Non vedevo l'ora: we have got a house!

Mamma quando andiamo via da questa casa?
Non lo so.

Mamma ma perche' non andiamo nella casa grande che abbiamo visto con la signora?
Perche' non ce la danno.

Per quanto tempo rimaniamo in questa casa?
Ancora qualche giorno.


Io rivoglio le mie lego, quando arrivano?
Ancora un po' di pazienza.
Quanta pazienza, per me, per BabboGe', per i bambini.

Ciascuno di noi cinque ha patito in quest'ultima settimana.


I bambini, una volta passata la fase eccitazione per la novita' di questa casetta temporanea, hanno cominciato a reclamare le loro cose, una casa loro, nostra.

Per BabboGe' che ha passato giorni a telefonare a mille uffici, a far incastrare mille cose insieme.

Per me che dovevo sostenere tutti, dovevo pensare a sorridere sempre, a non farmi vedere preoccupata da quei tre, perche' quei tre percepiscono tutto!

Se a me girano, girano anche a loro, se girano a loro, girano ancora di piu' a me! Un bel cane che si morde la coda!

Ero preoccupata, ho pensato che non ce l'avremmo fatta. Trovare una casa e' stato veramente difficile e devastante.

Ho il viso pieno di brufoli, ho le borse sotto gli occhi, sono gonfia come un pallone aerostatico e vorrei sbaffarmi quintalate di dolci per compensare il nervoso.

Abbiamo visto case di tutti i tipi, belle e brutte, con e senza moquette, alcune con infiltrazioni e danni visibili, altre bellissime e irraggiungibili. 
Per alcune ci siamo lanciati, ma non hanno accettato la nostra candidatura perche' non potevano fare il "credit check".

Il "security credit check" e' un controllo che fanno  societa' terze,  incaricate dall'agenzia immobiliare, per controllare le referenze e verificare che il pretendente inquilino non abbia debiti pendenti in giro. 
Se sei straniero il credit check e' un po' complicato e certe societa' si rifiutano di farlo.

Poi ci siamo affidati ad un agente, particolarmente disponibile, che una sera alle 18 ci ha mandato una mail in anteprima per dirci che una casa sarebbe uscita sul mercato il giorno dopo.

Il giorno dopo alle 9 in punto siamo stati i primi a telefonare per prendere l'appuntamento ed i primi a vedere la casa.

Funziona cosi' il mercato immobiliare a Londra: devi essere veloce, velocissimo!

Il nostro morale era a terra, io non ci credevo piu'. 
Non ho nemmeno osservato troppo bene la casa ed i dettagli perche' partivo gia' con l'idea che sarebbe stato impossibile per quel benedetto "credit check". 

Quando l'agente ci ha detto che eravamo i primi e che potevamo fare un'offerta noi l'abbiamo fatta. 
L'abbiamo bloccata subito.

Casetta con 3 camere - per finta visto che una e' talmente piccola che ci stiamo tutti e 5 in piedi pero' - cucina che da' sul giardino e salone. 
Un garage e - rullo di tamburi - un parco giochi a 20 metri da casa! 
Vi rendete cosa di cosa voglia dire per me, mamma di tre bambini, avere un parco giochi a 20 metri da casa?  


C'e' stata la corsa all'agenzia, documenti pronti - ce li siamo portati dietro per giorni e giorni - acconto versato!

Hanno fatto il "credit check" con qualche intoppo visto che l'agenzia francese che ci affittava casa ad Antibes ha pensato bene di cestinare le mail della societa' di controllo crediti pensando che fosse dello spam!


Insomma nervi a fior di pelle per diversi giorni per la paura di non riuscire a firmare quel tanto agognato contratto d'affitto!

Ma ce l'abbiamo fatta! 

We have got a house!

Posso dirlo, gridarlo e cantarlo in rima a suon di qualche canzone dello zecchino d'oro!




Info pratiche per chi cerca casa a Londra e in Inghilterra:

Il mercato immobiliare delle case in affitto e' in mano agli Estate Agents.

Oltre a controllare gli annunci sui siti www.rightmove.co.uk e www.zoopla.co.uk, e' bene mettersi in contatto con le agenzie immobiliare della zona nella quale si cerca casa, lasciando i vostri dati, in modo tale da poter essere tra i primi a ricevere gli annunci che usciranno sul mercato, un mercato dinamico e veloce.

Nel momento in cui si vede una casa e' possibile procedere con "make an offer", cioe' dire quanto volete offrire per casa. 
Generalmente si puo' scendere anche di 100 pounds rispetto al prezzo chiesto dal proprietario (landlord), ma se volete veramente assicurarvi la casa allora conviene offrire quanto il prezzo di mercato. Dipende anche da quanti candidati "tenants" ci sono. Piu' persone vedono la casa piu' e' difficile.

Nel momento in cui si sceglie una casa questi sono i documenti che verranno richiesti:

- una lettera di referenze del datore di lavoro

- numero di conto bancario

- fotocopia di un documento d'identita'

- referenze del precedente "landlord"

- un acconto per la gestione della pratica e per "bloccare" la casa.

Se non si ha ancora un conto bancario in UK, una carta di credito puo' essere sufficiente all'inizio per "bloccare" la casa.

MaFa

MammaFarAndAway

25 commenti:

  1. Felicissima x voi. Ora non resta che scegliere la scuola.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Moki! ed ora ci concentriamo sulla scuola! :)

      Elimina
  2. aspettavo con trepidazione questo post!!!!!! felice per voi!!!!!!! ;) e il parco giochi a 20 metri da casa??? fantastico!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Greis! Sono piu' contenta del parco giochi che della casa, sperando che quel parco sia ancora luogo di socializzazione e integrazione! :)

      Elimina
  3. E ora astrafogarti di dolci per compensare, che in Uk non mancano!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aiutoooo! sono abbagliata da scones, muffins, cupcakes, donuts. Mi trattengo per non mandare in rovina il budget famigliare! ;)

      Elimina
  4. evviva!aspettavo questo post!sono davvero tanto contenta x voi,il parco giochi a 20 metri poi non ha prezzo! 😉 😁

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Nazza! Hai capito perche' l'abbiamo scelta...solo per il parco giochi! ah ah ah! un abbraccio

      Elimina
  5. evviva! aspettavo questo post!davvero contenta x voi! il parco giochi a 20 metri poi non ha prezzo! 😉 😁

    RispondiElimina
  6. Ho letto il post con il fiato sospeso, avvincente come sempre! Felice per voi, e d'accordo sul fatto che un parco vicino salva la vita ad una mamma e facilita la socializzazione con i vicini!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Camilla! Ora inizia il "bello"!

      Elimina
  7. ooooohhh adesso sono piu tranquilla......

    RispondiElimina
  8. Molto bene, sono contenta che tutto stia filando più o meno liscio. E vabbè con il parco giochi a 20mt...quasi quasi li puoi mandare e guardare dalla finestra!!!!!!

    RispondiElimina
  9. Congratulazioni! Ho letto con molto piacere questo post e davvero sono solidale, dopo aver passato di tutto di più per trovare casa (prima in affitto e poi da comprare) proprio qui in UK. Davvero non è una passeggiata, bravi! In bocca al lupo per la vostra nuova sistemazione inglese.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Una bella avventura davvero! un bacione

      Elimina
  10. Fantastico!!! In bocca al lupo per tutto

    RispondiElimina
  11. Bellissimo post. Ti ho scelto per la mia top settimanale. Per leggere il post clicca qui

    RispondiElimina