Le nostre mini pie facili e veloci

Una delle cose che mi sono sentita dire più spesso prima di trasferirmi qui in Inghilterra è stato che in questa parte di mondo si mangia male.
Non c'è preconcetto più sbagliato. 
In questi anni ho imparato ad apprezzarne la cucina, ovviamente diversa dalla nostra cucina italiana per tradizione, per reperibilità di prodotti, per gusto, ma trovo bellissimo il modo in cui tante tradizioni culinarie diverse si mischino sulle tavole degli inglesi. 

Potrei focalizzarmi su quello che non mi piace nelle corsie dei supermercati qui in UK, invece scelgo di sperimentare, conoscere e imparare alcuni piatti tradizionali, dalle Pie ai mille modi di cucinare le patate, dallo Yorkshire pudding alle varie salse e stuffing, dalle zuppe ai dolci, dagli scones ai pudding. Perche' c'e' tanto di buono anche qui! Le cose che mi mancavano erano i misurini, visto che qui le ricette indicano sempre"cup" e "tbsp", cioe' misura di una tazza ( ma quale tazza????) e di "table spoon". Adesso dovrei esser pronta x cominciare e sicuramente reperire gli ingredienti giusti non sara' un problema! Let's cook! #mammafarandaway #mylife #ilovebritain #livingabroad #amichedifuso #cooking #cookingbook #traditional #britishcooking #collection #instabook #instacook #instacooking
A post shared by Mamma Far and Away (@mammafarandaway) on



Le corsie dei supermercati sono un tripudio di prodotti etnici: dalle salse orientali alla pasta italiana, dalle spezie indiane ai vini francesi, dalle tortillas messicane ai noodles cinesi. 

Le materie prime non mancano per sbizzarrirsi in cucina e devo dire che trovo più prodotti italiani qui in Inghilterra di quanti ne trovassi in Francia, negli anni in cui abbiamo vissuto in Costa Azzurra.

La mia curiosità in termini di tradizioni culinarie inglesi è a livelli altissimi, soprattutto da quando, una volta al mese da ormai più di un anno, mi incontro con due amiche inglesi ed a turno cuciniamo l'una per l'altra. 
Ogni volta che rientro dai pranzi a casa loro sono entusiasta e affascinata dalle pietanze che portano in tavola e l'ultima volta la deliziosa Shepherd's Pie di Cathryn (attendo la sua ricetta!) mi ha ispirata per la creazione delle nostre mini pie un po' improvvisate.

Io e Lorenzo, che ultimamente chiede spessissimo di poter cucinare con me, ci siamo messi all'opera. 
Sembra che il mio undicenne di casa voglia raffinare le sue doti culinarie per poter poi sopravvivere decentemente una volta che se ne andrà via di casa per andare a fare l'università fuori sede, così dice lui! 

Dopo aver sfogliato alcuni libri di ricette inglesi presi in prestito in biblioteca ed aver tenuto conto dei nostri gusti, ci siamo messi all'opera elaborando la nostra ricetta di mini pie (si pronuncia "pai") veloce e facile. 

Con un tocco di italianità, ma seguendo le tante, tantissime ricette di pie trovate nei libri, abbiamo creato le nostre mini pie di carne e verdure che vogliamo condividere con voi, amanti dell'interculturalità che passa anche a tavola!


Buona preparazione e buon appetito!



Ingredienti per 4 mini pie:


  • 1 rotolo di pasta sfoglia (puff pastry)
  • 1 carota
  • 1 porro (se preferite potete usare la cipolla)
  • un paio di manciate di piselli congelati 
  • olio extravergine d'oliva
  • sale e pepe
  • 250 grammi di carne macinata che preferite (io ho usato manzo)
  • 100 ml di passata di pomodoro
  • cheddar cheese grattuggiato a piacimento (se non amate il cheddar cheese potete usare un qualsiasi formaggio a pasta dura)
  • un uovo sbattutto per spennellare le pie.


Procedimento:

Il primo passo della ricetta è la preparazione del soffritto

Utilizziamo il porro perché ci piace il suo gusto dolce e perché è una delle verdure più diffuse qui in Inghilterra, ma siete liberissimi di usare un qualunque tipo di cipolla.

Tagliamo il porro e la carota in pezzetti e li facciamo soffriggere in una pentola dal fondo alto.
Una volta che porro e carota soffriggono aggiungiamo un goccio d'acqua e andiamo a chiudere la pentola con il coperchio per lasciar cuocere per bene il porro e la carota. 

Una volta cotti, aggiungiamo i piselli e richiudiamo lasciando cuocere per un altro paio di minuti. 


A questo punto aggiungiamo la carne macinata mescolando con cura, utilizzando una paletta di legno in modo tale da spezzettare per bene la carne. Condiamo con sale.


Una volta che la carne ha preso colore andiamo ad aggiungere la passata di pomodoro, aggiustiamo di sale (se necessario aggiungiamo un pizzico di zucchero per regolare l'acidità del pomodoro) e lasciamo cuocere a fuoco medio-basso per 5/10 minuti. 


Nel frattempo tiriamo fuori dal frigo la pasta sfoglia, in modo tale che si ammorbidisca e possa srotolarsi senza rompersi. 

Prepariamo anche le formine, ungendone la base ed i lati, in modo tale che la pie non si attacchi poi ai lati. 


Una volta che il nostro "quasi ragù" è pronto, aggiungiamo il pepe e lo assaggiamo per sentire se va bene di sale e lo travasiamo in una ciotola a parte per lasciarlo raffreddare

E' molto importante che il ripieno delle pie sia freddo prima di posizionarlo sulla pasta sfoglia. 
La mia amica inglese mi suggeriva addirittura di preparare il ripieno il giorno prima per lasciarlo riposare. 


Intanto che il ripieno si raffredda, noi cominciamo a foderare le formine, facendo attenzione a far ben aderire la pasta sfoglia ai bordi e punzecchiandone la base.
Con la pasta sfoglia avanzata andremo poi a fare la copertura dopo aver riempito le pie di carne. 

Preriscaldiamo il forno a 180°.

Andiamo a riempire le nostre pie di ragù di verdure e cospargiamo il ripieno di cheddar cheese grattuggiato a volontà. 




Copriamo le pie con la pasta sfoglia avanzata, facendo attenzione a far combaciare bene la pasta sfoglia di base e il coperchio (in una delle mie pie non ho fatto attenzione e il coperchio si è staccato, gonfiandosi per i fatti suoi!).


Spennelliamo le pie con l'uovo sbattuto in modo tale da dare una bella doratura alla nostra creazione. 



Inseriamo in forno e lasciamo cuocere per circa 15-20 minuti. 
Noi abbiamo un fornetto elettrico di piccole dimensioni per cui i tempi di cottura sono ridotti. 
Tenete conto quindi delle capacità del vostro forno e tenete sempre d'occhio le pie, devono risultare belle dorate in superficie.

Lasciate raffreddare e servitele dopo almeno 10 minuti che sono uscite dal forno. 




Sono ottime anche consumate fredde il giorno dopo e accompagnate da un contorno di patate o purè.
Nel preparare le pie ci è avanzato un po' di ripieno e l'abbiamo usato per condire la pasta, era ottimo!


Spero davvero che un po' di cucina inglese arrivi anche sulle vostre tavole! 
Nei nostri tanti viaggi in giro per l'Inghilterra abbiamo assaggiato diversi tipi di Pie, dalla Cornisch Pie in Cornovaglia alla Norfolk Pie nell'Inghilterra dell'est e devo ammettere che ce ne siamo innamorati. 
Fatemi sapere se vi lanciate anche voi in questo esperimento culinario!

Le altre ricette inglesi le trovate qui.

MaFa

MammaFarAndAway

2 commenti:

  1. Awwww 😍 grazie grazie grazie per questo post! La mia è una battaglia quotidiana per far capire che la vera cucina inglese è BUONA e varia e gustosa!!! Ok forse non è la dieta mediterranea, ma ragazzi gli inglesi sanno cucinare eccome ❤️!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie d'essere passata di qua e d'aver commentato! Credo ci voglia tanta apertura mentale e anche un po' di umiltà per accettare la diversità, anche a tavola! Un abbraccio e continuiamo con la nostra battaglia quotidiana, qualcosa prima o poi passa!

      Elimina