I nostri tre giorni all'Isola di Wight

L'Isola di Wight ci ha stupito, ci ha lasciato a bocca aperta. Ha iniziato a farlo nella fase di organizzazione del viaggio quando consultando online il sito dell'ente del turismo, il primo pensiero e' stato "tre giorni non ci basteranno mai!". 

Il sito www.visitisleofwight.co.uk e' un gioiello di praticita' e informazioni. Ce n'e' per tutti i gusti ed io mi sono lanciata subito sul link "family fun", senza tanti dubbi. 

E' famosa l'isola di Wight qui in Uk per essere uno dei luoghi piu' soleggiati d'Inghilterra ed e' una meta turistica molto gettonata in qualsiasi periodo dell'anno. 

Noi avevamo tre giorni, avevo preparato un itinerario da far invidia ad un tour operator, punto per punto, giorno per giorno, con un sacco di cose da fare e vedere, ma, c'e' stato un "ma" che non ci ha permesso di fare tutto quello che avremmo voluto, ne ho parlato qui qualche giorno fa!

Non ci siamo arresi ovviamente e siamo riusciti comunque a farcela entrare nel cuore. 

Con un paio d'ore d'auto da Londra e poco piu' di mezz'ora di traversata in traghetto abbiamo raggiunto questo paradiso di verde, spiagge, scogliere, gole, parchi, musei, cottage e attivita' per tutti i gusti!
Viaggiando con tre bambini abbiamo scelto un appartamento come alloggio nella zona sud dell'isola, a Bonchurch, vicino alla rinomata localita' Ventnor, famosa per le spiagge che diventano "immense" con il fenomeno della bassa marea.

Spiaggia di Shanklin - Sud dell'isola di Wight



Ventnor si estende sul punto piu' alto dell'isola e l'ho scoperto avventurandomi dal villaggio di Bonchurch alla spiaggia di Ventnor con un sali e scendi continuo. 

Una camminata spettacolare con due dei miei bambini (uno era cappottato con la febbre in appartamento con BabboGe') tra tornanti, stagni e qualche incontro ravvicinato con la fauna locale. 

Bonchurch Pond - Lo stagno del villaggio di Bonchurch

La scalinata "infinita" che collega con la parte alta del villaggio

La fauna del "Bonchurch Pond"
Abbiamo raggiunto il centro cittadino di Ventnor con l'obiettivo di dirigerci in spiaggia. 

Ventnor
Una discesa ci conduce al lungo mare. 

 
Sole sulla pelle, panorama da urlo, colori abbaglianti ci hanno accolto con sorpresa, anche perche', senza rendercene conto,  avevamo percorso piu' di due chilometri e la gioia dei bambini nel vedere il mare era palpabile anzi direi espressa!

"Hiuppy...il mare!!!"
Mi sono lasciata baciare dal sole mentre i miei due piccoli compagni di viaggio si tenevano occupati tra sassolini e giochi misteriosi di tesori nascosti e raccolta sassi da portare a casa.

Spiaggia di Ventnor

La piscina per bambini sul lungomare di Ventnor
Una delle cose piu' belle da fare a Ventnor, se siete amanti della natura e magari avete pure dei bambini che amano correre liberi nei prati e cantare nei sentieri, e' percorrere il "Cliff Top Walk", un insieme di sentieri sulla scogliera.
Sara' stata la gioia d'essere tutti e cinque in forma (l'abbiamo fatto l'ultima mattina prima di ripartire) ma lo spettacolo da lassu' e' fantastico. 







L'altro percorso da fare a piedi sulla scogliera e' quello che porta alle "Needles Rocks", uno spettacolo della natura da non perdere, nella punta occidentale dell'isola di Wight.

The Needles - Isola di Wight
 
Tre scogliere bianche, dai contorni irregolari e frastagliati.

Si raggiunge in automobile il parcheggio del "Needles Park", un parco divertimenti sulla baia chiamata "Alum Bay". 


Alum Bay vista dall'alto della scogliera
Da qui parte il percoso sulla scogliera, The Needles Headland, che appartiene al National Trust.




Il tempo atmosferico non era dei piu' clementi, ma non ci ha di certo demoralizzato nel percorrere tutto il sentiero sulla scogliera fino ad arrivare al punto di avvistamento indicato come "best view"!


The Needles dal punto panoramico

Lassu' su quelle spettacolari scogliere c'e' tutta una storia raccontata. 
La storia delle "Old Battery and New Battery". 



La Old Battery e' una fortificazione militare costruita nel 1862, utilizzata fino al 1945 e successivamente trasformata in museo nel 1975 dal National Trust. 

L'abbiamo visitata in lungo e in largo, seguendo i nostri bambini che erano presissimi dalla ricerca dei soldatini di legno, da trovare in ogni luogo della fortificazione. 




Un tuffo nel passato, nella storia delle fortificazioni militari e tantissime scoperte per i nostri bambini ed anche per noi grandi: stanze d'avvistamento, gallerie sotteranee e laboratori.
Il tutto con una vista fantastica!
Il tunnel di "Old Battery" - Isola di Wight
The Old Battery - Isola di Wight
La vista sui "Needles" da una delle stanze d'avvistamento
Vista su Alum Bay
Gli spostamenti da un luogo all'altro dell'isola li abbiamo fatti in automobile, consapevoli di quanto sia fattile girare l'isola in bicicletta, e molto piu' divertente, ma le condizioni di salute dei bambini non ce l'hanno permesso. Ci siamo goduti comunque i panorami!
Pascoli nella zona ovest dell'isola di Wight
Scogliere nella parte sud-ovest dell'isola di Wight, lungo la Military Road
In programma avevamo il Red Squirrel Trail, un percorso ciclabile adatto per le famiglie che attraversa luoghi nei quali e' possibile avvistare il famoso scoiattolo rosso dell'Isola di Wight. Ce lo teniamo in serbo per la prossima visita all'isola. 

Quando viaggiamo con i bambini le abitudini di casa ce le portiamo in vacanza e le sveglie ad orari indecenti sono all'ordine del giorno. 
Guardando il lato positivo di questa "tragedia famigliare" possiamo dire che ci ha permesso di ritrovarci alle 8.30 del mattina in spiagge deserte, abbandonate dall'alta marea e ideali per corse e scritte sulla sabbia. Il lungo mare di Shanklin, una rinomata localita' turistica nel sud dell'isola di Wight, con le sue spiagge dorate, un vero lungomare da far invidia a quelli della riviera romagnola con sale da gioco, hotel, bar, ristoranti e minigolf.

La spiaggia di Shanklin - Isola di Wight

Shanklin - Isola di Wight

Spiaggia di Shanklin - Isola di Wight
Il villaggio e centro cittadino di Shanklin e' nella zona collinare, un vero paradiso per gli amanti dei caratteristici cottage inglesi.

Cottage di Shanklin



E' dal centro del villaggio, nella parte alta, che dopo aver parcheggiato l'auto, ci siamo avventurati nella "Shanklin Chine", una gola semplicemente magnifica, unica, che si percorre fino alla spiaggia. 
E' l'attrazione turistica storica dell'isola di Wight, aperta al pubblico nel 1817 e luogo amato da scrittori, poeti e pittori. 



Una volta oltrepassato il cancello e fatto il biglietto ci siamo ritrovati immersi in un mondo incantato fatto di liane, piante, cascate, ponti in pietra e un percorso da fare tutto in discesa, nella speranza di incontrare qualche scoiattolo. 

La vista sulla gola subito dopo aver varcato il cancello d'ingresso.
La speranza l'abbiamo persa subito, appena i nostri tre bambini hanno cominciato a canticchiare lungo il percorso e litigare tra loro per chi doveva essere il primo ad aprire la fila! Ciao ciao scoiattoli!



A parte la nostra presenza, il silenzio regnava sovrano come pure la pace e tranquillita'. 


Quando il sentiero giunge verso la spiaggia e' possibile fare una deviazione verso "Tea Garden Heritage Centre".



Una casettina che domina la gola accoglie un simpatico bar, il negozietto di souvenir ed una stanza che racconta la storia di questa gola e la presenza in questi luoghi di un commando militare che si esercitava qui durante la seconda guerra mondiale.

Victorian Tea Garden e Heritage Centre
Tea Garden

Lasciamo la natura incontaminata del "Shanklin Chine" ed arriviamo in spiaggia, la costruzione di una pista per le biglie mi aspetta!


L'ingresso al Shanklin Chine nei pressi della spiaggia di Shanklin

Spiaggia di Shanklin


Quello che abbiamo visto e vissuto in questi tre giorni all'Isola di Wight e' solo un'assaggio di tutto quello che l'isola offre. 

Abbiamo esplorato, ci siamo stupiti, ci siamo innamorati di quest'isola che ha mantenuto la sua identita', le sue tradizioni e non si e' piegata troppo al turismo di massa, che con la sua rete di sentieri e percorsi ciclabili invita i turisti ad abbandonare l'automobile. 

Lo sviluppo turistico e' avvenuto grazie alla sinergia tra tutti gli operatori e usando la comunicazione e la promozione turistica come strumento per il suo succcesso. 
Vi dico solo che dopo una prima navigazione nel sito di promozione turistica sono arrivata ad un link nel quale potevo richiedere la guida turistica gratuita dell'isola che mi e' arrivata a casa dopo qualche giorno! 
Troppo avanti direi!


Isola di Wight torneremo presto!

"She thinks of nothing but the Isle of Wight and she calls it 'The Island' as if there were no other island in the world."
Jane Austen

MaFa

MammaFarAndAway

3 commenti:

  1. Sta cosa di mandarti le guide turistiche gratis è una cosa piuttosto diffusa all'estero, noi ne abbiamo ricevute per diversi luoghi, trovo che sia un incentivo non da poco!

    RispondiElimina
  2. Meraviglia!!!! Adoro leggere dei vostri viaggi e weekend. Sei una perfetta organizzatrice e avete luoghi incredibili da visitare. Lo sai che ti invidio un po' per questo! 😉

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille per i complimenti Dru! ;) L'Inghilterra e' tutta da scoprire e ci stupisce sempre di piu'! Ti aspetto da queste parti ;)

      Elimina