CHI SONO


Un po' di me
Fabiana, classe 1978 alias MammaFarAndAway, mi piace definirmi cittadina del mondo, con una visione ampia delle cose, un'empatia galoppante ed energia travolgente, pronta a mettermi in gioco e attratta dalle novità e dalle opportunità e difficoltà che la vita mi mette di fronte. 



Sono permalosa e autocritica, ironica e facilmente irritabile, dolce e severa allo stesso tempo, mi riesce bene motivare gli altri, un po' meno motivare me stessa, coraggiosa al punto giusto e paurosa qualche volta,  sono curiosa e facilmente emozionabile, possessiva negli affetti e altruista nella vita.


Cosa amo fare? 


Amo la mia vita da mamma a tempo pieno.

Amo la "me" bambina.

Amo leggere libri e guide turistiche.

Amo organizzare viaggi alla follia!

Amo mettere alla prova me stessa ed amo affrontare nuove sfide.

Amo ballare e cantare, la musica mi mette allegria.

Amo guardare i cartoni animati e film con i miei figli e colorare (adoro i Mandala).

Amo cucinare, ma solo cose semplici e veloci.

Amo andare in bicicletta con la mia tribù.

Amo scrivere cartoline e biglietti d'auguri (e riceverli!).

Amo fare regali e scartare regali.

Amo il bilinguismo, amo poter comunicare in più lingue ed amo e mi incuriosiscono le diversità culturali.

Amo dire grazie ed amo essere ringraziata.

Amo immergermi nella natura ed sogno di poter avere un camper tutto nostro un giorno, per adesso ci accontentiamo delle vacanze noleggiandolo.

Amo aprire la porta di casa. 

Amo alla follia viaggiare, nella vita, in giro per il mondo e a due passi da casa. 



Quale casa? 

Nata in Francia da mamma siciliana e papà sardo, cresciuta in provincia di Parma, prima nella pianura padana poi verso le colline parmensi, ho fatto diventare Assisi la mia casa durante gli anni dell'Università. 
Dal 2004 ho lasciato l'Italia alla ricerca di una nuova vita, trovata a Dublino e da allora andata di pari passo con quella del mio compagno toscano dall’indole vagabonda quanto me, conosciuto nella città della Guinness, dei ponti, del Liffey e degli elfi.

Da allora casa siamo diventati io e lui, prima Dublino, poi cinque anni in Francia e dal 2014 in Inghilterra, dove abbiamo finalmente trovato la nostra dimensione e un equilibrio che per adesso ci fa sentire a nostro agio in questa parte di mondo.


Perché MammaFarAndAway?

Mamma Far and Away è una condizione, è un modo d'essere, scelto, voluto, cercato e amato.

Il blog è iniziato in Irlanda, nel 2006, quando è nato il mio primo figlio, era un modo per tenermi connessa agli amici e alle famiglie lontane. 


Nel 2008 ho fatto il bis e nel 2011, dopo aver cambiato nazione, abbiamo concluso il trio. 

Due maschi, Lorenzo e Daniele e una femmina, Paola, insieme al mio complice toscano che si fa chiamare Babbo, formiamo la "squadra" di MammaFarAndAway; loro sono la mia linfa vitale ed i miei compagni d'avventura, un'avventura che si svolge "far and away", lontano dalla nostra terra d'origine e dalle nostre famiglie, lontano dalla società in cui siamo cresciuti, dalle abitudini con cui siamo diventati adulti e lontano da quella che poteva essere chiamata "comfort zone". 





Cosa troverete nel blog?


Il blog racconta della nostra vita all'estero con le sue difficoltà ed i suoi aspetti positivi. 

Racconta delle nuove culture con cui abbiamo a che fare ogni giorno e di quanto possano essere affascinanti e stimolanti ma allo stesso tempo difficili.
Racconta di bilinguismo e di scuola, racconta di bambini e di grandi, racconta di tutto quello che trovo bello ed utile condividere.

Il blog parla di viaggi: i viaggi in Inghilterra, la nazione che ci accoglie ed i viaggi in giro per il mondo

Per noi viaggiare insieme è un bisogno, è scoperta e ci viene naturale.


Viaggiare è partire, sempre e comunque, qualunque sia la meta e con qualunque mezzo, senza tanti fronzoli e senza troppe pretese, se non quella di vivere una nuova esperienza insieme.

Non abbiamo mai pensato che la vita da genitori ci avrebbe limitato, non abbiamo mai pensato che non avremmo più potuto viaggiare o spostarci con i bambini, anzi abbiamo cominciato a farlo ancora di più, perché scoprire il mondo con loro, avventurarci in luoghi vicini e lontani con i nostri piccoli compagni di viaggio non ha prezzo ed il "make memories" è il regalo più bello che possiamo fare ai nostri figli ed a noi stessi.


Benvenuti nel mio blog!






"Tra vent'anni non sarete delusi dalle cose che avete fatto, ma da quelle che non avrete fatto. Allora levate l'ancora, abbandonate i porti sicuri, catturate il vento nelle vostre vele. Esplorate, sognate, scoprite" (Mark Twain).



I post che parlano di me li trovate qui.



Mi trovate anche in "Read me a book", il blog che parla di bilinguismo e libri in inglese per bambini.





Le mie collaborazioni: