CHI SONO


Un po' di me


Fabiana, classe 1978 alias MammaFarAndAway, mi piace definirmi cittadina del mondo, con una visione ampia delle cose, un'empatia galoppante ed energia travolgente, pronta a mettermi in gioco e attratta dalle novità e dalle opportunità e difficoltà che la vita mi mette di fronte. 

Sono permalosa e autocritica, ironica e facilmente irritabile, dolce e severa allo stesso tempo, mi riesce bene motivare gli altri, un po' meno motivare me stessa, coraggiosa al punto giusto e paurosa qualche volta,  sono curiosa e facilmente emozionabile, possessiva negli affetti e altruista nella vita.


Cosa amo fare? 


Amo la mia vita da mamma a tempo pieno.

Amo la "me" bambina.

Amo leggere libri e guide turistiche.

Amo ballare e suonare la batteria.

Amo guardare i cartoni animati con i miei figli e colorare (adoro i Mandala).

Amo cucinare, ma solo cose semplici e veloci.

Amo scrivere cartoline e biglietti d'auguri (e riceverli!).

Amo fare regali e scartare regali.

Amo il bilinguismo, amo poter comunicare in più lingue ed amo e mi incuriosiscono le diversità culturali.

Amo dire grazie ed amo essere ringraziata.

Amo immergermi nella natura ed amo le vacanze in campeggio.

Amo aprire la porta di casa. 

Amo alla follia viaggiare, nella vita, in giro per il mondo e a due passi da casa. 



Quale casa? 

Nata in Francia da mamma siciliana e papà sardo, cresciuta in provincia di Parma, prima nella pianura padana poi verso le colline parmensi, ho fatto diventare Assisi la mia casa durante gli anni dell'Università. 
Dal 2004 ho lasciato l'Italia alla ricerca di una nuova vita, trovata a Dublino e da allora andata di pari passo con quella del mio compagno conosciuto nella città della Guinness, dei ponti, del Liffey e degli elfi.

Da allora casa siamo diventati io e lui, prima Dublino, poi cinque anni in Francia e dal 2014 in Inghilterra, dove abbiamo finalmente trovato la nostra dimensione e un equilibrio che per adesso ci fa sentire a nostro agio in questa parte di mondo.


Perchè MammaFarAndAway?

Mamma Far and Away è una condizione, è un modo d'essere, scelto, voluto, cercato e amato.

Il blog è iniziato in Irlanda, nel 2006, quando è nato il mio primo figlio, era un modo per tenermi connessa agli amici e alle famiglie lontane. 

Nel 2008 ho fatto il bis e nel 2011, dopo aver cambiato nazione, abbiamo concluso il trio. 

Due maschi, Lorenzo e Daniele e una femmina, Paola, insieme al mio complice toscano che si fa chiamare Babbo, formano la "squadra" di MammaFarAndAway; loro sono la mia linfa vitale ed i miei compagni d'avventura, un'avventura che si svolge "far and away", lontano dalla nostra terra d'origine e dalle nostre famiglie, lontano dalla società in cui siamo cresciuti, dalle abitudini con cui siamo diventati adulti e lontano da quella che poteva essere chiamata "comfort zone". 





Cosa troverete nel blog?


Il blog racconta della nostra vita all'estero con le sue difficoltà ed i suoi aspetti positivi. 

Racconta delle nuove culture con cui abbiamo a che fare ogni giorno e di quanto possano essere affascinanti e stimolanti.
Racconta di bilinguismo e di scuola, racconta di bambini e di grandi, racconta di tutto quello che trovo bello condividere.

Il blog parla di viaggi: i viaggi in Inghilterra, la nazione che ci accoglie ed i viaggi in giro per il mondo. 

Per noi viaggiare insieme è un bisogno, è scoperta e ci viene naturale.


Viaggiare è partire, sempre e comunque, qualunque sia la meta e con qualunque mezzo, senza tanti fronzoli e senza troppe pretese, se non quella di vivere una nuova esperienza insieme.

Non abbiamo mai pensato che la vita da genitori ci avrebbe limitato, non abbiamo mai pensato che non avremmo più potuto viaggiare o spostarci con i bambini, anzi abbiamo cominciato a farlo ancora di più, perché scoprire il mondo con loro, avventurarci in luoghi vicini e lontani con i nostri piccoli compagni di viaggio non ha prezzo ed il "make memories" è il regalo più bello che possiamo fare ai nostri figli ed a noi stessi.


Benvenuti nel mio blog!






"Tra vent'anni non sarete delusi dalle cose che avete fatto, ma da quelle che non avrete fatto. Allora levate l'ancora, abbandonate i porti sicuri, catturate il vento nelle vostre vele. Esplorate, sognate, scoprite" (Mark Twain).



I post che parlano di me li trovate qui.



Mi trovate anche in "Read me a book", il blog che parla di bilinguismo e libri in inglese per bambini.




Le mie collaborazioni:

  • Novembre 2015: intervista per la rubrica "Interviste doppie" di Mammacongelo 
  

15 commenti:

  1. Che famiglia di giramondo!! E' bello che tu voglia mantenere la lingua e le tue radici italiane per i tuoi figli.. E bellissimo il passo di Mark Twain che non conoscevo.. Forse perché anch'io ne ho sposato in pieno al filosofia..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mamma in Oriente!!! I cambiamenti in generale e il lasciare la propria quotidianita' e le proprie abitudini per spostarsi verso un altro luogo fanno paura, anche a noi, ma devo ammettere che quando questa paura arriva il passo di Mark Twain mi rincuora, mi fa vedere il cambiamento da un'altra prospettiva! :)

      Elimina
  2. ciao! Mi piacciono un sacco gli expat blog (se così si possono definire!)... forse perché sogno di trasferire la tana all'estero? Magari!!! Ora vado a curiosare un po' in giro!!! ˆ_ˆ

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Stefania. Welcome! La vita all'estero e' "challenging" per una famiglia, ti mette alla prova ma, allo stesso tempo, ti da' delle possibilita' che in Italia non ci sarebbero stata date! Per il resto io faccio una vita da mamma full time non tanto diversa da molte altre mamme in Italia! Un tana all'estero potrebbe essere divertente! ;)

      Elimina
  3. Ciao Fabiana, piacere mi chiamo Giulia, ho girato sul tuo blog incuriosita dai tuoi racconti e dalle belle foto dei tuoi viaggi. Sono la mamma di un bimbo di cinque anni e a dispetto del mio inglese scolastico sto cercando di dare a lui tutti gli strumenti gioco che trovo sul web per avvicinarlo a questa lingua! Devo confessare che a volte vorrei dei consigli e spesso non so con chi confrontarmi e allora mi sono detta chissà magari qui potrei trovare spunti, idee e qualche consiglio...in ogni caso è un piacere leggere di esperienze così diverse dalla mia.
    Ciao Giulia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giulia, grazie mille d'essere passata di qua e d'aver lasciato un commento. Hai detto benissimo "gli strumenti gioco"...continua cosi' e vedrai che poi ne vedrai i risultati! Insieme ad altre due amiche gestiamo un blog nel quale parliamo di libri in inglese per bambini (altro strumento molto utile per avvicinare i bambini alla lingua), se ti va di farci un giro magari trovi qualche spunto interessante pure li'! www.readmeabookblog.blogspot.it A presto! Fabiana

      Elimina
  4. Bel blog, complimenti! Posso chiederti che lavoro fate tu e tuo marito per viaggiare così tanto, se l'azienda vi permette di scegliere se farlo o no e le destinazioni? Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elly, io e mio marito ci siamo conosciuti in Irlanda e da li' e' partito tutto. Ci siamo spostati in Francia per scelta, perche' mio marito aveva applicato per una posizione lavorative nella Francia del sud ed e' stato ancora per scelta personale che abbiamo deciso di trasferirci in Inghilterra e ce l'abbiamo fatto dopo estenuanti ricerche di lavoro per mio marito. Non facciamo parte della categoria expat che viene spostata a destra e sinistra per volonta' delle azienda multinazionali. Noi ci siamo sempre mossi per volonta' nostra, ovvio che il fatto che mi marito sia un ingegnere informatico aiuta nella ricerca del lavoro. Questo fa si' che tutti i vari traslochi sono stati faticosi, senza aiuto e supporto alcuno ma allo stesso tempo molto, molto avventurosi! Grazie per essere passata di qua!

      Elimina
    2. Ciao Fabiana , sto "spulciando" il tuo blog perché sto cercando di trasferire me e la mia famiglia ( mio marito Fabiano���� e i nostri due figli 12 e 5 anni)in Inghilterra!! Vorrei chiederti tante cose, vorrei dei tuoi suggerimenti... Posso scriverti qui ? Mi risponderai? Grazie mille, ciao, Emanuela

      Elimina
    3. Scusami Fabiana, ho dimenticato di dirti che a settembre siamo stati a Bristol e Southampton ( Bristol scartata troppo grande! ) a marzo andiamo a vedere Bournemouth e poi dovremmo decidere definitivamente dove traslocare... Tu conosci queste città .?.? Grazie , a presto. Emanuela

      Elimina
    4. Ciao Emanuela, puoi scrivere a mammafarandaway@gmail.com ;)

      Elimina
  5. Ciao, sono due giorni che leggo i tuoi post e voglio farti i miei complimenti: mi piace molto il modo in cui scrivi, in cui racconti le esperienze di viaggio con la tua famiglia. Settimana prossima partiremo qualche giorno per la Sicilia Orientale da Taormina a Siracusa, faremo un salto in cima all' Etna, visiteremo la costa dei Ciclopi e racconteremo le avventure di Polifemo e di Ulisse ai nostri figli... Stai scrivendo qualche altro post sulla Sicilia che tocchi questi nostri luoghi o sono rimasti fuori dai tuoi percorsi ( per questa volta)?
    Anche io ho un blog di viaggi con bambini ma il mio intento è quello di raccogliere le esperienze della mia famiglia in giro per il mondo e soprattutto avere dei ricordi per mio figlio in futuro, ti lascio i riferimenti e se passerai a trovarmi sarò felice Mamma & co. Avventure in famiglia. Abito in Toscana proprio al confine con L' Umbria: qualora passasti da questi splendidi paesaggi sarò contenta di conoscerti personalmente! Un caro saluto, Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sara, grazie d'essere passata di qua e per aver lasciato questo bel commento!
      I luoghi che visiterete li abbiamo esplorati nel 2010 (ci sono alcuni post a riguardo nel blog, ma sono abbastanza brevi).
      Ho curiosato nel tuo blog..davvero bello, quante avventure avete fatto! Spettacolo!

      L'umbria ce l'ho nel cuore e spero di tornarci presto con i bambini.
      Se passeremo di lì farò un fischio!

      Fabiana

      Elimina
  6. Ciao Fabiana,

    mi chiamo Simona e vivo con la mia famiglia (mio marito, e i nostri due bambini di 11 e 7 anni) a Bath (UK) dove ci troviamo abbastanza bene.
    Avremmo la possibilità di trasferirci a vivere a Nizza, dove mio marito ha vinto un concorso all'università Sophie Antipolis e sono quindi alla ricerca di informazioni sulla qualità della vita, le scuole, ecc... Ti ringrazio molto per i tuoi preziosi consigli!

    ciao, ciao

    Simona

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Simona, se vuoi puoi scrivere a mammafarandaway@gmail.com e se hai domande specifiche chiedi pure.
      ciao

      Elimina