Prima vacanza in Italia in tre

A poco più d'un mese d'età il nostro Lori ha fatto il suo primo viaggio in aereo.

Segno che sarà un viaggiatore?
Sicuramente per spostarsi dall'Irlanda di aerei ne dovrà prendere tanti, davvero tanti!
Il viaggio è andato benone!

Posso consolare e tranquillizzare tutte quelle mamme ansiose che dicono che quando arrivano i figli "è finita", non si viaggia più, non si fa più niente! 
Per ora l'unica cosa che non riesco più a fare come prima è dormire.

E' stata un po' un'impresa allattare il mio cucciolo in fase decollo e in fase atterraggio, come consigliato caldamente dalla pediatra.

Avendo un seno molto grosso non posso allattare nella posizione standard, ma devo sdraiare mio figlio sulle mie gambe e sostenere il mio seno con la mano dello stesso lato. Insomma per situazioni come il sedile dell'aereo non è il massimo della praticità ma ce l'abbiamo fatta.

Avete poi presente gli sballottamenti in quelle fasi del volo? 
Ecco, uniti alla mia posizione d'allattamento  anticonformista, è stata una bella impresa! 

In tutto questo ci aggiungo il mio bisogno di "riservatezza" nel momento dell'allattamento, non amo esporre troppo il mio seno e non mi piacciono gli sguardi curiosi.
 
Nei sedili Ryanir non è di certo facile trovare privacy!
Uso generalmente un foulard leggero, con cui mi copro le spalle e il seno.

Nonostante tutto è andata benissimo, Lorenzo per adesso sembra essere uno di quei bambini che ovunque lo metti stà, basta che ci siano Mamma e Babbo.

Siamo stati accolti in casa dei suoceri con una gioia immensa, quasi commozione direi, ovviamente a me e Babbo non ci ha considerato nessuno, tutte le attenzioni erano per lui e lì cominci a capire che il nipotino tra poco diventerà più importante del figlio!

Tutti in fase d'ammirazione del piccolo nuovo arrivato e in fase di conoscenza "perchè piange?", "perchè fa così?" "perchè sta ancora dormendo?" , domande per le quali non è che io sappia la risposta, sono ancora in fase di training. 
Nel frattempo qui le coccole sono all'ordine del giorno, perché il tempo insieme è quello che è, non ne abbiamo tanto e bisogna godere di ogni momento per dare amore al piccolo nuovo arrivato.



1 comments