirgli di no?

E' la Chiesa Anime Sante del Purgatorio, una delle poche chiese che non crollo' con il terremoto del 1693. E' il primo monumento che si incontra quando si arriva a Ragusa Ibla da Ragusa ed e' proprio un bel benvenuto.

Scalinata Chiesa Anime Sante del Purgatorio

Sappiamo che a Ragusa Ibla c'e' un bellissimo Duomo, l'abbiamo visto negli episodi di Montalbano, ed e' li' che vorremmo arrivare.

La cupola del Duomo ci fa da bussola...arriviamo!


L'arrivo nella piazza del Duomo ci lascia a bocca aperta: palme, scalinate, palazzi storici e il Duomo di San Giorgio, elegante ed imponente... ci manca solo d'incontrare il Commissario Montalbano!
Ci troviamo infatti nella "Piazza di Vigata" della fiction ed il Duomo e' la "Chiesa Madre di Vigata"...come non riconoscere questi luoghi visti in televisione!

Piazza Duomo - Ibla
Facciata Duomo di San Giorgio - Ibla
Piazza del Duomo e Chiesa di San Giorgio - Ibla

Per gli amanti dell'arte, dell'architettura barocca e della storia c'e' veramente tanto da vedere, ma noi, con i nostri 3 marmocchi un po' lamentosi e con il caldo di questo primo maggio abbiamo solo un miraggio: il trenino turistico.

Non ho mai avuto una passione sfrenata per le attrazioni tipicamente turistiche, ma devo ammettere che questo trenino che ti porta in giro per la citta' raccontandoti qualche curiosita' non e' affatto male quando hai tre bambini al seguito!

Tutti in carrozza allora e andiamo a scoprire Ragusa Ibla in treno!

Il trenino parte dalla Piazza del Duomo, percorre la Via del Mercato, dalla quale si gode di una fantastica vista sulla vallata e prosegue lungo la strada esterna del borgo (Via Avv. Giovanni Ottaviano), per dare una visione d'insieme di Ibla per poi riaddentrarsi nuovamente nelle stradine passando davanti ai Giardini Iblei e ritornare in Piazza del Duomo.

Vista su Ragusa

La nostra mattinata a Ragusa Ibla si conclude con questo giretto in treno, abbiamo la spiaggia ed il gelato di Donnalucata che ci aspetta come promesso  ai marmocchi per concludere divertendosi la nostra vacanza in questa parte fantastica della Sicilia.




Info Pratiche:

Parcheggio: vi consiglio vivamente il parcheggio in Via Don Minzoni, da qui potrete partire alla scoperta di Ragusa Ibla salendo fino al Duomo e potendo riscendere poi verso i Giardini Iblei. Quando ci siamo stati noi, il primo maggio, la cassa del parcheggio era chiusa, ma questo mi fa supporre che normalmente sia un parcheggio a pagamento.

Siti di riferimento:  nel sito del Comune di Ragusa c'e' una sezione "turismo" che da' informazioni dettagliate sulla citta', i musei, i luoghi visitabili e propone qualche itinerario dando anche consigli su cosa vedere nelle zone limitrofe.

Trenino:  il trenino turistico, denominato "Trenino Barocco" permette di visitare la citta' senza troppo fatica. Il giro dura 30 minuti con audioguida. Il treno parte dalla piazza del Duomo. Il prezzo del biglietto e' di 5 euro. Due dei nostri bambini, quelli di 3 e 5 anni non hanno pagato.



MaFa

MammaFarAndAway

Nessun commento:

Posta un commento