Grazie e NonGrazie 2014

Mi piace l'arrivo della fine dell'anno perché è un momento di riflessione, un po' come il tirare le somme dei mesi passati e, perché no, analizzare gli errori, focalizzarmi sulle cose belle, riguardare le difficoltà con leggerezza e con un lieve sorriso e apprezzare tutte le novità.


E' stato decisamente un anno di cambiamenti, un anno difficile fatto di attesa, di sconfitte, di unione, di momenti d'indecisione e di sconforto, di soddisfazioni e appagamento e di momenti di grande, tanta fatica.

Ed è con tanti Grazie e qualche NonGrazie che vorrei salutare questo 2014.


Grazie al mio compagno di vita, alla sua pazienza, alla sua perseveranza, al suo amore incondizionato che mi dimostra ogni giorno e al nostro tenerci per mano in questa strada della vita.

Un NonGrazie al mio carattere incazzoso irrascibile che spesso stona con BabboGer.

Grazie ai miei tre marmocchi, che riempiono le mie giornate - e come! - e che hanno dimostrato tanto coraggio in questo 2014, lanciandosi come noi in questa nuova avventura di vita aggrappandosi forte forte a me e BabboGer.

Un NonGrazie alle infinite litigate dei miei figli, al loro delicato equilibrio a tre ed alla loro capacità di mettermi a dura provare e testare i limiti.

Grazie alla mia famiglia, quella d'origine e quella di BabboGer, che mi ha/ci ha sempre sostenuto, aiutato ed appoggiato. Perché sappiamo quanto sia dolorosa la distanza - lo è anche per noi - ma ci hanno lasciati liberi di vivere la nostra vita senza farci mai sentire in colpa per le nostre scelte che, fisicamente, ci tengono lontano da loro.

Grazie alle mie amicizie: quelle vecchie, poche ma vere, che nonostante i chilometri che ci separano sono vive e accese da piccoli gesti d'amore; quelle nuove, che promettono bene e quelle nate come virtuali che in maniera naturale e spontanea stanno diventando reali... e come se sono reali!

Un NonGrazie agli amici persi per strada, a quelli ipocriti, quelli che infondo non gliene frega niente, quelli che ti cercano solo quando hanno bisogno, quelli che infondo non hanno niente da condividere con me ed allora meglio così, c'è talmente tanto poco tempo in questa vita che e' meglio non sprecarlo!

Grazie a chi segue il mio blog, a chi si è affezionato a me ed alle nostre avventure, a chi trova utile quello che scrivo, a chi lascia commenti affettuosi e rilascia critiche costruttive.

Un NonGrazie alla parte "brutta" della rete, quelli che copiano i post e usano foto altrui senza citarne la fonte, quelli che non rispettano le regole di civile convivenza su internet e nei social, quelli che se scrivi un'opinione diversa dalla loro su facebook ti aggrediscono a parole e quelli che giudicano senza aver letto.

Grazie alla mia positività che mi ha permesso di vedere le difficoltà di questi ultimi mesi da una diversa prospettiva ed affrontare la realtà di petto.

Grazie alla pazienza, preziosa alleata di vita, che ci ha fatto sopportare le avversità, gli imprevisti e l'attesa.

Grazie al cambiamento, linfa vitale, che ci ha rimesso tutti in gioco e ci sta facendo crescere.

Grazie alla speranza, quel sentimento di fiducia verso l'avvenire, verso le persone che la strada ci metterà davanti e verso i nostri progetti di vita.

Grazie alla lettura, strumento e mezzo fondamentale di crescita per i bambini, aiutante fedele di tutte le lingue e creatore di momenti speciali tra genitore e bambino.

Grazie ai viaggi, che abbiamo potuto fare, con sacrificio e che ci hanno dato tanto, in termini di avventura, tempo insieme e creazione di ricordi, perché viaggiare con i bambini vuol dire "make memories", perché i nostri viaggi e tutto quello che hanno imparato in giro per il mondo se lo ricorderanno per sempre.

Buon Anno a tutti, di cuore!

Bye Bye 2014 e Welcome 2015!