Mamma Far and Away and... Desperate!

Era fisiologico.

Era palese.

Era normale che succedesse!

L'avevo detto che non era facile ed avevo ragione.

Una delle mie care followers, Antonella, l'altro giorno mi ha definito un mito ed altre mi hanno riempito di complimenti, sapete quei complimenti che fanno salire l'ego di una mamma alle stelle, del tipo "sei una mamma fantastica", "sei una mamma unica", "sei una mamma super".

Non sono niente di tutto cio'.

Non ho mai pensato che esistano mamme perfette, migliori o peggiori di altre. 

Credo solo ci siano mamme che si impegnano di piu' e mamme che si impegnano di meno.

Io mi impegno tanto ed in questo periodo in particolare.

Mi sono impegnata talmente tanto che ora avrei bisogno di una vacanza - vacanza che non c'e'! - e di staccare la spina.
Cosa ovviamente impossibile perche' sono passati solo 3 mesi dal nostro arrivo qui in UK e le cose da fare, da sistemare, da imparare sono ancora tante. 

Le mie nuove amiche della quotidianita' inglese mi sentono spesso dire a voce alta "ce la posso fare!". 

Me lo dico da sola.

"Ce la posso fare!".

Lo dico quando la mattina usciamo di casa alle 7.45 ed inizia il tour delle scuole, scaricando tre bimbi in tre posti diversi ad orari diversi e facendo attenzione a non dare lo zaino rosa a Dada' o la borsa verde a Lolo' (Dada' non prenderebbe mai lo zaino rosa di Popa!).

Lo dico quando Popa mi fa la lagna perche' non vuole andare a scuola e si fa trascinare piangendo ed io devo mantenere sorriso, positivita' e inventarmi tutte le migliori attivita' ludiche che forse faranno nella sua scuolina.

Lo dico quando la scuola di Lolo' alle 9 del mattino mi manda codesto messaggio "please bring in your child's swimming kit as soon as possible" ed io sto ancora discutendo con Popa per farla entrare in classe. Cacchio e' venerdi', c'e' piscina e me sono scordata.

Lo dico quando corro a casa in macchina per andare a preparare la borsa per la piscina e arrivando davanti a casa mi accorgo di non avere le chiavi, di essere uscita senza.

Lo dico quando nel giro di 10 minuti ricevo quattro mail delle scuole che mi invitano a preparare torte, vendere i biglietti della lotteria di Natale e ricordarsi di portare dei moduli firmati per settimana prossima.

Lo dico quando la sera quei tre litigano per chi e' il primo a farsi la doccia. 
"Dada' la fai tu la doccia per primo" e lui "NO". 
"Ok allora vieni tu Lolo?'" 
"si mamma arrivo
"...no no no, va bene mamma vengo io per primo" urla Dada'!

Lo dico quando alle 11 di sera mi tolgo il pigiama per andare a letto senza notare che il pigiama ce l'ho gia' addosso dalle 5 del pomeriggio - lo mettono i bambini lo metto pure io!

Lo dico spesso "ce la posso fare!" perche' ho bisogno di darmi la carica, di convincermi che e' solo una fase, che passera' e che e' normale..... e che non sono matta!

In questi momenti vorrei la mia mamma, vorrei un aiutino, perche' quello di super BabboGe' non basta, vorrei fermare tutto e tutti e non pensare a niente! 

Sono una mamma che si impegna, lo faccio con passione e dedizione ma sono umana - cavoli mi ero quasi convinta d'essere wonderwoman - ed ho bisogno di rallentare.

Se mi vedrete meno attiva del solito saprete il perche'!

Have a nice weekend!

MaFa

MammaFarAndAway

16 commenti:

  1. Oh ti ci vorrebbe proprio un bell'abbraccio...Se ti consola quando il Navigante parte sono esattamente nelle tue stesse condizioni. Sempre sull'orlo di una crisi di nervi. Con la differenza che non ce la faccio proprio a mantenere la positività, sto sempre a urlare e mi sento davvero una mammamerda (scusa la parola), altro che wonder woman!
    Ti penso tanto, un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'abbraccio virtuale arriva don't worry! Tu tieni botta come dice in toscano mio marito! :)

      Elimina
  2. Sei una mamma e sei wonderwoman! E ogni tanto anche le super mamme hanno bisogno di riposo. Lo so che hai una vita stressante in questo momento ma cerca di ritagliarti un attimo x te. Piazzali davanti ad un cartone animato e tu fatti una bella cioccolata calda.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che oggi a pranzo dopo aver sfamato Popa e averla messa forzatamente a fare il pisolino mi sono fatta fuori due scones con la panna e mi sono bevuta una caffettiera di caffe' illy (pacchetto spedito dalla mia mamma!) in santa pace! Mi sono rigenerata! Ci aspetta un weekend di svago e confido in una nuova settimana piu' da persona normale! Grazie e un abbraccio

      Elimina
  3. Fabiana hai tutta la mia comprensione per quello che vale. Non posso nemmeno dirti che passerà presto perché sappiamo entrambe che ci vorrà un po' di tempo prima di tornare ad una parvenza di normalità. L'unico consiglio che posso darti e di non metterti in testa di fare tutto perché è impossibile. Elimina tutto ciò che non è assolutamente indispensabile, almeno per ora...
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Federica! Hai proprio ragione, mi sa che devo fare una selezione delle priorita' e lasciar perdere un po' di cose...e pensare che mi era balenato pure per la testa di rimettermi a studiare! Mi sa che mi ci vorra' almeno un anno per assettarmi e assettare i bambini (che comunque si stanno dando un gran da fare con ottimi risultati!). Ridurro' il tutto all'indispensabile, hai proprio ragione! So che ci siamo passate in tante e so che mi capite alla grande! un abbraccio

      Elimina
  4. Questo è l'importante: c'è la metti tutta e si vede il tuo impegno! L'idea di Peppa Pig è geniale, spero funzioni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Peppa ha funzionato!!! Me la porto in macchina con gli stickers e lunedi le ho proposto di portarla a scuola per farla vedere ai suoi amichetti ed ha detto "Yes mamma"!
      Qualche musetto triste e qualche lacrimuccia e' scappata, ma mi sembra che ogni giorno vada meglio.
      Un abbraccio

      Elimina
  5. C'e' poco che posso dire tranne "coraggio". Stai facendo il lavoro piu' difficile del mondo e si capisce che sei una bravissima madre anche se non ti ho mai incontrata. Passera'. Presto ci saranno le vacanze invernali e forse e' proprio quello di cui la tua famiglia ha bisogno. Due settimane senza fare niente :). A volte le giornate piu' belle con le mie figlie quando erano piccolo erano proprio quelle dove stavamo tutto il giorno a bere cioccolata calda con I marshmallows (chissa' se li hanno li) e guardare film di Natale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marilena, grazie mille per il tuo messaggio! Cavol, il sostegno e la comprensione delle mie amiche mamme che mi leggono arriva forte e chiaro! Ho davvero bisogno di staccare e durante le vacanze scolastiche natalizie BabboGe' ha gia' fissato dei giorni di ferie per darmi un po' di respiro e stare semplicemente tutti insieme in pigiama a bere cioccolata calda, guardarci film e soprattutto non correre e non guardare l'orologio! :)

      Elimina
  6. ciao carissima !! io non sono expat (per un soffio come ti dicevo) ma sono spessisimo sola per periodi molto lunghiiiiiii. Ebbene si il Viaggiatore è spessissimo via e mi tocca fare da mamma e da papà. Non voglio paragonare le mie fatiche con le tue che sono di gran lunga faticose, ma è comunque dura. Non tanto nella pratica, perché alla fine le routine dal punto di vista gestionale è ancora mia, se c'è il papà li gestisco comunque io con scuola e attività sportiva…è più un appoggio psicologico che manca tipo quando il più grande torna da scuola con un probleme, tu lo vedi, lo senti , lo avverti ma lui nn ti dice nulla…ahhhhhh che fatica…..ecc ecc ….no ti voglio tediare con tutto ciò, ma era solo per dirti che ti capisco tantissimo e ti appoggio per quello che può valere……non mollare fai il necessario, come diceva l'altra mamma, e lascia correre, io lo ancora imparando, è più forte di me, voglio avete tutto sotto controllo. a volte è necessario mi dico se voglio che gli ingranaggi nn si incastrino, ma bisogna anche vivere e bene possibilmente. insomma imparo tutti i giorni e mi ricordo sempre sempre ad alta voce quanto sono fortunata ad avere due bimbi che stanno bene…..banalità, forse , ma nn è così scontato….

    ti abbraccio davvero davvero forte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Chiara! mi piace un sacco leggere i vostri commenti, mi piace che condividiate qui le fatiche e le difficolta' che sono anche vostre! ti capisco a pieno e tu capisci me! La fatica fisica riesco a reggerla, e' quella psicologica che mi butta giu'! La fatica di sostenere i nostri cuccioli nei loro piccoli grandi problemi e di farlo nel migliore dei modi, non mollare e tenere gli occhi aperti per essere pronti a percepire i loro segnali di disagio, problema, paura, angoscia! Da qualche parte devo mollare, rallentare! Non possiamo avere sempre tutto sotto controllo e forse e' normale che comincio a scordarmi le cose (finche' non arrivero' a scordarmi i figli da qualche parte !). Sono fortunata, lo so e me lo dico sempre! un abbraccio anche a te, forte forte!

      Elimina
  7. Cara Fabiana io spero che piano piano le cose si sistemino. Che Almeno 2 vadano stessa scuola ...già quello aiuterebbe. La piccola presto si abiurerà ! Tu comunque mi fai troppa simpatia anche in qs racconto tragicomico ma vero!!! Ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mimma sai le risate che ti saresti fatta a vedermi sfrecciare in macchina con le lacrime agli occhi e accorgermi di non avere le chiavi (con mio marito gia' in centro a Londra al lavoro!) ed io a disperarmi e imprecare in italiano a voce alta davanti la porta di casa gesticolando da tipica italiana! Meno male nessuno mi capisce qui! Spero che Babbo Natale mi regali un posto a scuola per Lolo' nella scuola di Dada'. Popa si sta gia' adattando, sara' il calendario della Peppa che ha avuto successo o sara' che infondo ha capito che ci deve andare e che alla fine puo' pure starci benino (mai come stare con la mamma ovviamente!) :)
      Contraccambio l'abbraccio!! bacio

      Elimina
  8. Un abbraccio anche da parte mia, spero che oggi tu sia riuscita a rilassarti un poco!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per l'abbraccio....piu' sono e piu' fanno bene! Oggi disconnessione totale dal mondo, giornata in famiglia con amici speciali e fuori di casa tutto il giorno! ci voleva proprio! un abbraccio

      Elimina