L'organizzazione delle Lego, la nostra passione

Dicono che certe passioni si tramandano di padre in figlio. Succede con il calcio, con la musica, con la cucina o quant'altro. 

A noi è successo con i Lego.

BabboFarAndAway non ha passato solo il gene "io amo le lego", ma pure i suoi mattonicini lego in "carne ed ossa", tenuti con cura per 30 anni in una scatola e tirate fuori al momento giusto, esattamente nel febbraio 2011.


Da allora è un crescendo di costruzioni, di ore passate a inventarsi castelli, veicoli, personaggi e pure a torturarci con la lista di lego che vorrebbero per Natale o per il compleanno.

Lo sanno bene i nostri amici in Francia con i quali abbiamo condiviso 4 anni di feste di compleanno, l'ultima a tema lego, nelle quali alla domanda "che regalo vorrebbero Lorenzo e Daniele?" la risposta era sempre LEGO, cambiava solo la serie:
#ad
Lego City quella dei poliziotti e pompieri, 
Lego Technic per le costruzioni più ingegnose con pezzi speciali, 
Lego Chima la serie nel mondo mistico di Chima, 
Lego Heros con i suoi supereroi tanto amati, 
Lego Star Wars ispirati al mitico film Guerre Stellari, 
Lego Galaxy Squad ispirata al mondo dello spazio e le 
Lego Creator che con gli stessi pezzi permettono di costruire 2 o 3 creazioni differenti.

Io lo ammetto senza vergogna: sono negata con i lego.
Non chiedetemi di costruire una macchinina perché non andrei oltre a quattro ruote, un volante e un seggiolino. 

Il mio ruolo nel gioco dei Lego è "l'organizzazione", ruolo non di poca importanza del resto!

Per far sì che diano libero sfogo alla loro fantasia i lego devono essere sistemate con logica, devono essere facilmente riconoscibili per colore e per tipologia, soprattutto quando la quantità di mattoncini e pezzi vari diventa elevata.

Lo dicono pure nei librettini lego!


Lo abbiamo constatato anche durante la nostra prima volta a Legoland, quando giocando in una delle stanze per la costruzione di lego, gli addetti davano ai bambini dei vassoi con scomparti nei quali i pezzi che servivano per la costruzione erano separati con il criterio del colore.

Noi la scatola con scomparti ce l'abbiamo da tanti anni, grazie al nonno, un altro appassionato di costruzioni, che ne ha fatta una a misura per noi. 

Potete trovarne simili in plastica qui.



Da un po' di tempo a questa parte i lego sono diventati talmente tanti che la scatola non bastava più; per cui sono andata alla ricerca di una soluzione che permettesse di sistemarli tutte per bene senza che fuoriuscissero appena i maschietti infilavano le dita dentro per cercare un pezzo misterioso.

Siamo passati così alla cassettiera



Una bella colonna dai cassetti colorati di dimensione A4 nella quale abbiamo riposto tutti i pezzi divisi per tipologia: ruote, basi, omini e accessori, vetrini e lucine, volanti e seggiolini etc. 

Ogni cassetto è stato etichettato per riconoscerlo meglio.



Ecco non vi immaginate i miei figli come dei santi che mettono a posto ogni singolo pezzo, sarebbe troppo bello e irreale! Diciamo che vanno spronati e piano piano vedo qualche segno di miglioramento. 

Qui vi consiglio alcune cassettiere simili alla nostra e pratiche, se state pensando di organizzare le lego come abbiamo fatto noi:

#ad



In camera circolano due appositi contenitori, tipo cestini, nei quali vengono messi i pezzi che finiscono sotto i miei piedi, che ritrovo nelle scale o sotto il sedere sul divano o qualche volta in bagno, perché capita pure che l'omino lego vada a far pipì con i bambini!



Diciamo che il prossimo passo sarà quello di munirsi di uno di questi contenitori più di design per i lego sparsi in giro:

#ad
 

Altra novità in questa nuova casa è il tavolo Lego.

Il nostro sogno era questo:

Fonte: http://kidsactivitiesblog.com/8741/how-to-build-a-lego-table

per adesso ci accontentiamo di questo:


Abbiamo unito due piccole scrivanie economiche e abbiamo incollato sopra con nastro biadesivo le piste/basi lego (le potete trovare qui #ad).

Idee simili di tavolo per lego possono essere queste:

#ad


Finalmente ci siamo decisi a fare un piano di gioco per i bambini, con le vecchie piste di Babbo e una base verde nuova messa nel centro che è il settore di mia figlia, per le sue Lego Friends
#ad




Un'altra cosa essenziale è l'organizzazione dei libretti di istruzioni Lego

Da anni cataloghiamo le istruzioni in un quadernone ad anelli con carpettine trasparenti.

 
A dire il vero, per essere ancora più precisa, mi piacerebbe dividere le istruzioni per tema, ma il tempo è sempre poco e le istruzioni sono troppe!


Al librone delle istruzioni si è aggiunto in queste ultime settimane il libro "The Lego Book", che è diventata la lettura dei ragazzi in inglese e fonte di ispirazione per le loro nuove costruzioni.

Qui vi lascio i link di alcuni dei libri Lego che abbiamo anche noi:

#ad




Sono quasi 4 anni che i Lego fanno parte della nostra quotidianità ed insieme al divertimento, sono stati e continuano ad essere fonte di crescita delle capacità dei bambini. 

Con i Lego hanno imparato a moltiplicare e addizionare senza rendersene conto.

Con i Lego hanno imparato la geometria: i perimetri, le aree, la profondità, la lunghezza e la larghezza.

Con i Lego hanno imparato la negoziazione - o quasi e non sempre - ma con un po' di aiuto riusciamo nel "me lo presti quel pezzo", "facciamo a cambio", "la costruiamo insieme".

Con i Lego hanno sviluppato la creatività che via via che passa il tempo è sempre meglio.

Macchina con rimorchio Lori - 2011
Macchina dei birbi di Dani - 2012
Motoscafo di Paola - Luglio 2014
Aereo di Dani - Agosto 2014
Base-prigione di Paola - Ottobre 2014
Torre di comando di Lori e Dani - Ottobre 2014
Base agenti segreti Lori e Dani - Settembre 2014
Struttura con ruspa di Lori e Dani - Ottobre 2014
Macchinina di Paola - Ottobre 2014
Macchina di Dani - Settembre 2014
Base multilivelli Lori e Dani - Ottobre 2014


Disclaimer
Nel post trovate dei link Affiliate Amazon, ciò vuol dire che se decidete di cliccare su quei determinati link e procedete all'acquisto dei prodotti dal sito Amazon, io riceverò una minima percentuale sul vostro acquisto, senza che questo vada ad intaccare il prezzo del prodotto da voi scelto. Fondamentalmente se utilizzerete questi link contribuirete a supportare questo blog e il mio lavoro non remunerato che faccio con passione e dedizione da anni e che spero vi sia stato spesso d'aiuto. Grazie di cuore, Fabiana