Scatoloni in partenza

Scatoloni partiti! 

Ora la casa è un po' vuota, meno male l'arredamento è rimasto visto che l'affitteremo ad una coppia di amici e, come il 99% delle case in affitto a Dublino, deve essere arredata.

E' stata una bella faticaccia portare tutti quegli scatoloni giù dalle scale e meno male siamo al primo piano.
Non abbiamo ingaggiato una ditta di traslochi, ma un semplice corriere che ha messo tutti i nostri cartoni su un pallet che poi consegneranno in Italia a casa dei miei genitori.

Dani ci ha graziato con un lungo pisolino e Lori è rimasto a guardare scrupolosamente dal balcone, come per controllare che fine facessero tutte le sue scatole con le nostre cose dentro.

Lorenzo era decisamente stranito, piagnone direi e lamentino. 
Forse sono i dentini che spuntano (bella scusa eh?!) o forse il mio nervosismo o tutto il trambusto che lo circonda (le ultime due opzioni decisamente più plausibili).

I bambini sentono tutto, sentono che qualcosa sta cambiando e forse non gli va poi tanto bene!

Penso e spero che cambierà idea appena ci saremo sistemati in Francia, appena avremo una nuova quotidianità, con tanto, tanto più sole e giornate all'aria aperta e soprattutto appena saremo tutti più tranquilli!

Quando gli diciamo che andiamo in Francia lui dice : "c'è tanto sole, c'è scuola,   c'è un parco grande grande, ci sono tanti bimbi"!

Questo è quello che gli facciamo credere, sperando che sia così.

La scuola materna in Francia inizia a 3 anni per cui lui inizierà in settembre e noi lo stiamo preparando all'idea.

Ma non pensiamo troppo oltre, focalizziamoci sulla nostra partenza tra qualche giorno.

Un gran pezzo di noi è andato!








0 comments