Alla scoperta della Scala dei Turchi con i bambini

Prima di ogni vacanza preparo con cura l'itinerario, scelgo con attenzione l'alloggio e poi, una volta che mi sono documentata inizia la fase "coinvolgimento bambini". 

"Andiamo a vedere una scala mamma?"
 
"Dove va la scala?"

"I Turchi chi sono?".

Cavoli questa Scala dei Turchi mi ha dato un po' da fare!

Ho inventato storie di pirati turchi che approdavano in queste coste perché abbagliati dal bianco della scogliera, visto che a quei tempi non c'erano i fari; ho raccontanto di principesse che dall'alto della scogliera aspettavano che il principe le raggiungesse via mare; ho lasciato andare avanti loro alla scoperta di questa meraviglia della natura ed è stato fantastico. 

Un piccolo sforzo fisico per tutti, in certi punti pure un po' "pericoloso".
Sì perché arrivare alla Scala dei Turchi è stato avventuroso.

Lassu' il nostro residence!
Abbiamo deciso di raggiungerla partendo da Punta Grande, percorrendo a piedi la lunga spiaggia alternata da scogliera, in certi punti talmente "sporca" che bisognava stare attenti a non mettere il piede in qualche pezzo di ferro o altra robaccia portata dal mare o semplicemnete buttata lì da qualche turista o locale maleducato! 

Non sto a dilungarmi su tutti i pensieri che abbiamo avuto sul degrado di certe meraviglie del nostro Paese e la maleducazione della gente, il non rispetto per l'ambiente e per il bene comune.

Abbiamo colto l'occasione per spiegare un'altra volta ai nostri bambini che così non si fa e che la natura va rispettata. 

Viaggiare è indubbiamente un'occasione per scoprire il bello e il brutto di quello che ci circonda e per i bambini è un'ottimo modo per imparare e crescere.

Lungo il cammino abbiamo pure trovato una ruspa che sistemava una frana, non vi dico la gioia dei bambini nel passare di fianco a questo bel mezzo cingolato, ridendo, correndo mentre noi genitori ce la facevamo sotto per la paura che qualche pezzo di terra crollasse al nostro passaggio!
 
Dopo poco più di mezz'ora di cammino abbiamo raggiunto la Scala dei Turchi. 



Quando ci siamo saliti sopra, quando abbiamo goduto tutti insieme del panorama e del vento che soffiava forte ci siamo sentiti tutti e 5 fieri dello sforzo fatto, quella gioia che si ha solo quando si raggiuge la meta!




Come ci piace fare sempre quando viaggiamo, noi arriviamo presto ed arrivare presto alla Scala dei Turchi vuol dire trovare ancora un posticino dove appoggiare il sedere e godere di un po' di pace!
Durante queste gite acqua e frutta non devono mancare e devo dire che ho notato una certa invidia per le nostre 5 banane sbaffate in questo angolo di paradiso dove non si trova certo un punto ristoro! 


Quando nel pomeriggio mi sono ritrovata nel prato del nostro residence a scrivere sul mio diario di viaggio circondata da tre marmocchi con in mano il loro quadernino intenti a disegnare e scrivere quello che avevano visto, ho realizzato che il primo giorno d'esplorazione era andato benone e che quei 3 piccoli marmocchi erano rimasti impressionati quanto me da quella bellezza della natura che è la Scala dei Turchi.


Diario di Dani

Lori  all'opera
Diario di Lori
Paola e il rosa!



Info Pratiche:

La Scala dei Turchi si trova nel comune di Realmonte, a circa 15 km dal centro di Agrigento. 
E' una scogliera calcarea/argillosa a forma di morbidi gradoni raggiungibile dalla spiaggia o da una scalinata che scende verso il mare.
Questo il cartello vicino al parcheggio
Se si viaggia con bambini e' consigliabile parcheggiare nei pressi della spiaggia di Punta Grande che si raggiunge seguendo le indicazioni sulla provinciale 68 che indicano "Scala dei Turchi" e ad un certo punto, se si proviene da Porto Empedocle, si deve imboccare una stradina in discesa sul lato sinistro della strada.
E' consigliabile arrivare presto, soprattutto in alta stagione, perche' questa localita' e' presa d'assalto dai turisti.
Da qui vi aspetta una camminata di circa mezzora lungo la spiaggia (se siete senza bambini anche meno!) proseguendo verso ovest.
Lungo il percorso abbiamo incontrato solo una piccola struttura che aveva sembianze di "bar sul spiaggia" ma che era chiuso. Probabilmente nella stagione estiva e' in piena attivita', ma e' meglio non dimenticarsi acqua e viveri se si vuole passare la giornata sulla scogliera. Soprattutto non dimenticatevi la crema solare visto che il riflesso del mare e il bianco della scogliera sono l'ideale per delle belle scottature! 
L'accesso con il passeggino e' ovviamente sconsigliato, meglio munirsi di marsupio o fasce porta bambino.

La zona offre una grande varietà di alloggi intorno alla Scala dei Turchi:

Booking.com

Commenti

  1. Ciao! Io sono, in realtà DUE PER TRE FA CINQUE. Ho letto con molto piacere questo tuo post ed ho gradito molto quello mi hai scritto riguardo al mio. Siamo in fase di perfezionamento del blog appena nato e (non so perchè) non riesco a risponderti direttamente dal tuo commento....work in progress...Mi piace molto come scrivi e la sensazione di attenzione verso i piccoli che traspare dal tuo blog. Seguirò con piacere i tuoi percorsi, chissà mai che un giorno le nostre strade si incroceranno! Ah...io non so se pensare al quarto....la cosa mi mette troppa ansia!!!!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari