Campeggiare a scuola in tenda

Non c'e' niente da fare, rimango sempre piu' affascinata da come organizzano certi eventi da queste parti.
Siamo reduci da meno di 24 ore di campeggio, un campeggio speciale, un evento chiamato "Family Campout" che l'associazione dei genitori della scuola dei miei figli organizza da un po' di anni, nel mese di giugno, e che riscuote sempre piu' successo. 


L'anno scorso avremmo voluto partecipare, ma non eravamo ancora muniti di tenda.
Quest'anno abbiamo fatto l'acquisto, in previsione di tanti weekend in giro per l'Inghilterra ed anche per questo evento.

Tutto era organizzato nei minimi dettagli.
Prima l'iscrizione, qualche mese fa, ed il saldo del prezzo dell'evento, che comprendeva bbq serale e colazione del mattino dopo, il resto andra' devoluto al fondo scolastico che useranno per acquistare materiale per le classi.
Poi tutta la gestione della giornata, tra giochi, bbq, canzoni intorno al falo', con tanto di fogliettino dei canti. 
Sapevamo che avremmo potuto iniziare a montare la nostra tenda dalle 13.00 del sabato e noi alle 13 in punto eravamo la' con la nostra macchina carica di tutto il necessario, pronti per affrontare la prima notte fuori in tenda.

Se organizzare le partenze per 5 non e' sempre facile, farlo per il campeggio e' ancora piu' impegnativo, anche se solo per una notte



Bambini emozionatissimi, credo che per loro l'idea di dormire nel prato in cui giocano ogni giorno e vicino alle loro classi fosse qualcosa di speciale. 

Sono stati molto collaborativi, montare la nostra tenda per loro e' qualcosa a cui tengono molto, ci sentiamo come se costruissimo tutti insieme la nostra casetta temporanea.



In circa mezz'ora la nostra tenda era montata e piano piano il campo si riempiva di altre famiglie, tende di tutte le dimensioni e il centro del "campeggio" cominciava a colorarsi di bambini, palloni, grida, risate. L'atmosfera era quella che mi aspettavo da un evento del genere. 
Saluti e chiacchiere con alcuni genitori che gia' conoscevo e tanto relax. 


La struttura gonfiabile per i bambini
Il telo usato per lo scivolo saponoso


I bambini ovviamente si sono sentiti subito a loro agio, conoscendo l'ambiente sapevano bene dove andare e le facce degli altri bambini erano ben note. 
Nel giro di poco sono iniziate le partite di calcio dei maschi mentre la piccola Popa, felicissima d'avere una sua compagna di classe come vicina di tenda, ha cominciato a inscenare giochi fantasiosi nelle tende altrui. 

Popa e la sua amica
Quando hanno cominciato a correre per tutto il prato attraversando tutte le tende, da un ingresso all'altro, abbiamo capito che la situazione ci era scappata di mano!

Ho assaporato il piacere del campeggiare, stare seduti davanti alla tenda, senza pensieri in testa, godendo della vista dei bimbi in fase gioco, bevendo una birra, sgranocchiando patatine e percependo il passare delle ore per il calare del sole. 



E' un po' come disconnettersi dalla quotidianita', dalla massa di pensieri che mi avvolgono la testa ogni giorno. 
Il campeggio e' fatica, ma ho ben capito come e quanto ne vieni ripagato!

Quei tre non hanno dato segni di stanchezza, nemmeno quando il sole ha cominciato a calare e per loro era l'ora di andare a dormire. 
Con che coraggio avrei potuto interrompere il loro giocare con un "forza bambini andiamo a dormire". Ho aspettato e sperato che fosse qualche altro genitore ad iniziare la pratica del "andiamo a letto"!



La parte piu' bella e' arrivata con il falo', quando ci siamo messi ad arrostire marshmallow, dopo il bbq ovviamente. 

La zona centrate pronta per il falo'

Marshallow ad arrostire

I maschi hanno continuato a giocare a calcio indisturbati, anche con il buio, mentre io e Popa abbiamo cantato intorno al fuoco. 
E' stato bello ritrovarsi con tante famiglie, alcune conosciute altre no, e cantare con gioia, in cerchio e condividere quel momento. 
Credo che il campeggio accomuni questa tipologia di persone, per farlo devi essere friendly e ti deve piacere la condivisione. E' un po' come trovarsi con tanti tuoi simili, nonostante la lingua, l'origine, la cultura. 



E BabboGe'?
E' sparito per un po', non era adeguatamente vestito per affrontare il calare del freddo e della sera. 
Casa nostra e' vicina, ha fatto un salto li' ed e' tornato in campeggio con i berretti di lana per tutti, per farci dormire con la testa al caldo e una borsa dell'acqua calda da mettere dentro al suo sacco a pelo o a chiunque ne avesse avuto bisogno, dietro suggerimento di mio suocero, esperto campeggiatore da sempre!

La parte piu' difficile e' stato affrontare quel freddo in tenda. Nonostante il sacco a pelo e un piumone aggiuntivo e nonostante i tanti vestiti addosso, abbiamo patito il freddo notturno e pure l'umido, ma e' stato meraviglioso lo stesso. 
Addormentarsi con il rumore della natura e della gente intorno al falo' che cantava e svegliarsi con la luce del sole e il cinquettio degli uccelli sulla testa, fantastico!

Alle 7 del mattino i bambini giocavano gia' a calcio godendo del sole splendido, tanto meritato dopo 10 giorni di grigiume deprimente. 
Colazione abbondante davanti alla tenda e un po' di malinconia all'idea che questa bella esperienza si stava per concludere, troppo breve!



Per le 10 abbiamo smontato la tenda, risistemato tutto in macchina, con l'attiva partecipazione dei bambini. 
Tanta fatica, tanto lavoro per mettere via tutto, tante cose da lavare, sistemare e tenere pronte per la prossima volta in tenda. 

Ci siamo accordati per un weekend in compagnia di alcune delle famiglie presenti al family campout per l'estate, se questa di decidesse ad arrivare un po' anche da queste parti. 

E' stato un bel inizio per noi, una bella avventura in tenda, ci piace, ci sentiamo a nostro agio in questa dimensione, ci compiaciamo della nostra buona organizzazione e senso d'adattamento e non vediamo l'ora di ripartire. 

MaFa

MammaFarAndAway

10 commenti:

  1. Vabbe' ma tu hai le merendine Kinder a colazione??? Questo non vale! ;)
    BELLISSIMA Esperienza senza alcun dubbio!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah ah, sapevo che qualcuno le avrebbe notate! Quelle le ha portate l'amichetto italiano di Lolo', che ha campeggiato con noi, come regalino! :)

      Elimina
  2. Ora sai perché ogni anno andiamo via in tenda! Io del campeggio amo tutto, persino il freddo notturno ( campeggiamo sulla Majella, a 1000 metri). È la mia dimensione ideale: scalza tutto il giorno, con figli stile Tarzan e piccola Flò e marito ad arrostire pannocchie di mais col vicino di tenda. Un forte abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vale ti ho pensata! Ecco, i miei non sono ancora selvaggi stile Tarzan e piccola Flo', ma ci stiamo lavorando! un abbraccio

      Elimina
  3. Certo che sono geniali a organizzare questi eventi...immagino il divertimento dei bambini!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La loro organizzazione e' ammirevole. Tutto pensato nei minimi dettagli e il divertimento per i bambini assicurato!

      Elimina
  4. Birra Peroni ovviamente ;))
    Quando avevo le gare a Cuneo campeggiavamo anche a 0°...dormivamo con due tute addosso!!!
    Comunque...che figata!!!!

    RispondiElimina
  5. Avercene qui di scuole che fanno ste cose. Ed aggiungerei anche....avercene qui tante famiglie disposte ad accettare inviti come questi!! Siete grandissimi, mi hai fatto venire la pelle d'oca Fabiana con questo racconto. Deve essere stata un'esperienza bellissima! Mi sa che ci trasferiamo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Daniela, la parte anglosassone che e' in te ti permetterebbe di stare benone da queste parti! E' stata una bellissima esperienza davvero e quando in questi giorni abbiamo raccontato ad altri amici della scuola cosa avevamo fatto, ci hanno tutti guardati un po' come "eroi". Dopo 10 giorni di pioggia campeggiare su un terreno fradicio non e' stato banale e nemmeno gestire il freddo il della notte e l'umido e soprattutto, affrontare tanti bambini che voglia di dormire non ne avevano. Ho pure saputo che alcuni bimbi sono andati a letto all'una di notte...i miei sarebbe svenuti!! ah ah! Adesso mi sto preparando una bella lista di campeggi, in modo tale che appena il meteo e' favorevole per piu' di due gg da venerdi' a domenica si parteeee! ;)

      Elimina