Le scogliere bianche del Dorset e Old Harry Rocks

E' un periodo in cui il bisogno di natura è sempre più forte. 
La mente è troppo spesso invasa da brutti pensieri e da preoccupazioni profonde per il difficile momento storico che stiamo tutti vivendo. 
Diventa vitale per noi evadere e immergersi nel bello dei luoghi che ci circondano, consapevoli di quanto la natura faccia bene a corpo, anima e umore. 


L'autunno è arrivato prepotente in Inghilterra, come ogni anno, portando con sé colori meravigliosi ma anche tanta pioggia, il cielo grigio e le ore di buio in aumento esponenziale.

Dopo le prime sei settimane di scuola per i miei figli, un po' con il fiato sospeso (come avevo raccontato in questo post sulla scuola inglese ai tempi del Covid), siamo entrati nella settimana di break scolastico di fine ottobre con tanta voglia di relax, di stare insieme e liberare la mente. 

Dopo qualche giorno in pigiama con la pioggia battente sulle finestre, ci siamo svegliati con uno spiraglio di sole ed abbiamo colto l'occasione per una gita improvvisata che si è rivelata un'ottima idea. 

Pranzo al sacco per noi cinque organizzato alla velocità della luce, scarponcini nel baule della macchina, giacche da pioggia addosso e via in macchina verso la costa sud a circa due ore da dove abitiamo noi, alle porte di Londra nella campagna del Surrey.

A ovest di Bournemouth, all'estremità della Baia di Studland, inizia il primo tratto dell'iconica Jurassic Coast del Dorset, sito UNESCO di cui avevo parlato in questo post,  con l'incredibile sito del National Trust Old Harry Rocks.




Qui si sviluppa un altopiano tutto da percorrere a piedi, in cui la natura regna sovrana ed il contatto con il cielo e il mare è assicurato.





Dalla famosa Studland Bay, meta gettonatissima nei mesi estivi, si vedono in lontananza le mitiche Old Harry Rocks, le scogliere di gesso bianco del Dorset, anche se in realtà il nome Old Harry Rocks si riferisce in particolare ai faraglioni separati dalla scogliera.

Per darvi un'idea dell'immensa bellezza di questo luogo serve per forza una visione dall'alto:



Nei giorni di cielo limpido si vede benissimo la vicina isola di Wight con le sue "The Needles Rocks", le corrispondenti scogliere bianche con i faraglioni di gesso che migliaia di anni fa erano collegate a Old Harry Rocks e sono state erose dal mare nell'ultima era glaciale (trovate qui il mio articolo che parla dell'Isola di Wight).



Questo luogo è qualcosa di incredibile, ti senti più vicino al cielo, sospeso in aria in una sorta di morbido tappeto verde, luogo ideale per picnic o passeggiate infinite e, per i più temerari, meravigliose escursioni in bicicletta. 


Non è difficile incontrare appassionati di mountain bike lungo questi sentieri.





Come vedere le scogliere bianche del Dorset e Old Harry Rocks?

Le bianche scogliere e i faraglioni Old Harry Rocks sono raggiungibili a piedi dal villaggio di Studland attraverso sentieri che attraversano il verde altopiano sovrastante le scogliere.

Potete lasciare l'automobile nel parcheggio del National Trust più vicino alle scogliere (gratuito per i membri del NT) che si chiama South Beach Car Park (post code da usare nel navigatore BH19 3AU)  e imboccare il sentiero che inizia a poche decine di metri dal parcheggio (passate davanti al pub e poi imboccate la sinistra dove ci sono i bagni pubblici) dove si trova l'indicazione del sentiero. 


Le Old Harry Rocks si raggiungono con una breve camminata, è poco più di un chilometro di cammino, ma una volta arrivati alle scogliere potete percorrere tutto il crinale verso destra fino a raggiungere Studland Hill e da lì rientrare al parcheggio imboccando il sentiero in discesa che passa attraverso Glebeland estate e riporta al parcheggio passando davanti ad una piccola chiesetta. 




In questo modo percorrerete il sentiero circolare di circa 6 km consigliato proprio dal sito del National Trust

Se non trovate posto nel parcheggio South Beach potete provare negli altri parcheggi del NT: 

- Middle Beach (BH19 3AX)
- Knoll Beach (BH19 3AH)
- Shell Bay (BH19 3BA)

Un altro modo in cui ammirare questo tratto di costa incredibile è tramite le mini crociere in partenza dal molo di Poole  e di Swanage (operate da City Cruises). 
E' possibile anche noleggiare kayak con la guida che vi accompagnerà vicino ai faraglioni (FluidAdventures è uno degli operatori che offre questo servizio).

Tenete presente che potete godere di una vista bellissima, con la scogliera da un lato e la baia di Studland, dall'altro imboccando un piccolo sentiero a pochi metri dall'entrata del parcheggio South Beach.





Se avrete tempo per esplorare ulteriormente questa zona la scelta non vi manca: 
  • a pochi chilometri da Studland si trova uno dei castelli più famosi d'Inghilterra, il Corfe Castle di cui avevo parlato qui.
  • se siete appassionati di fari e volete provare il brivido di salire su uno di questi, potete raggiungere in un'ora d'auto da Studland il famoso Portland Bill Lighthouse (trovate tutte le info qui)
  • esplorate alcuni dei luoghi più belli della Jurassic Coast come vi ho consigliato qui.
Oppure semplicemente perdetevi a contemplare la campagna circostante, vera essenza di britishness!




0 comments