Mareeeeee!


La nostra settimana di mare si è conclusa.
Dopo la difficile estate irlandese, con poco sole, poca luce e poco caldo, abbiamo optato per una settimana di mare con i bambini.
Abbiamo scelto la zona dell'Argentario, in Toscana. 
Se all'inizio mi entusiasmava l'idea, adesso che la settimana si è conclusa sono esausta, più stanca di quando sono partita.
Un neonato, un bambino di 2 anni, un caldo pazzesco, la fatica della spiaggia, la stanchezza del mare, tante, troppe zanzare e la costante sveglia alle 6.30 del mattino di mio figlio Lorenzo hanno reso questo tipo di vacanza un po' un patimento, devo ammetterlo!

Ogni mattina la preparazione di tutto il necessario da portare in spiaggia sembrava un trasloco: giochi, giochini, borsa frigo, snack per i bambini, borsa del cambio, palla, pallone, teli da mare, ombrellone. Il passeggino si trasformava in un carretto porta merci!
Quel carretto trascinato sulla sabbia dava il colpo finale a Babbo! 

Poi l'assestamento in spiaggia, la poppata, il bagno, l'asciugatura, lo snack e la stanchezza che arrivava insiema al caldo di mezzogiorno (perché infondo quella sveglia alle 6.30 doveva pure avere conseguenze!)

E via di nuovo a ricaricare il carretto/passeggino, non ridete ma  ci siamo sentiti un po' la famiglia Fantozzi!
Solo il meritato riposino del pomeriggio ci rimetteva al mondo e poi via di nuovo in spiaggia carichi come muli con giochi, giochini, materassini gonfiabili palette e secchielli!

E poi ci chiedevamo come mai la sera eravamo "cotti"?

Il posto era davvero bello, un campeggio con bungalow ben attrezzati, spaziosi e con un bel giardinetto davanti che abbiamo usato per mangiare fuori.
Abbiamo fatto una settimana di non proprio totale relax, nei limiti del possibile, ma ci siamo goduti il caldo e il sole.

Ammetto che non è questo il sogno di vacanza per me, sento il bisogno di esplorare, andare in giro e fare altro, ma per ora, per quest'estate e per questa fase della nostra vita va bene così!



0 comments