Comunicazioni tra fratelli

Non sono di certo l'unica a fare il conto alla rovescia per l'arrivo di Daniele.

Tutti lo fanno insieme a me, sottovoce, per non farmi pesare il fatto che "ohhhhhhhh, non partorisci?".

Vogliamo poi parlare dei messaggi di amici, parenti: "sei ancora li' ?" , "ancora niente?", "e allora?".
Alla prossima gravidanza, se ce ne sarà una terza, giuro che non comunico a nessuno la data stimata del parto, così mi evito questo martirio che mi fa sentire una certa pressione addosso.

Mia mamma è arrivata in aiuto, con un po' d'anticipo anche per permettere a Lorenzo di abituarsi alla sua presenza e rimanere poi tranquillamente con lei il giorno che Daniele si deciderà a uscire.

Avere mia mamma qui mi tranquillizza, proprio per il semplice fatto che se per caso Daniele avesse deciso di nascere prima non avremmo saputo a chi lasciare Lorenzo per il momento del parto. Abbiamo amici qui ma nessuno a una confidenza tale e libero abbastanza per poter tenerci nostro figlio di nemmeno 2 anni.

La nonna ha qualche settimana per abituarsi alla cucina, per prendere confidenza con la casa e far sentire il piccolo Lorenzo a suo agio anche con lei.
Io intanto attendo eho chiesto a Lorenzo se per favore parla con suo fratello e lo convince lui a farsi vedere.

0 comments