Weekend a Londra: itinerario di due giorni a piedi

    Home / Viaggi / Inghilterra /
    weekend a Londra

    Decidere cosa vedere a Londra in un weekend richiede una lunga fase decisionale, perché la capitale inglese ha talmente tanto da offrire che non è per niente facile capire da dove iniziare e cosa scegliere di vedere e di fare.

    Vivo a mezz'ora di treno da Londra e l'ho visitata diverse volte, ma questo weekend londinese è stato diverso per me.

    Non ho viaggiato con i miei tre figli e mio marito, ma con un'amica che mi ha raggiunto da Nottingham. Volevamo fare qualcosa di speciale, solo io e lei e l'idea di passare due giorni a Londra è stata accolta con entusiasmo da entrambe.

    Ci siamo messe subito a definire cosa volevamo vedere a Londra in un weekend, considerando i nostri gusti e la voglia di muoverci solo a piedi, per assaporare al meglio l'atmosfera e la bellezza di questa città.

    Non c'è dubbio che girare per Londra a piedi ha il suo fascino: rimani spiazzato e affascinato da quanto ogni singola strada possa avere qualcosa di particolare, dal piccolo locale etnico al negozio che vende cose particolari, dal palazzo storico al murales che non ti aspetti, dai mercatini alle bancarelle di street food, dai negozi di libri ai tantissimi café (per "café", in inglese, si intende "bar") e soprattutto ti rendi conto meglio delle zone in cui ti trovi, impari a orientarti in base a quale ponte hai percorso sul Tamigi e senti che stai vivendo Londra a pieno, imparando a conoscerla passo dopo passo.

    Insomma decidere di visitare Londra a piedi è stata per noi un'ottima idea, anche se indubbiamente stancante.
    Non credo avrei potuto fare tutti quei chilometri, da un quartiere all'altro, con i miei figli al seguito.


    Cosa abbiamo visto in un weekend a Londra?

    Per rispondere a questa domanda è necessario fare una premessa: alcune attrazioni principali come il Big Ben e Westminster, il London Eye, Piccadilly CircusRegent's Street, Buckingham Palace, St James's Park, il Natural History Museum e il Science Museum, Camden e Regent's Park le avevamo già viste, per cui non ci siamo focalizzate su queste, cosa che invece generalmente si fa quando si arriva a Londra per la prima volta.

    In più, io e Miriam, avevamo una lista di cose particolari da fare a Londra:

    Lei voleva entrare in alcune delle bellissime librerie di Londra (le librerie di Londra per bambini le trovate qui)
    Io volevo portarla nella mia libreria di viaggi preferita
    Lei voleva andare al British Museum
    Io volevo salire sullo Sky Garden
    Lei voleva andare a comprare i cupcake e cookies nel negozio di una famosa youtuber di dolci
    Io volevo cenare in un pub speciale
    Lei voleva perdersi in Covent Garden
    Io volevo entrare nell'incredibile House of MinaLima
    Lei voleva godersi la natura di Hyde Park
    Io volevo esplorare Notting Hill.

    case colorate notting hill

    Questa lista è per dirvi che ognuno di noi ha gusti e voglie diverse e Londra ha talmente tanto da offrire che c'è da fare e da vedere per tutti.

    L'importante è pianificare bene le distanze, le attività (con dovute prenotazioni in anticipo, se necessarie), calcolare le pause, definire gli spostamenti per non rischiare poi di perdersi tra mille cose e girare solo come trottole nella folla delle zone più turistiche.

    Se poi volete godervi Londra in tutta la sua bellezza, vi consiglio di iniziare presto la mattina, mettetevi in marcia quando la città non è ancora completamente sveglia e l'assenza di turisti vi permette di notare cose che altrimenti rischiate di non vedere nemmeno. Leggendo l'itinerario di due giorni a piedi capirete cosa intendo.


    In che periodo abbiamo fatto il weekend a Londra?

    Sono stata a Londra per un weekend, da sabato mattina a domenica pomeriggio, a metà ottobre ed ho avuto la fortuna di trovare due giornate miti, di sole, intervallate da qualche momento di cielo coperto e un po' di pioggia, ma non posso di certo lamentarmi.

    Vivo in Inghilterra da tanti anni e sono consapevole di quanto il clima inglese possa essere capriccioso. L'importante è essere preparati!

    Nello zaino, che mi sono portata dietro lo stretto necessario per il weekend, ero vestita a cipolla (e alcuni stradi non mi sono serviti!) e avevo una giacca leggera da pioggia e un piccolo ombrello.


    Che budget avevamo per visitare Londra?

    Ci siamo date un tetto massimo di £100 a testa per la notte in hotel, prenotato con Booking. Sappiamo bene quanto i prezzi degli alloggi a Londra siano folli e abbiamo messo in conto che avremmo speso un po' per una camera di hotel decente, con colazione esclusa.

    La colazione l'abbiamo fatta in giro: cappuccino e brioche per poco più di £6.00/£7.00, ma dipende dai posti, e ci siamo concesse un paio di caffè dopo pranzo mentre giravamo per la città.

    Abbiamo giocato la carta del risparmio per pranzo, sfruttando il meal deal di cui vi parlo più sotto e ci siamo concesse una cena al pub il sabato sera (£15.00 a testa, senza aver bevuto alcolici).

    Con circa £140.00 (escluso il costo del biglietto del mio treno per raggiungere la capitale dal Surrey, regione in cui vivo) ho passato un weekend a Londra, senza spendere nulla in ingressi in attrazioni particolari o in biglietti della metropolitana, ma tornando a casa con le gambe dolenti per quanto abbiamo camminato!

    Ma arriviamo, nel dettaglio, al mio weekend a Londra: itinerario di due giorni a piedi.

    GIORNO 1
    Wellington Street
    Broad Court e le sue cabine colorate
    Libreria London Review Bookshop
    Covent Garden
    House of MinaLima
    Kingly Court di Soho
    La libreria storica di Piccadilly
    Il South Bank di Londra
    Tate Modern
    Millenium Bridge
    La City di Londra
    Oxford Street
    GIORNO 2
    Notting Hill
    Hyde Park
    Hyde Park Stables e Bathurst Mews
    Mayfair
    British Museum

    GIORNO 1

    Il mio itinerario di due giorni a Londra, a piedi, inizia dalla stazione di London Waterloo, a due passi dal vibrante e imperdibile South Bank.
    Diciamo che alle 8.00 del mattino, orario in cui sono arrivata con il treno, di vibrante c'era solo l'arietta fresca del mattino, ma non credo sia spiegabile a parole la mia emozione nel vedere questa zona di Londra che conosco bene così deserta. Solo io e qualche sportivo intento a correre nella calma del mattino.

    itinerario di due giorni a londra

    Dovevo dirigermi verso il luogo di incontro stabilito con la mia amica: una libreria non lontano dal British Museum.

    Per cui, dal South Bank mi sono diretta verso il Waterloo Bridge, per attraversare il Tamigi e trovarmi nella zona di Covent Garden.


    Wellington Street

    Ho percorso Wellington Street, passando davanti a Somerset House, un imponente edificio in stile neoclassico, frutto di diverse ricostruzioni, che ospita gallerie d'arte ed è visitabile, gratuitamente, ma alcune esposizioni o eventi vanno prenotati in anticipo.

    zona dei teatri di londra

    Un altro edificio che non può passare inosservato è il Lyceum Theatre, che mi ha dato il benvenuto nell'ingresso della famosa zona di teatri di West End con la sua facciata dedicata ad uno dei musical più famosi di Londra: The Lyon King che ormai è di casa in questo teatro.

    Per West End si intende la parte ovest della città di Londra, che include diversi quartieri e ospita una quarantina di teatri, mete gettonate dai turisti ma soprattuto dai britannici, che hanno una passione smisurata per teatri e musical.

    west end londra

    Ho proseguito su Bow Street, passando davanti all'incredibile Royal Opera House, visitabile gratuitamente grazie all'accesso alla terrazza del quinto piano dove ci sono ristoranti e bar.


    Broad Court e le sue cabine colorate

    Dopo il Royal Opera House mi sono infilata in un piccolo vicolo sulla destra chiamato Broad Court, famoso per la presenza della statua di bronzo della Young Dancer realizzata da uno scultore italiano, Enzo Plazzotta, ma oggi anche per le sue cabine telefoniche colorate dedicate al LGBT.

    cabine colorate londra

    Ammetto d'essere passata qui un paio di volte prima di questa occasione, ma sempre in momenti più affollati della giornata e non avevo mai notato queste cabine telefoniche!


    Libreria London Review Bookshop

    Mi sono diretta verso il punto di incontro con la mia amica: una delle tante librerie che ci siamo ripromesse di vedere durante questo itinerario, la London Review Bookshop, a due passi dal British Museum.

    libreria di londra

    Una libreria indipendente, non solo un mero negozio di libri ma un luogo di incontro, accogliente, vivace, grazie alla presenza del suo café annesso e lo spazio nella corte esterna con sedie e tavoli.


    Covent Garden

    Da qui è iniziato ufficialmente il nostro giro per Covent Garden, toccando alcuni punti che entrambe volevamo vedere. Covent Garden non è solo il mercato coperto, la piazza con gli artisti di strada e i tanti negozi intorno. Ci sono angolini più nascosti che sono assolutamente da vedere e questo era il nostro obbiettivo.


    Neal's Yard

    Abbiamo iniziato da Neal's Yard raggiungendolo passando davanti al famoso The Shaftesbury Theatre con la sua facciata imponente, di giorno e di notte!

    teatri londra

    Nell'incrocio dove si trova questo teatro non potrete non notare un palazzo dalla facciata di diversi colori: quella è una delle sedi di Google.

    Neal's Yard è una piccola gemma nascosta di Covent Garden. E' necessario infilarsi negli stretti vicoli che ne permettono l'accesso per ritrovarsi in una piccola piazzetta dagli edifici colorati che ospitano caffetterie, locali e negozi indipendenti.

    zone carine di covent garden

    Mercer Walk e la libreria di viaggi

    Dopo aver respirato l'energia del mattino di Neal's Yard, ciò significa averla vista con poca gente rispetto al suo solito, ci siamo dirette verso al seconda tappa che avevamo in lista per Covent Garden e dintorni: la mia libreria di viaggi preferita in cui Miriam non era mai stata.

    Per raggiungerla siamo passati dall'iconico Seven Dials, la piazza nel quale confluiscono 6 strade tra Covent Garden e Soho, e da Mercer Street dove non potete non notare il famoso London Graphic Centre e gli edifici decorati tutt'intorno.

    vie belle di covent garden

    E' qui che qualche passo più avanti dovrete infilarvi in Mercer Walk per raggiungere la famosa Stanfords, una libreria specializzata in mappe, guide turistiche, romanzi di viaggio e una varietà infinita di articoli legate al tema travel, indubbiamente una delle librerie più belle e particolari di Londra.

    libreria di viaggi londra

    Il mercato coperto di Covent Garden

    Qui siamo a due passi dal cuore pulsante e più turistico di Covent Garden con il suo mercato coperto, le sue piazze invase da artisti di strada, i suoi locali e negozi particolari.

    Noi siamo entrate in due negozi in particolare: Sass & Bell, un negozietto di oggettistica carinissimo che affaccia sulla piazzetta nel piano interrato di Covent Garden e The Mooomin Shop, nel piano terra, il negozio unico e particolare dedicato al personaggio dalla forma da ippopotamo dei libri per bambini ideato da uno scrittore e illustratore finlandese, molto amato dalla figlia di Miriam.

    covent garden londra

    La chiesa di Covent Garden

    Una graditissima scoperta per me è stato il cortile interno della chiesa di Covent Garden, St Paul's Church, che per molti può passare inosservata. E' una piccola oasi di pace, immersa in un giardino con roseti e con tante panchine in cui sedersi a rilassarsi.

    chiesa di covent garden

    Le vie di Harry Potter in Covent Garden

    C'erano un paio di vie un po' nascoste in cui volevo portare Miriam, un'appassionata di Harry Potter e per arrivarci abbiamo percorso New Row, che vi consiglio, anche solo per ammirare uno dei più bei negozi di cappelli di Londra: Laird Hatters.

    Il primo vicolo in cui volevo portare Miriam era Goodwin's Court, accessibile dal lato di Bedfordbury o dal lato di St Martin's Lane, a voi la scelta.
    Qui per pochi metri vi sembrerà d'essere anni luce lontani da Covent Garden e dalle sue vie dello shopping, qui vi troverete sospesi nel tempo in una via che sembra aver ispirato Diagon Alley del famoso Harry Potter.

    vie di harry potter londra

    Per rimanere a tema Harry Potter, se uscite da Goodwin's Court dal lato di St Martin's Lane e attraversate la strada, lì, sulla sinistra non potete non notare Cecil Court, la via di negozi d'arte, antiquariato, librerie storiche e altre curiosità. Un'altra via che fortunatamente è rimasta ferma nel tempo ed anche questo un luogo che ha ispirato l'autrice di Harry Potter.

    angoli di harry potter covent garden

    Sempre in Covent Garden, percorrete Floral Street, famosa per i suoi pali colorati e i suoi negozi.

    strade di covent garden

    Dopo questa immersione nell'energia frenetica di Covent Garden ci siamo dirette verso Leicester Square dove la fila per entrare nel famoso Lego Store era già lunghissima. Abbiamo deviato verso Chinatown, entrando dal lato di Wardour Street, dove si trova il famoso Chinatown Gate.


    House of MinaLima

    Proseguendo dritti in questa strada ed entrando nel quartiere di Soho a un certo punto, sulla sinistra, si trova uno dei luoghi che tutti gli amanti di Harry Potter devono visitare una volta nella vita: House of MinaLima.

    museo harry potter londra

    E' il negozio-museo, ad ingresso libero, dei due designer che, con la loro visione artistica, hanno creato tutta la grafica della serie di film di Harry Potter: Miraphora Mina e Eduardo Lima. Gli anni di lavoro e collaborazione insieme li hanno guidati nella fondazione del loro studio di design, MinaLima.

    Nella House of MinaLima vedrete la collezione delle loro creazioni, alcuni pezzi unici e tantissimi gadget del mondo di Harry Potter.

    Vi consiglio di andare subito nel piano interrato, di solito meno affollato del piano terra, dove si trova la parte più bella e interessante della gallery.

    house of minalima

    House of MinaLima è aperta tutti i giorni dalle 11.00 alle 18.00, ma gli ultimi ingressi sono alle 17.30.

    E' molto comune trovare la fila per entrare, che viene gestita dal team del negozio che si occupa di lasciar entrare un determinato numero di persone alla volta.
    Considerate almeno mezz'ora per godere al meglio della visita.

    Noi l'abbiamo raggiunta a piedi, ma se volete arrivarci con i servizi pubblici, le stazioni della metro più vicine sono quelle di Oxford Circus e di Tottenham Court Road. Anche le stazioni di Leicester Square e Piccadilly Circus sono nei paraggi, a circa 10 minuti a piedi. Dopo aver visitato gli Studios di Harry Potter con i miei figli, posso affermare che anche questo piccolo museo gratuito dedicato a Harry Potter è assolutamente da vedere.


    Kingly Court di Soho

    Ed è nel quartiere di Soho che si trova una meta che volevamo toccare con Miriam, diciamo una meta golosa!

    Il nostro obbiettivo era raggiungere Crumbs & Doilies, la boutique di cupcakes e cookies della famosissima Jemma di Cupcake Jemma che la mia amica Miriam e sua figlia seguono da un po'.

    Questa piccola bottega di dolci spaziali e non proprio economici, si trova nell'ingresso di una bella corte chiamata Kingly Court, rinomata per i suoi locali in cui pranzare o cenare (anche se a dire il vero, a Londra, non è che si possa proprio dire qual'è l'orario di pranzo o di cena, che qui i locali sono pieni a tutte le ore!).

    zone carine soho

    In zona Soho non potete non percorrere Carnaby Street con i suoi negozi e la sua bella energia.
    Aguzzate la vista tra la folla per ammirare il grande murales in Broadwick Street, una laterale di Carnaby, intitolato Spirit of Soho. E' stato creato nel 1991 e rappresenta la storia e la gente di questo eclettico quartiere londinese.


    La libreria storica di Piccadilly

    Abbiamo lasciato la zona di Soho per addentrarci in Piccadilly.
    Il nostro obbiettivo era un'altra meta libresca: la libreria più antica di Londra, la famosa Hatchard in Piccadilly.

    libreria storica di londra

    Che siate amanti di libri o meno, non potete non entrare in questo edificio storico, percorrere le sue scale da un piano all'altro e farvi abbagliare dalla scelta pazzesca di testi. Io ho una passione per i libri per bambini e la sua sezione è una delle più carine e ricche mai vista prima.

    E' da Piccadilly che ci siamo incamminate, dopo aver fatto scorta di cibo in un supermercato Tesco Express, verso il South Bank, quindi l'altra sponda del fiume, per pranzare su una delle tante panchine con la vista sul Tamigi.

    Se volete contenere le spese mentre siete in vacanza a Londra, vi consiglio assolutamente quelli che chiamano "meal deal" e che tanti negozi offrono: Tesco, Waitrose, M&S, Sainsbury's e anche le grandi farmacie Boots.
    Con circa £4.00 potrete comprare un panino o un wrap, una bibita e uno snack o frutta ed il prezzo è davvero conveniente se si pensa che un cappuccino costa più di £3.00.

    Trafalgar Square e la National Gallery le abbiamo salutate al volo, per camminare spedite verso il Tamigi, mantenendo lo sguardo attento ai dettagli di questa città:
    The Sherlock Homes, un iconico pub in stile vittoriano ispirato al più famoso detective inglese, ha attirato la nostra attenzione.

    Il suo interno, in pieno stile British, contiene una serie di riferimenti a Sherlock Holmes, soprattutto al secondo piano, dove c'è una vera e propria collezione. E' ovviamente consigliato prenotare se volete aggiudicarvi un tavolo.

    londra in un giorno

    Abbiamo attraversato il River Thames passando su uno dei due ponti pedonali Golden Jubilee Bridges. Se arrivate da Trafalgar Square salite sul ponte di destra, per godere della vista verso il Big Ben e il London Eye, la ruota panoramica di Londra. Sul ponte di sinistra invece si gode della vista sulla City e Canary Wharf, ma da uno non vedi la vista dell'altro perché nel mezzo c'è Hungerford Bridge, un ponte ferroviario.


    Il South Bank di Londra

    Il South Bank è una delle zone di Londra che preferisco e che ha veramente tanto da offrire.
    Per noi oggi è stata di passaggio, l'avevo esplorata già tante altre volte, ma vi consiglio di dedicarci più tempo se ne avete.

    Cosa fare e vedere nel South Bank, la riva sud del Tamigi a Londra?
    Lungo quella che chiamano The Queen's Walk, il grande lungofiume alberato di South Bank, si trovano attrazioni di ogni sorta che rendono questo lato del Tamigi uno dei luoghi imperdibili per chi visita Londra.
    Partendo da ovest andando verso est queste le attrazioni più importanti:

    • Il Garden Museum, un piccolo museo in un'antica chiesa, sconsacrata, dedicato agli appassionati di giardini e giardinaggio. Aperto nel 1972, è stato il primo museo al mondo dedicato alla storia del giardinaggio. Troverete esposizioni, collezioni e opere d'arte che raccontano i giardini inglesi e la passione dei britannici per questo tema. E' possibile salire sulla torre medievale per godere di una vista particolare sulla città. Trovate più informazioni sul sito ufficiale: www.gardenmuseum.org.uk
    • Il Florence Nightingale Museum, un piccolo museo dedicato alla famosa infermiera britannica considerata la fondatrice dell'assistenza infermieristica moderna. Ubicato al piano terra dell'ospedale St Thomas', a due passi dal Westminster Bridge, è aperto dal mercoledì alla domenica e merita un visita per gli appassionati del settore ma anche per chi vuole conoscere un pezzo di storia particolare e tante curiosità su questo tema. Come tanti musei a Londra, anche questo è adatto ai bambini. Non manca l'angolo travestimenti e la visita è interattiva, con giochi, quiz e attività per stimolare i più piccoli. Trovate maggiori informazioni nel sito ufficiale: www.florence-nightingale.co.uk
    • Il Sea Life London Aquarium e il The London Dungeon sono due attrazioni ai piedi del London Eye. Il primo è l'acquario di Londra e l'altro è un percorso, diciamo teatrale, nella Londra macabra dei crimini e orrore. Ovviamente gli attori inscenano il tutto in inglese, per cui un po' di conoscenza della lingua rende sicuramente l'esperienza più comprensibile.
      Se volete visitarli trovate più informazioni sui siti ufficiali (è consigliata la prenotazione):
      www.visitsealife.com/london
      www.thedungeons.com/london
    • Shrek's Adventure, l'attrazione dedicata al famoso film di Shrek, si trova accanto all'acquario di Londra e spesso i biglietti possono essere acquistati in coppia con quelli per il London Eye o per il Sea Life ottenendo un po' di sconto.
      Il sito ufficiale lo trovate qui: www.shreksadventure.com
    • La ruota panoramica di Londra, chiamata London Eye, è una delle attrazioni imperdibili per chi visita Londra la prima volta e per la quale è assolutamente consigliata la prenotazione online. L'orario del tramonto è indubbiamente uno dei momenti migliori per fare il giro sul London Eye, per cui se prenotate in anticipo controllate prima l'ora del tramonto per quella data.Il Jubilee Gardens, è l'area con giardini e un bellissimo parco giochi, a due passi dalla ruota panoramica di Londra.
    • Il Jubilee Gardens, è l'area con giardini e un bellissimo parco giochi, a due passi dalla ruota panoramica di Londra.
    • Il South Bank Centre, un luogo culturale di esibizioni, concerti, presentazioni, incontri e tanto altro. Intorno si trovano locali di ogni genere e l'atmosfera è davvero bella, non potete non immergervi in questa zona. Non perdetevi il Food Market, aperto dal venerdì alla domenica e nei giorni festivi, che si trova nella piazza dal lato Waterloo Station.
    • Il Southbank Skatepark, il parco per gli amanti dello skateboard non passa inosservato.
    • Il mercatino dei libri usati è una tappa fissa che vi ritroverete a fare percorrendo il grande viale del lungo fiume, non potete non notarlo!
    mercatino libri londra
    • BFI British Film Institute
      Fondata nel 1933, è la maggiore istituzione cinematografica britannica, famosa per il suo Festival: London Film Festival. BFI Southbank ospita 4 sale cinematografiche aperte tutti i giorni della settimana con una programmazione per tutti i gusti. Non lontano da qui, verso London Waterloo, si trova anche l'impressionante BFI IMAX, il cinema con il più grande schermo di UK.
    • National Theatre
      Uno dei teatri più famosi di Londra si trova qui nel South Bank e propone spettacoli teatrali tutto l'anno.
    • Gabriel's Wharf
      Un bel angolo di negozi e ristoranti nell'area del South Bank riconvertita in un'area piena di vita e molto amata dai turisti e dai londinesi.
    • Oxo Tower, da non dare per scontata, merita una visita. Qui si trovano gallerie d'arte e negozi di design particolari. Entrate nel cortile interno per rendervi conto di quella che era questa vecchia centrale elettrica e di come è stata convertita in un luogo per gli amanti dell'arte.
      Nella torre Oxo Tower si trova un famoso ristorante e café. E' possibile anche accedere all'8 piano della torre per ammirare una delle viste più belle di Londra, senza spendere nulla.
    zone belle di londra

    Tate Modern

    Continuando sul lungo fiume si raggiunge il Tate Modern, una delle destinazioni più amate dagli appassionati di arte. Entrate anche solo per salire fino alla terrazza panoramica o per camminare nelle sale di esposizione delle mostre permanenti gratuite.


    Millenium Bridge

    E' proprio di fronte al Tate Modern che si trova il Millenium Bridge, il ponte pedonale più famoso di Londra che collega la sponda sud di Londra alla City, che dà il benvenuto con l'imponente Saint Paul's Cathedral sullo sfondo.

    city di londra

    La City di Londra


    Lo Sky Garden

    Noi siamo venute qui per salire sullo Sky Garden, dopo aver prenotato i biglietti gratuiti online, sul sito ufficiale, con un mese di anticipo.
    Era un'esperienza che non avevo mai fatto e ne è valsa la pena.

    visitare lo sky garden

    Quando siamo arrivate noi, la coda era abbastanza lunga e solo per chi aveva i biglietti.

    Il ragazzo all'ingresso ci ha detto che in alcuni momenti della giornata, se non ci sono troppi visitatori possessori dei biglietti, lasciano entrare anche le persone "walk-in" cioè quelli senza biglietto.
    A tutti viene chiesto un documento d'identità.

    Chi ha i biglietti prenotati per lo Sky Garden deve arrivare in tempo per l'ingresso del suo slot di orario.

    In caso di ritardo non assicurano che l'ingresso allo Sky Garden possa essere garantito.
    All'entrata preparatevi ad effettuare l'ispezione come in aeroporto e a salire fino al 35esimo piano con un'ascensore molto rapido (sentirete la pressione nelle orecchie!).

    Per alcune persone il cambiamento di altitudine così veloce può causare nausea, vertigini o malessere. Tenetene conto prima di avventurarvi al 35esimo piano.

    Una volta arrivati lassù, sospesi nel cielo di Londra e circondati da un incredibile giardino, non ve ne pentirete. La vista spazia sul Tamigi e le sue curve, si vede benissimo il Tower Bridge e la Torre di Londra da un lato e tutta la City dall'altro e non si può non notare lo Shard di Renzo Piano.

    sky garden di londra

    Se per caso non riuscite a trovare i biglietti per lo Sky Garden o se avete tempo, considerate di salire anche su un altro palazzo della City, meno conosciuto ma altrettanto impressionante, che si chiama The Garden at 120, da lì la vista è anche sullo Sky Garden! L'ingresso è gratuito e non è necessaria la prenotazione.


    Leadenhall Market

    Intorno allo Sky Garden potete visitare Leadenhall Market, un mercato storico, del 1300, oggi in stile vittoriano, situato in quella che era la Londra Romana
    Originariamente era un mercato del cibo, mentre oggi ospita bar, ristoranti e boutique.

    Oggi Leadenhall Market è famoso grazie al successo della saga di Harry Potter, proprio per essere stata la location di alcune scene nel primo film.


    Bow Lane

    Una delle poche stradine della City of London che è rimasta con la sua conformazione originale.
    Il vicolo interseca Watling Street, la via dalla quale si ha una visuale particolare su Saint Paul's Cathedral da non perdere.
    E' in Bow Lane che si trova uno dei pub storici della City, il Williamson's Tavern.


    La Guildhall

    L'edificio storico, per secoli sede del municipio di Londra, è uno dei monumenti storici della City di Londra che oggi viene usato per cerimonie ufficiali ed eventi.
    Durante il periodo Romano era qui che si trovava l'anfiteatro Romano i cui resti sono visibili nella Guildhall Art Gallery.


    Fleet Street

    L'abbiamo percorsa tutta per recarci nella destinazione speciale della nostra cena, dopo una giornata passata a girare come trottole per Londra.
    Fleet Street, citata anche in alcune opere di Dickens, è una via famosa per i suoi edifici storici e soprattutto per aver ospitato le sedi di tantissime testate giornalistiche inglesi, tra le quali spicca l'edificio del Sunday Post.

    via famosa della city

    E' lungo questa via che si trova la Corte di Giustizia da un lato e Prince Henry's Room, una delle poche case ad essere sopravvissuta al grande incendio di Londra del 1666.

    Ed è vicino alla Corte di Giustizia che si trova uno dei pub più belli di Londra dove abbiamo cenato.

    All'interno dell'edificio, che prima era la sede della Banca d'Inghilterra, (dal 1888 al 1975) c'è The Old Bank of England Pub.

    pub bello di londra

    Se volete cenare qui vi consiglio di prenotate in anticipo tramite il loro sito per aggiudicarvi un bel tavolo in una delle sale storiche.
    Non perdetevi il bus rosso a due piani parcheggiato nella corte esterna, in cui potrete sedervi e sorseggiare una birra.


    Oxford Street

    E' stato dopo esserci riempite la pancia con un ottimo burger e delle patatine fenomenali che ci siamo incamminate verso il nostro hotel in zona Hyde Park, non lontano da Notting Hill.
    Abbiamo assaporato la vita serale londinese sulla conosciutissima Oxford Street, affollata di gente intenta a fare shopping da un negozio all'altro, aperti fino alle 21.00 (tranne la domenica che chiudono alle 18.00).

    Dopo il delirio del sabato sera di Oxford Street, abbiamo raggiunto la nostra camera d'albergo: un alloggio comodo, pulito e in ottima posizione.

    Non era perfetto, ma andava bene per il prezzo che avevamo pagato e soprattutto per essere nel cuore della zona che avevamo intenzione di visitare nel secondo giorno del nostro itinerario.

    Abbiamo scelto l'hotel sulla base del nostro budget (non più di £100 a testa), del bisogno di avere un alloggio in un'area tranquilla e abbastanza centrale e della necessità che avesse comunque delle buone review e fosse pulito.

    Tra le varie offerte dei motori di ricerca abbiamo optato per The Royale Chulan Hyde Park Hotel, conosciuto anche con il suo nome precedente Clifton Court Hotel.

    hotel comodo a londra

    Le ricerche dell'hotel a Londra mi hanno preso parecchio tempo, proprio per il fatto che è necessario fare controlli incrociati su diversi portali per capire se il prezzo fosse quello più economico possibile, per leggere le recensioni e per vedere in google maps, con lo street view, se l'area era carina e cosa c'era realmente intorno.

    Tenete conto che molte strutture ricettive di Londra vendono le loro camere sia su Booking che Airbnb o altri portali di prenotazione, ed i prezzi potrebbero variare leggermente, anche in base ad eventuali costi extra come pulizia o costo di prenotazione.

    E' comunque un dato di fatto che gli alloggi a Londra siano cari, per quello che viene offerto, per cui noi ci siamo ritenute fortunate d'aver trovato una camera decente per circa £180.

    Non ci serviva la cucina (ma c'era comunque un piccolo cucinino), il soggiorno o quant'altro, volevamo solo un paio di letti comodi in cui riposarci per poi ripartire a camminare la mattina presto del giorno dopo.

    Quello che vi consiglio, quando cercate alloggi a Londra, è di usare la funzione "mappa" nel motore di ricerca a cui vi affidate, per farvi un'idea della zona in cui state guardando. Londra è grande e da un quartiere all'altro ci può essere tanta differenza.


    GIORNO 2

    Ci siamo riprese dalla giornata intensa, abbiamo ricaricato le energie e alle 8 del mattino del giorno dopo eravamo già in giro per le strade di Notting Hill per approfittare al massimo della giornata di domenica, consapevoli che sarebbe finita presto per via dei nostri treni in partenza nella metà del pomeriggio.

    itinerario di due giorni a londra

    Notting Hill


    Portobello Road

    Abbiamo iniziato dalla famosa Portobello Road che di domenica mattina ha un fascino un po' diverso, direi quasi surreale, senza la confusione e il rumore del mercato o dei turisti in giro.
    La cosa positiva è stato poter fotografare e girare liberamente, senza trovare poi gente nei nostri scatti!

    portobello road cosa vedere

    Portobello road è famosa per i suoi negozi, in particolare Alice's con i suoi oggetti d'antiquariato e quello che era il book shop del famoso film Notting Hill che oggi è un negozio di souvenirs.

    E' nella via di Portobello Road che ci siamo fermate per fare colazione da Gail's, una catena di panifici e produttori di dolci, torte, brioche e torte salate famosa ed ottima. Credo d'aver mangiato qui il miglior almond croissant della storia e ho iniziato la giornata con un ottima mocha (una sorta di cioccolata calda con caffè).


    Altre vie con casette colorate in Notting Hill

    Siamo andate alla ricerca delle famose file di casette colorate di uno dei quartieri più famosi di Londra, ecco qui dove potete trovarle:

    • Saint Luke Mews, con la fila di quelle che erano stalle e sono state riconvertite in case
    • Lancaster Road, con le file di case eleganti dai colori accesi
    • Portobello Road, ovviamente
    • Clarendon Road
    case colorate londra

    Ladbroke Walk e la chiesa di Notting Hill

    E' dopo aver percorso Clarendon Road ed aver curiosato tra le facciate delle casette colorate che ci siamo dirette verso Hyde Park, passando davanti alla chiesetta di Notting Hill, St John's Church e scoprendo per caso una via deliziosa di casette colorate, chiamata Ladbroke Walk.

    angoli belli di Londra

    Hyde Park

    Hyde Park ci ha accolte con un bellissimo sole autunnale e i suoi colori abbaglianti, in una domenica mattina tranquilla fuori dal chaos della città.

    Siamo entrate nell'ingresso di nord ovest, quello che porta al bellissimo Diana Memorial Playground (se girate per Londra con bambini dovete assolutamente portarli qui!) e poi al Round Pond su cui affaccia "la ex casa di Kate" come diceva la mia amica Miriam.

    parco di londra

    Stiamo parlando di Kensington Palace, la residenza reale conosciuta per aver ospitato molti componenti della Royal Family. E' la residenza in cui è nata la Regina Vittoria e in cui hanno vissuto i giovani della famiglia reale.

    Kensington Palace è visitabile: si possono esplorare i giardini, le stanze degli Appartamenti di Stato e le stanze della Queen Mary II, la mostra dedicata alla vita della Regina Vittoria e la collezione dei gioielli nella Jewel Room.

    Avevo visitato Hyde Park altre volte, ma mai questo lato del parco e uno dei punti che ci tenevo a vedere era il Princess Diana Memorial Fountain, cioè la particolare fontana nonché memoriale della Principessa Diana.

    Averlo visto in una calma giornata di sole con poca gente intorno mi ha trasmesso una pace incredibile, con quel fluire calmo dell'acqua che scorre in una composizione architettonica studiare per dare esperienze sensoriali ai bambini che sono invitati a metterci i piedi dentro. Immagino che nelle calde giornate estive si trasformi in una sorta di parco giochi con bambini urlanti, ma io mi sono goduta la pace.


    Hyde Park Stables e Bathurst Mews

    Non ci siamo inoltrate nel lato est del parco, perché volevamo raggiungere le Hyde Park Stables, le stalle di Hyde Park, che si trovano vicine all'uscita del parco nella zona dei giardini italiani.

    Per raggiungerle abbiamo costeggiato parte del laghetto di Hyde Park, The Long Water e siamo passate davanti alla statua di Peter Pan.

    Le Hyde Park Stables offrono lezioni a cavallo nell'iconico Hyde Park, per adulti e bambini. Ecco, noi non volevamo andare a cavallo (anche se sarebbe sicuramente stata un'esperienza carina) ma volevamo vedere le vecchie stalle, riconvertite in case, in Bathurst Mews, uno dei Mews più belli di Londra.
    Altre file di casette colorate, Mews, si trovano in Hyde Park Gardens Mews, Radnor Mews e Lancaster Mews.

    cosa vedere hyde park

    Mayfair

    Da Hyde Park ci siamo incamminate verso il British Museum (avevamo i biglietti prenotati per il dopo pranzo) passando per il quartiere di Mayfair, a sud della famosa Oxford Street.

    Avremmo potuto di nuovo percorrere l'affollata via della shopping, ma abbiamo optato per le vie parallele per esplorare il quartiere Mayfair con le sue piazze tranquille e vie residenziali come Grosvenor Square, dove si trova l'Ambasciata Italiana e le belle vie dello shopping, meno affollate di Oxford Street, come Brook Street, in cui potete ammirare uno degli alberghi 5 stelle più belli e storici di Londra, Claridge's.

    Non lontano da qui si trova il Mercato Mayfair, conosciuto anche come Mercato Metropolitano, una chiesa sconsacrata che ospita un insieme di locali in cui poter pranzare o cenare. Un posto veramente originale e unico per gli amanti del buon cibo.

    E' lungo Brook Street che si interseca South Molton Street, un'altra via molto carina così come New Bond Street, una via storica oggi sede di centinaia di negozi di lusso, in contrasto con l'atmosfera più popolare di Oxford Street.

    quartiere mayfair

    In fondo a New Bond Street si trova Churchill and Roosevelt Allies Sculpture, la scultura inaugurata nel 1995 per celebrare i 50 anni dalla fine della seconda guerra mondiale.
    Percorrere New Bond Street di domenica mattina, poco prima dell'apertura dei negozi, è stata un'esperienza sociale non indifferente: vedere la gente in fila davanti alle vetrine, pronti a spendere i loro capitali in negozi di iper lusso ci ha fatto un po' effetto, soprattutto dopo aver incontrato tantissimi senza tetto in giro intorno a Hyde Park e nelle vie trasversali di New Bond Street.

    Dal quartiere di Mayfair, dopo aver percorso tutta New Bond Street e Old Bond Street ci siamo ritrovate in Piccadilly, dove a parte negozi ed hotel di lusso si trova anche Burlington House, sede della Royal Academy of Arts e di altre associazioni artistiche e scientifiche.

    burlington house

    British Museum

    Abbiamo raggiunto la nostra meta finale, il British Museum, verso le 13.00, dopo esserci fermate in uno dei tanti Tesco Express in zona Piccadilly per prenderci il nostro Meal Deal e consumarlo nelle pace del cortile della chiesa di Covent Garden.

    Per visitare il British Museum abbiamo prenotato i biglietti, gratuiti, sul sito ufficiale qualche giorno prima, ma ammetto che nessuno li ha controllati all'ingresso. In compenso ci hanno controllato zaini e borse, lo fanno con tutti, uno a uno, motivo per cui la coda potrebbe risultare lunga.

    La fila era di circa 10 minuti, ma quando siamo uscite era triplicata, per cui se decidete di visitare il famoso museo londinese, organizzatevi per tempo e calcolate almeno un paio d'ore se volete perdervi tra le varie gallerie ed esposizioni.

    Noi non avevamo tantissimo tempo a disposizione e credo che per poterlo visitare tutto ci vorrebbero giorni e giorni.

    Se non avete tutto questo tempo, fate come noi, scegliete prima la sezione che vi interessa e alla quale volete dedicarvi. Per noi è stata la parte Egizia, impressionante con tutti quei sarcofagi preziosi e ben conservati.

    british museum di londra

    Anche solo entrare nell'atrio del British Museum è un'esperienza e non perdetevi il grande shop con libri di ogni tipo, molti dei quali dedicati alla storia e all'arte e spesso non facilmente reperibili in altre librerie "normali", e tantissimi gadget a tema Londra e British Museum.

    Il mio itinerario di due giorni si è concluso nella stazione di Waterloo, dopo aver salutato con un grande abbraccio la mia compagna di avventure sentendo dentro un forte senso di gratitudine per tutto quello che abbiamo fatto e visto in circa 30 ore nella capitale inglese.

    Sono tornata a casa da Londra con un'emozione incredibile in corpo, mi sentivo quasi frastornata da tutti gli stimoli che questa città offre. Tutti i sensi sono coinvolti, è qualcosa di inspiegabile e intenso che va vissuto. La vitalità di questa città, la sua creatività, la sua cultura e diversità si respira in ogni angolo.

    Uno scrittore inglese disse

    "Quando un uomo è stanco di Londra, è stanco della vita, perché a Londra si trova tutto ciò che la vita può offrire"

    e in questo momento sono totalmente d'accordo.


    Vuoi visitare Londra, ma non sai da dove iniziare?

    Vuoi esplorare l'Inghilterra e vorresti una pianificazione del viaggio che rispecchi i tuoi bisogni, i tuoi ritmi, le tue passioni?

    In rete trovi una marea di informazioni, ma non hai tempo per pianificare al meglio il tuo itinerario?

    Cerchi esperienze uniche, particolari, consigliate da chi in Inghilterra ci vive?

    Viaggi con bambini e vorresti un itinerario a misura di famiglia?

    Il mio servizio Bespoke Itinerary risponde a tutte le tue esigenze e molto di più!

    itinerari inghilterra