Il bello e il brutto di vivere in Costa Azzurra

Dopo piu' di quattro anni in questa parte di Francia ho chiari e limpidi nella mia testa gli aspetti che non amo (alcuni li odio proprio), di questo posto e ovviamente quelli positivi, che attenuano quelli negativi e che ci hanno permesso di farci sopravvivere fino ad adesso.

Non mi piace l'arroganza della gente, ma mi piacciono tanto le mie amicizie internazionali.

Non mi piace la scortesia e antipatia dei commercianti, ma adoro la baguette calda.

Non mi piace la scuola francese con i suoi metodi, ma mi piace andare a prendere i miei bimbi per pranzo e averli il mercoledì a casa.

Non mi piace l'antipatia della gente nei confronti dei bambini, ma mi piace poter fare tante attivita' all'aperto con i miei marmocchi.

Non mi piace andare a mangiare nelle "brasserie" e nei "restaurant", ma mi piace tanto passare il confine e mangiare in qualche osteria/trattoria/agriturismo in Liguria.

Non mi piace vivere nei condomini pieni di pensionati, tristi, arrabbiati con la vita e con i giovani, ma mi piace tanto avere la piscina condominiale.


Non mi piace come guida la gente, non mi piace il non rispetto per il pedone, ma mi piace fare passeggiate sul lungo mare.

Non mi piace l'indifferenza e la freddezza della gente, ma mi piace il calore del sole.

Non mi piace la forte distanza culturale tra gli italiani e i "Galli", ma mi piace tanto la vicinanza al confine.

Non mi piace andare in spiaggia d'estate, ma adoro il mare d'inverno.

Non mi piace il costo eccessivo della spesa, ma mi piace tanto andare la domenica alla Coop a Sanremo.
Non mi piace la logica del soldo.

Non mi piace che quando conosci qualcuno una delle prime domande e' "hai comprato casa?".

Non mi piace il casino di gente d'estate.

Non mi piace essere chiamata "l'italienne" in tono schizzinoso.
Non mi piace la gente sempre incazzata.
Non mi piacciono gli insulti che mi becco per strada.
Non mi piace la frase "ah tu parle tres bien francais mais on entand un petit l'accent italien" ("parli bene francese ma si sente un piccolo accento italiano"). 
Non mi piace essere chiamata "la maman italienne" con tono beffardo, come se fossi e mi comportassi in modo sbagliato.

Respiro forte e mi godo questo paesaggio.....