Baby gym e la maestra poco maestra

Il giovedì c'è la mattinata "Baby Gym", la classe di Lori prende il pullman per andare in una palestra di Antibes a fare ginnastica, un simpatico percorso per i bimbi delle scuole materne di Antibes.
 
La maestra ha chiesto la presenza di almeno 3 genitori, per aiutare i bambini nel togliere e mettere scarpe, giacche e felpe. 


Eccomi! 
Io mi sono segnata nella lista immediatamente, non volevo perdere questa occasione di vedere Lori con i suoi amici e vedere la maestra all'opera.

Bimbi in fila a fare il percorso, mamme in punti diversi ad aiutare i bambini a fare capriole, a stare in equilibrio, a controllarli sullo scivolo.




Lori è contento della mia presenza, ma allo stesso tempo non mi perde di vista, come se avesse paura che me ne vada da un momento all'altro. 

A un certo punto, verso la fine della sessione di ginnastica, preso da non so quale paura, comincia a piangere dicendo che lui a scuola non ci vuole ritornare; allora io lo prendo per mano, andando a cercare un'alleata nella maestra aspettandomi che questa, insieme a me, convincesse dolcemente Lorenzo, magari facendogli presente tutte le belle attività che avrebbe fatto una volta tornato in classe o qualunque altra scusa per convincerlo e rassicurarlo. 

La iena bionda vede arrivare questo 3enne in lacrime e già le viene una smorfia in viso che le mette ancora di più in risalto le sue rughe nascoste dal botulino, guarda la "maman italienne" (io!) con sguardo del tipo "ed ora che vuole questa?" ed io le spiego che il piccolo piange. 
Le faccio vedere che spiego a Lori che non deve piangere e che a scuola si diverte e che ci pensa la maestra a lui. 
Lei,  lasciandomi a bocca aperta senza parole, lo guarda e gli dice con quel suo accento francese odioso "ascoltami bene tu, non ti va di venire a scuola? Non importa, per ora hai 3 anni e non sei te che decidi, per cui a scuola ci torni".

Che fare? Litigarci? Chiamare l'ufficio dell'educazione d'Antibes e farla radiare dall'albo delle maestre? Chiamare Gargamella e chiedergli se questa è sua moglie? Togliere Lori dalle mani di quella strega?

L'unica cosa che posso fare è andare dalla direttrice della scuola e sfogarmi con lei che sembra essere un po' più di cuore di quella maestra.

So già che non cambierà nulla e mi assale tanta tristezza.

0 comments