Jane Austen's House Museum

Volevo portarla in un posto speciale nei tre giorni in cui e' stata qui da noi in Inghilterra e ci sono riuscita.
La mia amica Paola e' un'accanita lettrice, divoratrice di libri e mia consigliera personale di letture nonche' fornitrice di libri, in prestito o in regalo, per far variare un po' la mia biblioteca che pullula di libri per bambini!

Parlavamo del Surrey, la regione in cui viviamo, parlavamo delle campagne, delle tenute, del dove andare insieme a fare la gita del sabato e ad un certo punto il suo viso si e' illuminato. 

Ma la casa di Jane Austen non e' da queste parti?

Facciamo qualche ricerca e scopriamo che la casa in cui la famosa scrittrice inglese ha vissuto gli ultimi anni di vita e nella quale ha avuto ispirazione per scrivere diverse delle sue opere e' a un'ora di auto da qui. Non e' piu' la regione del Surrey, ma si entra nel confinante Hampshire.

Nel bel mezzo di una campagna costellata di pascoli si trova Chawton, un villaggio che sembra essersi fermato nel tempo.

 
Una strada lo percorre, altre stradine strette lo incrociano, un pub storico, una sala da te' non a caso chiamata "Cassandras' Cup", qualche cottage con dei tetti di paglia che sembrano parrucche e la casa museo di Jane Austen.


Questa e' la sola casa nella quale Jane ha vissuto e scritto le sue opere ad essere aperta al pubblico come museo. 

Una casa di mattoni rossi, un giardino curatissimo tutt'intorno, un percorso stanza per stanza che ti lascia a bocca aperta, perche' tutto e' raccontato, tutto e' descritto nei minimi particolari e mentre ti guardi intorno hai la sensazione che tutto sia rimasto fermo ai primi del'800.


Percorrendo la casa-museo di stanza in stanza si ha come la sensazione di rivivere la quotidianita' di quel tempo, tra le cucine ed i luoghi in cui Jane si fermava a scrivere, un piccolo tavolino accanto alla finestra e il bellissimo giardino gremito di piante e fiori.


Come tutti i musei in Inghilterra, anche qui troviamo la "particolarita' ", la cosa speciale che ti lascia il segno: nella cucina un grande tavolo in legno, sopra al tavolo tante piume per scrivere e vasetti d'inchiostro, della carta invecchiata e la nostra voglia di lasciare un segno, una scritta con quella "penna" d'altri tempi.


E poi quell'invito scritto con un gesso su una lavagna....



Un ciotolo colmo di lavanda raccolta nel giardino di Jane, un rotolone di corda, delle forbici e della stoffa, tutto il necessario per fare il proprio sacchettino di lavanda. 



La casa e' visitabile in quasi tutte le stanze, tutto e' curato nei minimi particolari, dal salone dove Jane suonava il piano, alla sua camera da letto, alla stanza dove sono custoditi alcuni dei suoi vestiti e gioielli, tra i quali il famoso anello blu della scrittrice.




Due piani di storia, di racconti, di curiosita' e di cimeli dell'epoca. Tutto parla di lei, della sua famiglia ed in particolare della sorella, Cassandra, con la quale ha vissuto in questa casa. 

Per me e' stata tutta una scoperta perche' non ero una sua fan o accanita lettrice, invece per la mia amica Paola e' stata tutta un'emozione, tutto un collegamento con i romanzi letti o i film visti, per lei era tutto conosciuto, tutto aveva un collegamento con un'opera o un determinato personaggio. 

Abbiamo vissuto quest'esperienza in maniera diversa ma altrettanto intensa. 

Un luogo da vedere, da vivere, da respirare, ne vale davvero la pena!


Info Pratiche

Localizzazione:
Jane Austen's House Museum
Winchester Road
Chawton
Hampshire
GU34 1SD

Orari e tariffe:
Dal 2 Gennaio al13 Febbraio: solo nei weekend dalle 10.30 alle 16.30

Dal 14 Febbraio al 31 Maggio: tutti i giorni dalle  10.30 alle 16.30

Dal 1 Giugno al 31 Agosto: tutti i giorni dalle 10.00 alle 17.00

Dal 1 Settembre al 1 Gennaio: tutti i giorni dalle 10.30 alle 16.30 
Il museo resta chiuso il 24, 25 e 26 Dicembre.

Le tariffe per il 2015 sono:
8 £ gli adulti e 3 £ i bambini sopra i 6 anni ed i disabili
Studenti e Seniors: 6.50 £
Gratuiti i bambini fino a 6 anni.
   
Servizi: 
Il parcheggio del villaggio non ha molti posti auto, per cui e' necessario parcheggiare lungo la strada di Chawton.
La biglietteria e' negli stessi locali del negozio di souvenir.
Nel giardino del museo e' possibile fare i picnic.

Link utili:
Il sito della casa museo di Jane Austen solo in lingua inglese: www.jane-austens-house-museum.org.uk/
Il sito della "Jane Austen Society": www.janeaustensoci.freeuk.com/
Il sito del "Jane Austen Centre" di Bath: www.janeausten.co.uk

MaFa

MammaFarAndAway

7 commenti:

  1. Ahhhh quanto l'ho amata negli anni delle superiori!!! Da qualche parte conservo ancora una delle sue frasi che mi ha fatto rabbrividire: Nelly, io SONO Heathcliff! mi vengono ancora, sai i brividi!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Daniela, a me dispiace non averla studiata a fondo alle superiori, ma trovo bellissimo l'averla scoperta ed essermene appasionata in questo modo, grazie alla mia amica.

      Elimina
  2. Grazie per aver condiviso questa bellissima esperienza...emozionante!
    Un abbraccio <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pinkg, e' stato davvero emoziante: per il luogo ,per l'atmosfera e per la compagnia, il compagno di viaggio e' tutto! ;)

      Elimina
  3. Che belle foto! Immagino l'emozione nel visitare quei luoghi carichi di memoria...
    Mi hai fatto tornare indietro agli anni meravigliosi dell'Università... !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Barbara! Le foto sono merito della macchina fotografia reflex della mia amica, chemi ha fatto venire la tentazione di fare il grande passo e prenderne una! Vedremo!
      Sono contenta che ti sia piaciuto! Un abbraccio

      Elimina
  4. Ma questo me l'ero perso!!!!! Hai fatto un bellissimo regalo anche a me: adoro Jane Austen! <3 grazie!

    RispondiElimina