50 usi e costumi inglesi da conoscere

Chi mi segue sulla mia pagina Facebook saprà già che il mercoledì mattina partecipo ad un'evento meraviglioso, stimolante, interculturale e che adoro. 
Si chiama Chit Chat, un incontro organizzato da un gruppo di parrocchiani inglesi nella loro chiesa, al quale sono invitati gli stranieri che vogliono cogliere l'occasione per migliorare il loro inglese, fare amicizia, fare conversazione e  vivere un piacevole momento di convivialità

Il tutto al costo di 1£ per il caffè e dolcetti, una donazione simbolica.

Ci sono tanti gruppi di persone sedute intorno a dei tavoli: un paio di inglesi e gli altri stranieri. 
Ci sono giovani aupair, ci sono miei coetanei appena approdati in UK che hanno bisogno di fare pratica con la lingua e poi ci sono io, che sento ancora il bisogno di migliorarmi, di parlare il più possibile e imparare, imparare, imparare.

 
Ogni mercoledì trattiamo un argomento diverso, definito da chi organizza l'evento e preannunciato con una mail il lunedì. 
La prima volta che ho partecipato si parlò dei proverbi inglesi, mentre mercoledì scorso abbiamo parlato di tradizioni, usi e costumi inglesi (British, per la precisione).
I due signori anziani inglesi al mio tavolo avevano una lista lunga, molto lunga, di usi, costumi e tradizioni inglesi. 
Abbiamo parlato delle loro usanze, delle loro feste (in occasione del Pancake Day di cui ho parlato qui) e dei simboli britannici. 

Più scorrevamo la lista più sorridevo. Sorridevo perchè dopo tre anni di immersione in questo mondo e con la fortuna d'avere delle amiche inglesi, ho imparato e capito tanto di questo popolo. 

Facendo una ricerca online ho scoperto che i 50 punti sono il risultato di una ricerca fatta su un campione di adulti inglesi. Tradizioni, abitudini, modi di fare inglesi di cui vanno fieri e che con la stessa fierezza esportano anche all'estero o quando vanno in vacanza.

Alcuni di questi punti li abbiamo fatti nostri, nel senso che sono diventate anche nostre abitudini con piacere, credo faccia parte del nostro lungo processo di inglesizzazione!



Eccoli qui i "Top 50 British Traditions"


1- Mangiare il tradizionale arrosto della domenica 

Lo chiamano Sunday Roast e consiste nel pasto consumato la domenica, nei pub, ristoranti o in casa, a base di arrosto, patate, verdure e i tradizionali Yorkshire Pudding, serviti con una deliziosa salsina chiamata "gravy". 

Credits: www.foreignstudents.com
  
2- In caso di crisi, accendi il bollitore
In inglese suona meglio "putting the kettle on in a crisis", questo per intendere come in caso di problemi, discussioni, preparare un té può essere un modo per far diminuire l'ansia e calmarsi.


3- Mangiare English Breakfast - colazione inglese 
Credits: en.wikipedia.org
E' diventata una nostra abitutine, soprattutto nel weekend, ma non mancano giorni della settimana nei quali i bimbi richiedono un uovo con fagioli e bacon e la fetta di pane tostata con il burro spalmato sopra a colazione.

 
4- L'abilità di fare le code precise
Chiamata anche "The British Art of Queuing", io personalmente l'adoro.
Amo le code e non potrei più vivere senza, motivo per cui quando rientro in Italia rimango sconvolta di quanto non ci sia questa buona abitudine e si abbia sempre la sensazione che ti vogliano passare tutti davanti.

Credits: www.thetrump.co.uk

5- Tifare per il perdente 
In inglese "cheering on the underdog". Non c'è una ragione precisa per il quale spesso facciano il tifo per il probabile perdente, forse per provare la gioia di vederlo diventare grande e vincere?!


6- Andare al pub
Il concetto di pub in Inghilterra si è evoluto negli anni. 
Se in passato era il punto d'incontro del villaggio, il centro di socializzazione, adesso può essere anche un ristorante, sono chiamati spesso "gastro-pub".  
Se volete approfondire l'argomento, qui trovate un interessante articolo in inglese sulle "etiquette" nei pub. 


7- Guy Fawkes night 
In Inghilterra si festeggia la Bonfire Night, ne avevo parlato in questo post nella mia pagina Facebook. 




8- Mangiare tacchino il giorno di Natale
Questo lo sappiamo in tutto il mondo!


9- Avere sempre un avido interesse per il tempo atmosferico
Parlare del tempo atmosferico è uno dei primi modi di approcciarsi a qualcuno, questo l'ho capito e imparato. 
Motivo per cui è bene essere ferrati sull'argomento. 
Una cosa che ho imparato leggendo il libro dell'antropologa Kate Fox, è che non bisogna offendere il tempo atmosferico locale davanti a un inglese. Sarebbe come offendere il quarto figlio, cioè frasi del tipo "ah, nel mio paese fa molto più bello..." oppure "qui il tempo è terribile..." meglio tenersele per sè!



10- Celebrare il Remembrance Day

C'è un periodo dell'anno nel quale i papaveri rossi compaiono ovunque: sulle automobili, come spillette nelle giacche, braccialetti, sui pali della luce, nelle magliette delle maestre. 
Succede nel periodo che precede l' 11 Novembre, il giorno della memoria, conosciuto anche come Poppy Day.
E' un giorno importante per gli inglesi, un giorno nel quale si ricordano tutti coloro che hanno sacrificato la loro vita durante la guerra. Remebrance Day è uno degli eventi più importanti della cultura e società inglese ed è bello prenderne parte.





 
11- Mangiare fish and chips il venerdì




 
12- La corsa dei pancake il martedì grasso


Alla fine delle nostre chiacchiere i volontari in chiesa hanno spostato tavoli e sedie per farci provare la corsa dei pancake. Con una padella in  mano prima gli inglesi poi noi stranieri abbiamo corso facendo girare il pancake nella padella per tre volte. E' stato un bellissimo momento di convivialità.

 
13- Dire "sorry" anche quando non hai fatto niente di sbagliato
Credo che la parola "sorry" sia una delle più usate quotidianamente e, in tutta sincerità, meglio eccedere nell'uso che non dirlo per niente


 
14- Inzuppare i biscotti nel té

 
15- Controllare la situazione meteo prima di qualsiasi viaggio

 
16- Mandare e ricevere biglietti d'auguri
Le "cards" sono una cosa meravigliosa. Ci sono negozi e negozi di cartoline per ogni occasione, per dire grazie, per fare gli auguri, per augurare pronta guarigione, per congratularsi per un nuovo lavoro, per augurare buona fortuna, per salutare un collega che se ne va, per festeggiare la nuova casa e tanti, tanti altri ancora. 
   
17- Rispettare le regole
Le regole sono chiare e vanno rispettate. Punto semplice ma spesso non facilmente comprensibile da chi arriva da paesi nei quali le regole sembrano esserci ma nessuno le rispetta. Per questo trovo che qui funzioni diversamente e la cosa mi piace parecchio!


18- Essere fieri del proprio giardino
In questo punto devo ancora migliorarmi, il mio pollice verde fatica a farsi vedere!


 
19- Godersi un tradizionale "cream tea" in Devon
Non l'ho fatto in Devon ma in Cornovaglia, spero valga lo stesso!


http://www.mammafarandaway.com/search/label/Cornovaglia



20- Mangiare "pasties" durante la visita in Cornovaglia
Fatto! Il "pasties" è una pietanza tipica della Cornovaglia, uno dei luoghi più belli d'Inghilterra. Se siete curiosi trovate tutti miei post sulla Cornovaglia qui.



21- Il cambio della guardia a Buckingham Palace


22- "White Weddings"
Tradizionale matrimonio in chiesa nel quale la sposa indossa un abito bianco.


 
23- Guardare il discorso della regina il giorno di Natale

 

24- Wimbledon: fragole e panna
Un rituale estivo per gli inglesi è guardare il tradizionale torne di tennis di Wimbledon e mangiare fragole con panna, questo mi piace proprio!

 

25- "Keeping a stiff upper lip at all times"
Questo aspetto culturale degli inglesi non l'ho tradotto perchè mi piaceva troppo l'espressione ed il suo suono e non credo ci sia una vera e propria traduzione letterale.  
Esprime la capacità degli inglesi di mantenere la calma, una sorta di autocontrollo delle emozioni anche nel caso in cui sono contrariati. 

Credits: uk.pinterest.com


26- Assistere a una pantomima nel periodo natalizio
In tutti i teatri in terra britannica si svolgono "pantomime" durante il periodo natalizio. C'è una vera e propria passione per questo tipo di rappresentazione teatrale, anche le scuole spesso organizzano uscite per andare ad assistere a una di queste. Noi non abbiamo avuto ancora occasione, ma speriamo di recuperare il prossimo Natale.  



  
27- Mettere giù l'ombrello prima di entrare
La superstizione dell'ombrello aperto in casa esiste anche qui? O forse può essere interpretato come un gesto d'educazione prima di entrare in qualunque luogo.


 
28- Considerare le verdure e la carne gli ingredienti di base del pasto


29- Cercare di prendere anche il più remoto raggio di sole nei giorni d'estate
La cosa che ho notato qui e che abbiamo cominciato a fare anche noi è godere di ogni possibile raggio di sole perchè non sai quanto durerà. Una sorta di "carpe diem" che fa godere al massimo del bel tempo. 



30- Sospirare pesantemente se qualcuno salta la coda, ma non fare nient'altro.

  31- Fare il barbecue all'apparire del sole
Nei primi giorni di primavera, appena le temperature si alzano ed il sole compare si sente nell'aria il profumo di barbecue. Le famiglie escono in giardino, gli amici si ritrovano ed è tutta una festa!



32- Provare orgoglio per la celebrazione di particolari commemorazioni di eventi passati



33- Andare in spiaggia con diversi strati di vestiti, nel caso in cui faccia freddo o il sole se ne vada



34- Considerare la BBC come la miglior cosa in televisione
 

35- Spostarsi in diversi punti del giardino per essere baciati dai raggi del sole durante il giorno
Ammetto che io sposto anche lo stendino dei panni in giardino per far sì che la biancheria asciughi. Lo stendino si sposta con noi!



36- "Playing conkers" in cortile
Le "conkers" sono le castagne e sono uno dei simboli dell'autunno, nominate e cantate a scuola. Qui trovate un video che spiega come si svolge questo gioco tradizionale inglese.  
Quella che trovate qui sotto è una parte della canzone che generalmente cantano a scuola durante l'"harvest festival" per celebrare il raccolto e l'arrivo dell'autunno, tutta a tema "conkers". 




37- Fare un pò di giardinaggio nei giorni di festa



38- Leggere il giornale la mattina


39- Bere il Cidro nella regione del Somerset
La regione del Somerset è famosa per la produzione del cidro e gli inglesi lo sanno bene. 


40- Fare del DIY nel weekend di Bank Holiday
I "Bank Holiday" sono dei giorni di festa definiti nel calendario che cadono di lunedì, questo fa sì che il weekend si allunghi di un giorno, ottima occasione per fare i lavoretti di "fai da te" (DIY).



41- Discutere di politica
I signori inglesi al mio tavolo di Chit Chat ci hanno spiegato chiaramente che parlare di politica con chiunque non è educato. Il discutere di politica è una cosa che si fa con le persone più strette e con i famigliari.



42- Volere andare istintivamente al pub in un giorno di sole



43- Viaggiare su "black cabs" o i "red buses" a Londra
Il bus a due piani rosso ed il taxi nero di Londra, sono alcuni dei simboli del Regno Unito.



44- Morris Dancing
Una danza folkroristica inglese eseguita in gruppo da uomini che indossano pantaloni con campanelle.
In questo video potete vederne una dimostrazione:






45- Riversarsi in spiaggia appena le temperature si alzano

 
46- Avere un'opinione convinta sul fatto che il latte vada messo prima o dopo nel té
Bere il té con il latte è una cosa tipicamente inglese, anche se io ricordo d'averlo sempre fatto anche da bambina, ma non capisco ancora da dove venisse quella mia abitutine, per cui a me non sembra poi così strano. 
Può capitare che gli inglesi discutano sul fatto che il latte vada messo nella tazza prima di versarci il tè oppure vada aggiunto dopo. Ognuno ha la sua convinzione, io lo aggiungo dopo! 


47- Non lamentarsi per un servizio mediocre


48- Maypole Dancing per celebrare il May Day
Credits: www.maypoledance.com
May Day si festeggia il primo lunedì di Maggio, anche se si riferisce alla festa del primo maggio.
In questa occasione è usanza svolgere questa danza tradizionale che consiste nel ballare intorno a un palo in gruppo.


49- Ossessionati dal traffico


50- Essere estremamente cortesi in qualunque occasione
Questa è una delle prime cose che ho imparato. 
Mi è capitato personalmente d'essere stata mandata a quel paese con cortesia... e me ne sono accorta dopo! 



Tony e Nora, la coppia di signori inglesi al mio tavolo del Chit Chat hanno riso, si sono presi in giro da soli per alcuni di questi punti e questo è un altro aspetto di loro che adoro, il senso di autoironia, la capacità di ridere dei proprio costumi, consapevoli che magari agli occhi degli stranieri possono sembrare particolari.  
Sono convinta che se gli raccontassi alcuni degli usi e costumi italiani resterebbero altrettanto stupiti!

MaFa

MammaFarAndAway

8 commenti:

  1. È sempre interessante scoprire le abitudini e le tradizioni degli altri popoli... 😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Roberta, la trovo una delle cose più stimolanti e nel caso del "chitchat" è un vero e proprio "scambio". E' bello vedere le facce dei miei interlocutori quando racconto cose della cultura italiana che per loro sono fuori dalla norma ;)

      Elimina
  2. Ciao Fabiana, ormai ti seguo da un po' con piacere e interesse. Per me il tuo blog è una fonte preziosa di vita quotidiana inglese e di informazioni serie, ben raccolte e non reperibili altrove. Ti trovo molto simile a me come donna e come mamma. Da tempo sto pensando di trasferirmi insieme alla mia famiglia in Inghilterra. Vorrei avere l'opportunità di poterti contattare privatamente, per chiederti consigli e suggerimenti...o forse solo per avere una pacca sulla spalla ; ) Questa è la mia email: mariaannadidonna@hotmail.it. Spero di sentirti presto, ne sarei davvero felice.
    Grazie...e a presto.
    Maria Anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maria Anna, se vuoi puoi scrivere a mammafarandaway@gmail.com. Non ho tempi di risposta troppo rapidi visto che dò la priorità a famiglia e bambini, ma appena posso ti risponderò. Nel blog, nella sezione vita all'estero/Inghilterra, trovi già tante info divise per argomento, magari prima prova a leggere lì le info e la nostra esperienza e se non trovi le risposte a tutte le tue domande, chiedi pure! un caro saluto, Fabiana

      Elimina
  3. secondo me è bellissimo che in un mondo oggi governato dagli asettici social esistano luoghi di incontro tra persone che fisicamente si ritrovano per parlare di un tema. e sono sicura senza urlare o berciare, tenendo la cultura degli uomini e i loro simboli (no loghi) vivi. <3 grazie per tutti i tuoi articoli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ossitocine non puoi che trovarmi d'accordo. Stare seduti intorno ad un tavolo, guardarsi negli occhi, condividere, comunicare ci arricchisce e ci fa capire quanto sia ancora tanto importante tutto ciò. I volontari condividono con noi la loro cultura e noi raccontiamo la nostra e questo scambio, dominato da una curiosità che trapela chiaramente, è una cosa meravigliosa! Grazie per il commento. Fabiana

      Elimina
  4. secondo me è bellissimo che in un mondo oggi governato dagli asettici social esistano luoghi di incontro tra persone che fisicamente si ritrovano per parlare di un tema. e sono sicura senza urlare o berciare, tenendo la cultura degli uomini e i loro simboli (no loghi) vivi. <3 grazie per tutti i tuoi articoli!

    RispondiElimina
  5. Ho imparato più cose interessanti leggendo il tuo post che in anni di studi su lingua e cultura inglesi!!!!
    Bello e allo stesso tempo un pò patetico !

    RispondiElimina