San Francisco con i bambini: in bicicletta sul Golden Gate Bridge

Ho studiato, letto, pianificato per mesi il nostro on the road in California
Scrivevo tutto in un documento word e nella tabella excel ordinavo le cose da fare giorno per giorno, i chilometri da percorrere, i link utili, le info pratiche e tutto quello che dovevo sapere e ricordare tappa per tappa. 
Ho iniziato esattamente un anno prima a progettare e creare il nostro itinerario in California per l'estate.
Sono un'organizzatrice seriale di viaggi per la mia famiglia e ne vado fiera, talmente fiera che amo poi condividere tutto quello che ho imparato, vissuto e scoperto con chi mi legge qui nel blog, per aiutare voi ad organizzare il vostro viaggio con i bambini, roba non sempre semplice se si considerano tutte le variabili che caratterizzano le famiglie in viaggio.


La prima tappa del nostro itinerario in California è stata la spettacolare San Francisco. 
Avevamo tre giorni pieni da organizzare e la lista di cose da fare e da vedere nella città del Golden Gate era davvero lunga. 
Tra musei, quartieri, punti panoramici e parchi spiccava però l'avventura che tutti e cinque, noi grandi ed i bambini, non vedavamo l'ora di fare, quella nel top della lista: attraversare il Golden Gate Bridge in bicicletta.

Nonostante la stanchezza per il fuso orario e per il viaggio da Londra a San Francisco, è stata la prima cosa che abbiamo fatto alle 8.30 del mattino del nostro primo giorno in questa città. 

Mi ero informata sui diversi noleggi, ce ne sono tantissimi in giro per la città (la lista la trovate alla fine del post), ma noi abbiamo scelto Blazing Saddles per la sua location proprio a due passi dal nostro appartamento e per lo sconto che avevamo ritagliato in uno dei tanti depliant/cartine che si trovano in giro per le vie principali di San Francisco, riposti dentro a dei piccoli armadietti verdi a disposizione dei turisti o nelle bacheche con le info per i turisti negli hotel o residence.

Siamo partiti da Hyde Street, dopo aver effettuato tutte le procedure per il noleggio delle bici: misurazione dei caschi, prova delle biciclette, visualizzazione del video informativo, pagamento del noleggio e del deposito. 
Babbo ha noleggiato la bici con "tag along", il tubo posteriore sul quale è attaccata la bici da bambino, in modo tale da formare una sorta di tandem con la piccola di casa, che con i suoi 6 anni avrebbe faticato a fare tutto quel percorso da sola sulla sua bici. In questo modo si sono aiutati a vicenda!
I due fratelli, di 9 e 11 anni, hanno noleggiato bici da ragazzi ed io una city bike comodissima.

Tutte le info pratiche per il noleggio delle biciclette le trovate alle fine del post- 

Questo era l'itinerario che ci aspettava da una parte all'altra della baia, da San Francisco a Sausalito con rientro in barca:



Carichi come molle, gasatissimi all'idea di percorrere il ponte più famoso del mondo in bici siamo partiti verso il Maritime National Historic Park alla fine di Hyde Street.


Da qui ci siamo diretti verso Ovest, percorrendo la pista ciclabile che costeggia la baia di San Francisco, inizialmente pianeggiante, poi a un certo punto la strada diventa ripida per raggiungere il punto più alto del parco del Fort Mason.



La salita è abbastanza impegnativa ed ammettiamo d'essere scesi dalle bici ed averle spinte!



Dopo la salita c'è sempre una discesa e questa è la motivazione che ci ha guidato nei momenti di fatica, per cui dopo il Fort Mason abbiamo preso velocità nello scendere fino al Marina Boulevard, un vialone con pista ciclabile che costeggia il mare della baia da una parte e dall'altra è un sussegguirsi di casette meravigliose.

Una volta percorso il Marina Boulevard si entra nella zona naturale di Crissy Field e la vista sul Golden Gate comincia ad essere spettacolare, nonostante la nebbia di quella giornata di fine luglio!



La tappa successiva del nostro itinerario in bici per raggiungere il Golden Gate è stato il Fort Point.



Fort Point, la storica fortezza che difendeva l'ingresso della baia di San Francisco fa parte del più ampio Presidio National Park.


Golden Gate Bridge da Fort Point

Arrivare lì sotto a quel maestoso ponte è stato un bellissimo traguardo. Ne abbiamo approfittato per riposarci un attimo e sgranocchiare alcuni snacks che avevamo negli zaini, tanto per ricaricare le batterie prima dell'ultima salita impegnativa per raggiungere il maestoso Golden Gate Bridge.


A post shared by Mamma Far and Away (@mammafarandaway) on


Dal Fort Point infatti la strada sale, con un paio di tornanti impegnativi che noi abbiamo fatto camminando e spingendo le nostre biciclette, motivati dallo spettacolo che ci attendeva lassù!


Fort Point - San Francisco

Siamo arrivati all'ingresso della pista ciclabile/pedonale del Golden Gate Bridge con il cuore in gola per la fatica e per l'emozione, un po' come quando si scala una montagna e si arriva alla vetta, dopo aver motivato se stessi ed i propri compagni di viaggio, perché vi assicuro che certe volte con i bambini non è per niente "una passeggiata" fare avventure impegnative!

Ci soffermiamo a leggere il cartello informativo con le istruzioni ed il comportamento da tenere nell'attraversare il ponte e poi partiamo emozionati per il grande momento, con il vento forte sulla faccia, il rumore delle automobili che sfrecciano di fianco e il senso di "vertigini" nel ritrovarsi su uno dei ponti più maestosi del mondo ed attraversarlo con la nebbia, tuffandocisi dentro!




Attraversare il Golden Gate Bridge in bicicletta è stata una delle cose più emozionanti fatte in vita mia e credo che resterà uno dei ricordi memorabili del nostro viaggio in California con i bambini.



Nonostante la stanchezza del volo di ieri, posso dire che oggi siamo stati degli eroi pedalando per ore senza mai sentir nessuno lamentarsi! Il Golden Gate Bridge sta facendo il prezioso e non si fa vedere per bene ma noi ce lo siamo goduto lo stesso, perche' pedalarci sopra e' una roba da metter i brividi! I bimbi volevano che andassi piu' veloce, ma tra il vento e la pendenza ho dato del mio meglio, ma x loro non era abbastanza 😂😂😂! Qui un piccolo estratto della pedalata tra la nebbia, che ha comunque il suo fascino 😍🌁🌁🌁🌁 #mammafarandaway #mammafarandawayontheroad #sanfranciscowithkids #sanfrancisco #goldengatebridge #sanfranciscobay #bicicletta #inbicicletta #pedalandosulgoldengate #travelwithchildren #travelwithkids #thingstodoinsanfrancisco #amazingplace #beautifulday #adventuretime
A post shared by Mamma Far and Away (@mammafarandaway) on

Io che pedalavo in testa alla coda sentendo la pendenza del ponte, Babbo che chiudeva la coda con Paola al traino, Lori e Dani che mi gridavano gioiosi di andare più veloce ed io che faticavo a sentire le loro voci per il brusio delle automobili, poi la nebbia tutto intorno, quella nebbia che spessissimo avvolge il gigante rosso, come per nasconderlo dagli sguardi di chi vorrebbe ammirarlo ed io che sorridevo, con quel mio sorriso di soddisfazione che ho ogni volta che vivo esperienze particolari e che vorrei tanto fosse immortalato, ma non c'è mai nessuno che lo fa perché siamo tutti insieme impegnati a vivere la nostra personale esperienza in viaggio! 

In compenso mi sono fatta immortalare così da mio marito, una volta arrivata dall'altra parte della baia dove girandomi indietro si vedeva la strada incredibile appena percorsa.




Il punto in cui ci siamo fermati dall'altra parte della baia, nel Marina County, è chiamato Vista Point, non a caso direi! Da lì la vista sulla baia è spettacolare, nonostante la nebbia di quel giorno.

E' da questo punto che poi inizia la discesa per l'ultimo tratto del nostro giro in bicicletta, che porta alla soleggiata Sausalito, percorrendo una strada abbastanza trafficata, nella quale la pista ciclabile è segnalata solo da una sottile striscia bianca e le macchine passano veramente vicino. Questo è stato il punto percepito come più pericoloso da percorrere con dei bambini in bicicletta. Babbo apriva la fila ed io la chiudevo, segnalando l'arrivo di macchine ai miei compagni di viaggio ed invitandoli a stare più a destra possibile.

Ci lasciamo alle spalle la nebbia, ci cominciamo a svestire (l'abbigliamento a cipolla è essenziale a San Francisco e nella baia) e ci facciamo abbagliare dalla luce di questo luogo, eccola Sausalito! Per la differenza di clima e per l'escursione termica, ci sembra d'essere in un altro paese!


Sausalito

Qui cerchiamo un parcheggio per le nostre biciclette   (quelli vicino al molo sono a pagamento, mentre se si prosegue costeggiando il porto si trovano parcheggi gratuiti) per poter pranzare da qualche parte, scegliendo un piccolo locale dall'atmosfera retrò che serviva Fish and Chips.

Ci immergiamo solo per un po' nell'atmosfera turistica di questa località di mare della baia, presa d'assalto dai turisti e troppo commerciale per i bambini, che fremevano per ritornare in sella e salire finalmente sulla barca con le bici.

Vediamo da lontano la fila dei turisti con le loro biciclette al molo e ci uniamo a loro, per poter salire sulla nave successiva in partenza da Sausalito, direzione Pier 41 di San Francisco, con tappa intermedia a Tiburon, un'altra località della baia raggiungibile in bicicletta, per i più allenati e temerari, per noi con i bambini è stato sufficiente arrivare a Sausalito. 



Lasciamo le nostre biciclette nel garage della nave, seguendo le indicazioni degli addetti e poi ci dirigiamo verso il ponte per trovare un posto da occupare per goderci la traversata. 
La vista sul Golden Gate è spettacolare anche dal mare, nonostante il solito mantello di nebbia che avvolge quella parte della baia. 




Ci reimpossessiamo delle nostre biciclette e scendiamo in una delle zone più turistiche di San Francisco, Embarcadero, dove si trova il famosissimo Pier 39. Con le biciclette a quell'ora del primo pomeriggio è quasi impossibile pedalare in cinque, in fila, con tre bambini, per cui decidiamo di spingere le nostre bici e non stressarci troppo tra automobili, taxi, bus turistici e turisti distratti.

Il nostro giro in bicicletta per San Francisco termina così, dopo più di 12 chilometri percorsi tra vento, freddo, nebbia, caldo e sole, una vera e proprio avventura per la quale bisogna essere preparati, soprattutto se decidete di farla con i bambini. 



Ecco qui la lista di tutte le informazioni pratiche che dovete sapere per percorrere il Golden Gate in bicicletta, rientrando in barca da Sausalito. 

- La scelta delle compagnie di noleggio di biciclette a San Francisco è ampia, eccone qui alcune: 




- Casco, lucchetto, borsina porta oggetti e mappa sono inclusi nel prezzo del noleggio.


- Prenotando online con anticipo ci sono sconti.


- Noleggiare le biciclette a San Francisco per una famiglia non è economico, ma è una di quelle esperienze che vale la pena fare. Le tariffe possono essere all'ora o al giorno. Noi abbiamo optato per quella giornaliera perché  non sapevamo esattamente quanto ci avremmo messo per andare a tornare. Il noleggio di una bici da adulto si aggira sui 30/35 $ al giorno. Le bici dei bambini invece sui 20$ al giorno. 


- Alcune compagnie di noleggio possono vendere anche i biglietti per il rientro in barca.


- E' importante che siate equipaggiati con l'abbigliamento giusto. Anche nei giorni estivi è bene essere vestiti a cipolla e una giacca per il vento e la pioggia è sempre meglio averla nello zaino. 


-  Non dimenticate acqua e snack da consumare durante il percorso.


- Il kit medico con disinfettante, cerotti e tutto il necessario in caso di cadute è bene averlo nello zaino, non si sa mai con i bambini!


- I noleggi offrono una vasta scelta di attrezzature per pedalare con i bambini, dai seggiolini ai carrelli, dal tagalong ai tandem. 


- Considerate che nei periodi di alta stagione i noleggi sono presi d'assalto dai turisti e che i tempi per effettuare le pratiche necessarie possono variare dai 15 minuti ai 40  minuti. Viene richiesta una caparra e un documento di identità. 


- Guardate sempre il meteo prima di decidere di intraprendere questa avventura, ci possono essere giornate in cui il vento soffia davvero forte nella baia e pedalare sul ponte potrebbe risultare particolarmente difficile e pericoloso.


- Una volta arrivati a Sausalito recatevi subito al molo per fare i biglietti ed assicurarvi il posto nelle successive navi in partenza, soprattutto se è alta stagione e recatevi al molo almeno una mezzoretta prima della partenza perché la fila di turisti in bicicletta che vogliono imbarcarsi può essere davvero lunga.


- Se volete evitare la confusione sul ponte e pedalare serenamente vi consiglio di percorrere il Golden Gate Bridge al mattino presto. 


- Mantenete sempre la destra, state in fila indiana e date la precedenza ai pedoni, rispettando il limite di velocità indicato nei cartelli all'ingresso del ponte. Lungo il ponte ci sono i "controllori" a bordo di piccole macchinine pronti a riprendere i turisti non diligenti.


- Quanto ci vuole per percorrere il Golden Gate Bridge in bicicletta? Difficile rispondere a questa domanda perché è veramente soggettivo. Da più o meno Fisherman's Wharf fino a Sausalito sono poco più di 12 chilometri. Ci sono due salite impegnative, il resto è pianeggiante o in discesa. I punti panoramici in cui fermarsi in ammirazione sono diversi, per cui direi che è una di quelle passeggiate in bici da fare con calma, prendendosi tutto il tempo neccessario, soprattutto con i bambini. 

Anche lungo il ponte ci sono degli spiazzi in cui fermarsi e affacciarsi sulla baia. 
Noi ci abbiamo messo circa 3 ore per arrivare a Sausalito, ma ci siamo fermati davvero tante volte. 

- L'accesso al ponte è gratuito per i ciclisti. Nel sito ufficiale del Golden Gate Bridge ci sono indicati gli orari in cui percorrere il ponte da un lato (east side), quello che affaccia su San Francisco, o sull'altro (west side), quello che affaccia sulla baia. Le compagnie di noleggio spiegano comunque a tutti i turisti su che lato percorrere il ponte a seconda degli orari o è indicato nelle mappe che vi forniranno. (Qui trovate le info ufficiali hwww.goldengatebridge.org



Spero d'essere stata utile a chi si sta preparando per questa meravigliosa esperienza e buona pedalata!



















MaFa

MammaFarAndAway

2 commenti:

  1. Epici!
    Muoversi in una città tanto trafficata con dei bimbi e per di più in bicicletta è da veri eroi. Foto bellissime, come sempre!!
    Baci, Fabi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh bella Vale, che bello riaverti tra i commenti! E' stata una bella avventura, davvero, che spero ricorderanno per tanto, tanto tempo!

      Elimina