Il Play Date in Inghilterra: una cosa seria

Fonte: www.someecards.com
Invitare gli amichetti dei proprio figli a casa a giocare e' lo strumento migliore per aiutarli a socializzare, soprattutto se si e' appena arrivati in una nuova nazione (in questo caso aiuta anche dal punto di vista linguistico) e se i bambini sono in una scuola nuova. Questi momenti di gioco a casa di un amichetto sono chiamati Playdate.
Se da bambina, nel paesino di provincia in cui vivevo, i playdate erano tutti i giorni, a tutte le ore, senza tanti accordi tra le mamme o magari dopo una chiacchiera dell'ultimo momento tra i genitori, qui in Inghilterra c'e' tutta una prassi da rispettare. 
E' da piu' di un anno ormai che ho a che fare con i playdate e, dopo l'organizzazione del compleanno all'inglese (o quasi!), mi sono specializzata anche in questo evento da mamma in Inghilterra, passando ovviamente attraverso errori madornali.

Ecco tutto quello che ho imparato:


- Il playdate viene organizzato con largo anticipo. Almeno una settimana prima bisogna accordarsi con la mamma del bambino e scambiandosi i numeri di telefono. Se non conoscete la mamma puo' essere usato un bel bigliettino.
 

- Il playdate ha un orario d'inizio e di fine ben definito e la puntualita' e' d'obbligo.
Se la mamma insiste per essere lei a riportarti a casa tuo figlio significa che magari in casa sua c'e' un casino allucinante oppure sta facendo dei lavori e non gli va d'essere beccata, oppure e' veramente super gentile e ti vuole realmente fare una cortesia, dipende da caso a caso. Sta di fatto che le fa piacere essere lei a riportarti il bambino, per cui lascia fare! 


- Il playdate va contraccambiato. Se vostro figlio viene invitato a un playdate preparatevi perche' nelle settimane successive stara' a voi invitare l'amichetto e viceversa. 
 
- Il playdate generalmente include il "tea time" (la cena!), per cui se decidi di invitare un amichetto inglese tra le 3 e le 6 dovrai dargli da mangiare, e non la merenda! Quando uno dei miei figli e' stato invitato al primo "tea time" mi ha guardato ed ha affermato in italiano "ma io non bevo il te'"!

 
- Cosa servire per cena alle 5? 
Lo ammetto, ho sbagliato. Una delle prime volte ho chiesto a Dada' cosa voleva che cucinassi per i suoi amici e lui rispose "ma mamma, le tue lasagne che sono buonissime" e cosi' il giorno prima mi sono messa all'opera per la preparazione di un ottimo ragu', una buona besciamelle, tanto buon parmigiano reggiano grattuggiato e la mozzarella. Una delizia. Si' una delizia per noi
Mai, mai proporre una lasagna alle 5 del pomeriggio, non avra' successo con i bambini inglesi ed ammetto, nemmeno con i miei! 
Qui ci vogliono bastoncini di pesce o chicken nuggets con patatine o hamburger accompagnati dai buonissimi "potato waffles" e dagli immancabili "baked beans" (fagioli con la salsina di pomodoro agrodolce).  

Menomale che avevo il piano B pronto in freezer e mentre mi schifavano le mie lasagne ho acceso il forno e fatto cuocere la loro cena! Sono riuscita ad avere succcesso nonostante tutto! 
Un'altra cosa che non deve mancare e' il pudding, il dolce. Il budino e' il preferito dei bambini, oppure dei biscotti "cookies" o un gelato o, udite udite, i grissini con la nutella. Vogliamo proporlo o no un tocco d'italianita'? 
Ma attenzione, ricordatevi sempre di chiedere alla mamma se il bimbo mangia di tutto e se per caso ha qualche allergia particolare!



 - Il Play Date e' per i bambini, non per le mamme!
Ovvio che dipende dall'eta', ma generalmente le mamme non si fermano al playdate per cui non ti verra' chiesto "entra pure per un caffe'". 
Ecco, io lo faccio, cioe' mi viene naturale, dico sempre alla mamma di entrare, ma il 99% delle volte la risposta e'  negativa, per cui ho capito che non si fa. Il Play Date e' un momento di liberta' per la mamma del bambino invitato per cui e' giusto che ne approfitti! Come non biasimarla! Tanto tempo massimo 2 settimane l'invito verra' ricambiato e sarai tu ad avere un paio d'ore libere o un figlio in meno per un pomeriggio (questo nel mio caso!).
Il playdate e' utilissimo anche per entrare in confidenza, piano piano, con le mamme degli amichetti.


- Organizza qualche gioco.
Anche questo punto dipende molto dall'eta' dei bambini, ma e' sempre bene avere un piano pronto in caso di distruzione della casa o di noia sopraggiunta. 
Se sono bambine si risolve tutto con forbici, colla, brillantini, carta colorata oppure con una scatolina piena di smalti (ma li' dipende dalla mamma dell'amichetta se e' d'accordo!). 
Se sono maschi e magari un po' grandicelli (mi riferisco ai 7 e 9 anni dei miei figli) allora e' il caso di farli sfogare prima in giardino con un pallone oppure nel parco vicino a casa e poi concedergli un po' di "devices" (come dicono qui!), cioe' videogiochi o tablet o computer. Io do' sempre il tempo massimo per giocare con il tablet, anche agli ospiti, per cui non superano mai i 30 minuti!
In casi drammatici un dvd e' sempre a portata di mano!


- Ci sono delle regole!
Avere degli amichetti per casa non vuol dire lasciargli fare tutto quello che vogliono. Qui in Inghilterra si parla di regole per ogni cosa, per cui non sara' per loro una novita' sentire che in una determinata casa ci sono regole da rispettare, proponendole in maniera gentile ed educata 

Se avete a che fare con i playdate e avete altro da suggerire sono tutta orecchie!

MaFa

MammaFarAndAway

4 commenti:

  1. Mamma mia...com'è tutto più semplice in Italia per queste cose! Anche qui in Francia ci sono una serie di "regole" (passami il termine) sociali che alle volte rendono la vita un po' troppo costruita, non so se mi sono spiegata.
    Cioè non è bello poter semplicemente andare a casa dell'amichetto senza tutte ste pippe mentali?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qui i bambini sono molto impegnati tra attivita' extrascolastiche e sportive (tranni hanno solo 2 pomeriggi di attivita') per cui l'organizzazione di questi playdate e' essenziale. Trovo che qui ci sia una sorta di riservatezza che ci porta ad organizzare questi incontri, piuttosto che presentarsi a casa dell'amichetto di punto in bianco. C'e' da dire che piu' le mamme entrano in confidenza meno "regole" ci sono. Mi e' capitato di tornare a casa da scuola con i miei figli piu' il migliore amico di Dada' preso al volo dalla mamma che ormai e' diventata mia amica, succede anche questo! Diciamo che una volta che si diventa amiche con le inglesi poi si sciolgono e tutto diventa possibile! Adoro pero' il fatto che ci sia un'ora precisa di inizio e di fine...lo trovo fantastico, piuttosto che tenersi l'amichetto ad oltranza! ;)

      Elimina
  2. Well...questo mercoledì dopo la scuola andremo (sono stata invitata a fermarmi per il tea e ho accettato) al nostro primo playdate a casa di una compagna di Alice. Ho deciso di fare l'italiana fino in fondo è portare una tortina, che dici sbaglio?
    Alice è stata invitata con un messaggio whatsapp...la modernità che avanza! :-D

    RispondiElimina
  3. Io adoro i playdate degli inglesi, in Kuwait sono stati la mia salvezza!!!
    Purtroppo qui a Riyadh fatico ad organizzare playdate perché l'appartamento è piccolo e ci godiamo tanto lo spazio esterno.

    RispondiElimina