Natale in arrivo: tutto quello che c'e' da fare nella scuola inglese

Le mille attivita' pre-natalizie, la preparazione pratica per le vacanze in Italia e l'assenza di tempo per fare i miei mandala hanno colpito e stanno lasciando il segno in termini di stanchezza fisica e stress.
Mentre scrivo questo post sento il vociare delle classi della scuola dei miei figli che passano davanti a casa per andare alla celebrazione natalizia in Chiesa ed io, che non ce l'ho fatta a candidarmi come genitore accompagnatore, a questo giro "ho mollato". 
Sono settimane che, oltre al mio normale volontariato, mi sono resa disponibile per aiutare in tutti gli eventi in vista del Natale che la scuola organizza. Il mio google calendar era tappezzato di caselline colorate ogni giorno e "reminder" senza fine!

Partiamo con ordine. 
Le tre settimane prima delle vacanze di Natale prevedono svariate attivita' nella scuola inglese che frequentano i miei figli, ma credo sia cosi' un po' in tutte.
Le rappresentanti di classe iniziano la raccolta fondi per il "Christmas Party" e per il regalo alle maestre. Il tutto va consegnato in piccole buste per le monetine, ricevendo in cambio un piccolo adesivo nel quale il bambino potra' scrivere il suo nome e che verra' incollato nella "Christmas Card" per le maestre e assistenti alle maestre. Per me e' stato un lavorone anche il solo riuscire a "beccare" le rappresentanti delle tre classi dei miei figli all'ingresso di scuola. 
L'evento piu' impegnativo e' il "Christmas Fayre", quello piu' atteso per la scuola, quello nel quale vengono raccolti fondi da far invidia a qualsiasi associazione di volontariato. 
Si parte dalla vendita dei biglietti della lotteria, alla creazione di Jolly Jars che vengono vendute in uno degli stands, poi vendono i biglietti per vedere Babbo Natale nel  cosi' detto "Grotto", poi la preparazione di torte e la raccolta di bibite e scatole di cioccolatini per la lotteria e  l'organizzazione dei giochi di intrattenimento. 
Il tutto si svolge in una paio d'ore, in una serata di dicembre o fine novembre, con la scuola addobbata a festa e l'eccitamento dei bambini a fior di pelle.
L'organizzazione e' spettacolarmente perfetta, vi dico solo che piu' di 200 bambini vanno a vedere Babbo Natale in una "grotta" allestita in una delle classi. Nel biglietto c'e un orario, sono slot di 10 minuti e non si sgarra, noi eravamo alle 18.30 ed alle 18.30 siamo entrati, incredibile! 
Per quanto sono precisa e puntuale io, non potevo non apprezzare questo tempismo e rispetto degli orari. 

Lo spettacolo di Natale dei bambini di Reception chiamato "Nativity"  e' l'altro evento tanto atteso dai genitori.
Le maestre hanno messo in scena una recita con 90 bambini (le tre classi di Reception) in poche settimane, facendo recitare a tutti una parte e cantando diverse canzoni. 
La cosa che mi sorprende di piu' e' la calma con cui lo fanno, l'assenza di momenti di "sclero" e la tranquillita' dei bambini, la loro partecipazione attiva e attenta, la compostezza, senza bisogno di grida o minacce... vengo da un altro mondo e questo ancora mi stupisce positivamente.  
La piccola di casa ha fatto la parte della stella e ci abbiamo messo un paio di pomeriggi per concludere il vestito "homemade", di cui andava molto fiera e di cui - posso tirarmela? - vado molto fiera pure io, mamma tutto fare! 

La sua piccola frase detta con sicurezza e con un accento british da far invidia (a me!) e' stata filmata ed entrera' nella storia dei video di famiglia! Le canzoni le ha cantate tutte, dall'inizio alla fine ed io non potevo che essere felicemente sorpresa nel vederla cosi' a suo agio con le amiche, in quell'ambiente e davanti a tutta quella gente.

Lo spettacolo e' stato proposto due volte: una volta la mattina, in orario scolastico ed una volta di pomeriggio, dopo scuola, per  permettere anche ai genitori che lavorano o ai parenti di assistere. Ed ogni volta e' stato un successo per quei piccoli attori. 

Fonte: www.tomsmithchristmascrackers.com
Poi e' arrivato il Christmas Party, un pomeriggio di giochi organizzato dalle maestre nella hall della scuola mentre noi  mamme volontarie addobbavamo la classe e preparavamo gli snack per i bambini, i famosi "crackers" e la piccola busta natalizia con caramelle e un giochino, un vero Party insomma. 
Quello della classe di Dada' era a tema "Victorian" visto che in questo ultimo mese di scuola hanno studiato l'eta' vittoriana. Tutti erano vestiti a tema e pure i giochi erano gli stessi proposti in epoca vittoriana, tanto per non perdere il filo del discorso. 

L'altro evento bellissimo organizzato dalla scuola e' stata la creazione dell'albero di Natale con i libri: "Books Christmas Tree". I bambini sono stati invitati a portare un libro che non leggono piu', in cambio di un altro libro che potranno scegliere in gennaio quando  l'albero verra' smontato. Il risultato e' davvero carino e l'idea e' piaciuta, anche se non tutti hanno partecipato, perche' sono talmente tanti gli eventi in queste settimane che sono convinta che ai genitori qualche mail e' scappata. 


A tutto questo gran da fare c'e' da aggiungere la tradizionale preparazione delle "Christmas Cards" per tutti i compagni di scuola e non solo! Fin da piccola avevo una passione viscerale per le cartoline, credo che a casa dei miei ci sia ancora una scatola in cui le conservavo tutte. Da quando vivo all'estero non ho saltato un anno di Cartoline di Natale, per cui qui in UK, dove le Christmas Card sono un'istituzione, mi sento pienamente a mio agio! 




Se pensavo di non avere abbastanza da fare ho deciso, con il cuore, di fare un regalo speciale alla maestra di Popa, quella che piu' di tutte mi ha stupito quest'anno, per la sua grinta, per la sua energia, per il suo modo cosi' passionale di fare la maestra. E' lei che apre la strada al mondo della scuola a mia figlia, e'  lei che le dara' la sicurezza e la voglia di credere negli adulti, di fidarsi dei grandi, che sono diversi dalla mamma e dal babbo, e' lei che in pochi mesi ha capito tanto di mia figlia. Ed io, reduce da esperienze molto negative con le prime maestre di Lolo' e Dada', non posso che essere grata d'averla incontrata nel nostro cammino e di aver reso questo primo anno di scuola una vera "passeggiata"
Lei e' eccezionalmente socievole, aperta, spiritosa, una di quelle persone con le quali prenderei un caffe' insieme tutte le mattine. Lei si e' meritata le mie lasagne, fatte con passione, con i migliori ingredienti che si possono trovare qui in UK, le vere lasagne italiane, anzi, emiliane diciamo!
Mi son presentata a scuola ieri mattina con la mia teglia in alluminio, di quelle usa e getta, decorata con disegnini di Popa e incartata con carta trasparente e fiocchetti. 
Mi ha abbracciato forte e mi ha detto che sa bene quanto amore ci vuole per cucinare per gli altri!
Per non essere da meno con le assistenti alla maestra, due signore molto dolci che si danno un gran da fare, per loro ho preparato due vasettini di ragu' insieme a un pacco di pasta italiana. Un piccolo pensiero anche per loro, che sembra essere stato molto gradito, e un po' di propaganda per la buona cucina italiana!
   

Presa da raptus di bonta' e di voglia di cucinare, ho preparato un pensierino anche alle varie signore che lavorano nella reception della scuola, quelle che mi vedono entrare e uscire da scuola, quelle che mi danno le chiavi per l'armadio della biblioteca, quelle che se c'e' un bisogno con i bimbi sono sempre pronte ad aiutarti, quelle che hanno ritrovato l'orologio perso da Lolo' e prontamente gliel'hanno ridato, quelle che mi hanno sempre aiutato con le mie domande da "mamma nuova arrivata". Per loro ho preparato un dolce strepitoso, trovato per caso in questo blog e riprodotto immediatamente con grande successo: l'albero di natale di pasta sfoglia alla nutella. 
 
Non vi dico la gioia di queste signore, quasi stupite di non ricevere la classica scatola di cioccolatini
Questa e' la parte che preferisco del Natale, il fare contenti gli altri, rendersi utili, aiutare dove ce n'e' bisogno. 
Per adesso e' la scuola dei miei figli, il loro piccolo mondo, magari prossimamente sara' anche altro. 
Scappo a preparare le valigie che sabato si parte, un Natale tutto italiano con le nostre famiglie ci aspetta, ma prima un bel viaggione di due giorni in macchina, un'altra avventura "on the road" in arrivo!

MaFa

MammaFarAndAway

2 commenti:

  1. Bello l'albero di Natale con i libri!! Invece quello di pasta sfoglia voglio farlo per Natale, ma in versione salata. Pinterest è terribile per idee come questa!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aspetto il resoconto nel tuo blog sull'albero salato! ;) Ti verra' benone! Passate delle buone feste! un bacione

      Elimina