Tempo di nonni

Lo ammetto: vivere all'estero con un bambino è più difficile rispetto a quando eravamo solo in due, si sente ancora di più la mancanza dei nostri genitori.

Da quando è nato Lorenzo torniamo spesso in Italia perché vogliamo davvero che lui abbia modo di stare il più possibile con i suoi nonni, che lo adorano e che hanno già subito la classica metamorfosi da nonno.
Avete presente quell'incredibile metamorfosi del cambio del tono di voce, l'utilizzo di diminutivi ridicoli e l'idealizzazione del proprio nipotino (di più belli non ce n'è, per intenderci!) . 

Sono momenti importanti per noi, nonostante implichino comunque fatica e sacrificio nell'affrontare spesso viaggi in aereo considerata anche la mia situazione panciuta!
Ma a noi piace, ci piace vedere come il piccolo cominci a riconoscerli ogni volta di più, a sentirsi a suo agio con loro e vivere esperienze che resteranno nella sua memoria emotiva di bambino per sempre.

Il mio papà impazzisce letteralmente con lui. 
Ha un sacco di passioni e una di queste è l'amore per la natura, per gli animali e cerca di trasmetterla al suo primo nipotino.

Hanno la fortuna di vivere in campagna e questo fa sì che porti Lorenzo in giro a vedere gli animali nel vicino agriturismo o semplicemente gli fa osservare le formiche, le api o le mosche. 

Sono momenti preziosi per Lorenzo che sembra già aver capito di goderseli a pieno.


0 comments