Halloween e' una cosa seria qui!

Da piccola se dovevo passare da una stanza all'altra di casa accendevo tutte le luci, non ho mai guardato film horror e Harry Potter mi fa paura, teschi e scheletri mi impressionano e IT mi terrorizzava.
Ecco con questa premessa diciamo che non e' che mi senta troppo a mio agio in questo periodo di Halloween, ma faccio finta di niente e cerco di tenermi attiva e accogliere piano piano in casa nostra questa famosa tradizione del paese in cui abbiamo deciso di vivere. 

Per entrare un po' nel vivo dello spirito di Halloween siamo andati alla Crockford Bridge Farm, una fattoria del Surrey dove e' stato allestito un "pumpkin patch" (lotto di terreno delle zucche) con zucche di ogni forma e dimensione, face painting, tavolo e accessori per taglio e decorazione delle zucche e uno spettacolo teatrale nel bosco (grazie mille alla mia amica Letizia che me l'ha consigliato!).


Noi come al solito eravamo i primi all'apertura e questo ci ha permesso di assistere allo spettacolo "Wonderland in the Wicked Woods" quando la brina del mattino ancora avvolgeva il bosco e la luce non era troppo intensa, rendendo l'atmosfera davvero magica e suggestiva.


Ho visto i miei bimbi un po' confusi nel dirigerci verso il bosco "mamma ma dov'e' lo spettacolo?" e la risposta "nel bosco" non convinceva troppo Dada' e lasciava Popa un po' perplessa.


A darci il benvenuto una ragazza zoppicante, dal viso spettrale e dallo sguardo languido misto psico. 
Inquietante direi.


Ci siamo immersi nel mondo incantanto di Alice nel paese delle meraviglie non senza un po' di timore. 


La piccola Popa alla vista dello Stregatto e' montata in braccio subito. 




Meno male che c'era il Nonno con noi che controllava la situazione, visto che io ero troppo presa dal guardarmi intorno. 
Continuo a chiedermi se in questi momenti la mia eta' non scenda di colpo per ritornare magicamente bambina!

Tutto era curato nei minimi dettagli e la scenografia era perfetta per questo bosco di abeti.


Abbiamo ripercorso la storia di Alice nel paese delle meraviglie venedone coinvolti, talmente tanto che quando il Cappellaio Matto ha preso Lolo' sottobraccio per portarlo con se, ammetto che un pochino mi sono preoccupata!



Ci siamo impegnati nell'aiutare la Regina di Cuori a creare la pozione giusta per far svegliare Alice. 






Popa era seriamente preoccupata per quella signorina sdraiata per terra e pure per tutti quei bambolotti "sporchi" decisamente inquietanti che ci "salutavano" verso l'uscita!







La signorina dall'occhio languido ci ha detto "bye bye" e con un sospiro di sollievo siamo usciti dal bosco senza pero' capire se ai bambini fosse davvero piaciuto o no questo "spettacolo"!



Alla Pumpkin Patch ci aspettavano giochi, zucche e la nostra amata "tirolese"!




Presi dallo spirito di Halloween abbiamo dedicato il pomeriggio alla preparazione delle zucche.

Svuotamento zucca dopo previo scoperchiamento:


 
Io ho disegnato occhi, naso e bocca con denti penzoloni e con coltellino e seghetto, del set "accessori per zucca di Halloween", abbiamo tagliato il tutto.





Dopo qualche litigata, discussione su chi doveva tagliare e con cosa, su a chi toccava per primo, su chi doveva avere la zucca piu' grande e chi la piu' piccola (nonostante le avessi comprate quasi della stessa misura!)... ce l'abbiamo fatta e questo e' il nostro bel risultato!




Domani ci aspetta il nostro primo Trick or Treat.... non vedo l'ora, il mio cappello da strega (buona!) e' pronto!


MaFa

MammaFarAndAway

10 commenti:

  1. Wow, quante zucche!!! Noi in cortile abbiamo due zucche giganti che sono in realtà sculture (c'è una fonderia artistica nel palazzo a fianco)... sono lì ormai da mesi, chissà se per Halloween le spostano? Comunque complimenti ai tuoi bimbi, hanno fatto proprio un bel lavoro! Well done!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I bambini hanno avuto tanta pazienza nello scavare le zucche, poi per il taglio ci ha pensato il nonno, non volevo veder partire ditina! :)

      Elimina
  2. Ah fantastico!! Io invece adoro i film di paura, IT lo visto venti volte e letto altrettante, così come quasi tutti i libri di S.King :)) E ovviamente adoro Halloween, ma qui come in Italia stride come festa, si vede che non è nella nostra cultura. Ma nei paesi anglofoni e soprattutto in America deve essere fantastico!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'e' una bella atmosfera, confermo! :)

      Elimina
  3. ma questo post è pelliffimo!!!! :D

    RispondiElimina
  4. Ho sempre pensato che Halloween fosse una cosa solamente Americana e invece anche li. Bello! Anche noi abbimo I "pumpkin patch" ma I vostri mi sembrano piu' belli. Noi asbbiamo le zucche e qualche giostra per I bambini...Il vostro sembra proprio bellissimo. Comunque qui in California, Halloween non e' solo una festa spaventosa prende anche un po' il posto del nostro carnevale che qui non esiste. Quindi I bambini si travestono da principesse o super eroi e il canale Disney tramette un sacco di programmi magici. Happy Halloween

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marilena, Happy Halloween anche a te/voi! Noi l'abbiamo vissuta un po' come carnevale, femmina vestita da biancaneve e maschietti da pirata e cavaliere...con un po' di trucco spaventoso in viso, ma senza esagerare! :) Ci e' piaciuto un sacco e lo spirito conviviale di chi apre la porta di casa e con dolcezza distribuisce dolcetti e' fantastico!

      Elimina
  5. Quel posto avrebbe terrorizzato anche me, che ansia la signorina dallo sguardo languido e che angoscia i bambolotti all'uscita!
    Bellissime le zucche!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai Drusilla, mi sono sentita un po' in colpa d'averci portato la piccola Popa che era davvero impressionata, ma mi consolavo del fatto che intorno a me c'erano tante mamme inglesi con bambini pure piu' piccoli! Cmq, non e' rimasta traumatizzata e lo racconta serenamente, per cui forse la paura era solo mia! :)

      Elimina