Scuola inglese: primo giorno in Year 4 per Lolo'

"Mamma cosa vuol dire play?"  

"Giocare" 

"Mamma vuol dire anche iniziare... come quando cominciamo a guardare un dvd"
 
"M
amma come si dice giocare a cache cache (nascondino in francese) in inglese?

"mh....vado a cercare un traduttore".

Queste e tante altre sono le domande serali, quando la luce in camera si spegne, i baci sono stati distribuiti ed io ho il pollice in possesso di Popa che lo accarezza per addormentarsi.

Oggi e' stato il primo giorno di scuola di Lolo'.

Mi ha stupito, come solo i nostri figli sanno farlo.

L'ho lasciato con il visino tutto serio e un po' preoccupato nella classe dei "Kingfishers", una classe grande, luminosa, con tappeti colorati, cartelloni brillantinosi e tante cassettiere di cui una con il suo nome in compagnia di una simpatica maestra, giovane e dal viso dolce.
 
L'ho ritrovato contento, rilassato e con mille cose da raccontarmi, soprattutto che ha gia' 2 amici. 
Si perche' la maestra ha incaricato 2 bambini di stare sempre con lui, di giocare con lui e far si che non sia solo e triste. 
E cosi' e' stato.

Ha giocato, non so come abbia comunicato ma sento che e' stato bene. 
"Mamma ma quei due bambini stavano attacati a me come una calamita sul frigo!"

La scuola di Lolo' e' a 10 minuti d'auto dalla scuola di Dada'. 

Hanno gli stessi orari: ingresso alle 8.40 e uscita alle 15.10. 

Come faccio?

Per adesso BabboGe' si occupa di portare Dada' a piedi e poi corre a prendere il treno - questo implica un ritorno con il buio a casa! 
Io porto Lolo' in macchina con al seguito la piccola Popa. 

Il pomeriggio in teoria Lolo' dovrebbe fermarsi all'after school club, per quella mezz'ora che mi serve per prendere Dada' e arrivare da lui ma, attenzione, anche qui c'e' la waiting list.
 
Lista d'attesa  per tutto.
Per cui non ne abbiamo diritto, per adesso.
 
Non abbiamo diritto al pulmino perche' non siamo piu' distanti di 2 miglia in linea d'aria - peccato che via terra le miglia siano di piu'.
Non abbiamo il diritto di prendere Dada' all'uscita di scuola un po' prima, per avere il tempo di correre da Lolo'. 
Abbiamo pero' il dovere d'essere sempre in orario - attenzione che qui possono radiare dalla scuola se fai troppi ritardi - ma nessuno mi viene incontro per permettermi di farlo.

Sono molto arrabbiata, infuriata direi e un po' triste per questa situazione. 
Gli inglesi hanno regole rigide, ferree direi, li ammiro per questo, ma non ammiro la loro impossibilita' di gestire le "eccezioni", i "casi particolari". 
Non si rendono conto di quanto trambusto questa situazione stia creando in casa nostra, una situazione anomale e assurda.
Per adesso mi viene in aiuto Chiara, una mamma italiana conosciuta per caso che ha i suoi due maschietti nella stessa scuola di Lolo' e che si e' offerta di prendermelo all'uscita del pomeriggio - ah la solidarieta' tra expat -  mentre io metto il turbo e sfriziono in macchina con Dada' e Popa.

Tutto un po' di corsa, una corsa che spero finisca presto con una delle waiting list che si sblocca. 

Lolo' e' nella waiting list della scuola di Dada' e Dada' e nella waiting list della scuola di Lolo'. 

Chi si liberera' per primo?
E quando soprattutto?

Non lo sappiamo. 

Per ora facciamo del nostro meglio per fargli prendere un buon ritmo scolastico e li aiutiamo nei loro compiti a casa. 


Mi stanno stupendo questi due  maschietti coraggiosi.
 
Dada' che ce la mette tutta per cominciare a leggere e scrivere e raggiungere i suoi compagni di classe e Lolo' che con orgoglio e grinta ha affrontato questo suo primo giorno di scuola inglese.
 
Si, sono loro i coraggiosi e non io che in certi momenti avrei solo voglia di piangere.

MaFa

MammaFarAndAway

15 commenti:

  1. Dai, è stupendo che anche Lolo abbia iniziato la scuola, presto si metteranno al passo con gli altri e magari trovaranno qualche altro amichetti con cui passare quei dieci minuti di attesa da una scuola all'altra. io ogni tanto sono al Museum of London, ma solitamente gestisco le attività con i bambini all'Archivio archeologico di Londra ( che non è esattamente un museo, per cui non è sempre aperto al pubblico), quest'anno avremo più sessioni scolastiche e meno con le famiglie purtroppo. Prima gestivamo anche le famiglie con under 5's ..sarebbe stato carino conoscerci lì e portare la tua piccolina! Comunque se sei interessata sul mio blog puoi leggere il tipo di attività svolte :-) ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Clyo! Ho gia' navigato nel tuo blog ed ho visto il posto bellissimo in cui lavori. Appena mi libero dei cartoni e riusciamo a impossesarci di nuovi ritmi "normali" verremo in visita, tengo d'occhio il sito! Grazie, sei troppo carina! :)

      Elimina
  2. Un abbraccio
    Rossella
    ps: piangere ogni tanto è un diritto internazionale di tutte le donne che non credo il 68 ci abbia tolto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione! E via con le lacrime liberatorie! :)

      Elimina
  3. Bravissimi i tuoi due maschietti. Che gran coraggio!
    Coraggio che so che anche a te non manca di certo... :)... teniamo duro insieme!
    Un abbraccio,
    Miriam

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi stupiscono ogni mattina di piu'. Grazie....di quei grazie immensi e lo sai! :)

      Elimina
  4. Sii felice di avere incontrato un'altra mamma che ti aiuta. Vedrai che non dovrete più waitare troppo in quella List. Io mi schiaccio i pollici per te (l'equivalente crucco di incrociare le dita)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa mamma e' la mia salvezza per adesso e non vedo l'ora di poter contraccambiare l'immenso favore che mi sta facendo. Son qui che mi schiaccio i pollici pure io sperando che una delle due wainting list si liberi ...anche se bisognera' vedere le tempistiche e il livello di adattamento dei bambini. Hanno gia avuto tanti cambiamenti e vorrei lasciarli tranquilli! un abbraccio e grazie! :)

      Elimina
  5. Sii felice di avere incontrato una mamma che ti aiuta. E sono sicura che non dovrete più waitare tanto nella List.
    Schiaccio i pollici per te (l'equivalente crucco di incrociare le dita)

    RispondiElimina
  6. Per fortuna che hai una mamma che ti aiuta e speriamo che presto possano andare nella stessa scuola, almeno non c'è questo disagio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo davvero perche' averne due in due scuole diverse e' un bel casino! :(

      Elimina
  7. Anche qui ho lo stesso problema, fortuna che il Vitellino è ancora alla creche e quindi ho più margine di manovra, ma so di mamme con bimbi in scuole diverse che non sanno proprio come fare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' davvero complicato e le scuole non ti vengono incontro. spero sia solo un periodo, una fase, perche' se no sclero velocemente! ;)

      Elimina
  8. Fabiana hai tutto il mio appoggio. Sono sicura che presto presto tutto si aggiusta. che teneri i tuoi ometti. adoroooooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mimma! Spero davvero di poterli avere presto nella stessa scuola e soprattutto quella vicino a casa perche' cosi' e' durissima, una corsa continua che non mi piace. ti abbraccio

      Elimina