GCSE di italiano - Cose da sapere sull'esame di lingua italiana nelle high school inglesi

    Home / Bilinguismo / Esperienze /
    esame lingua italiana inghilterra

    Le scuole secondarie inglesi, high school, tendono ad incoraggiare gli studenti, che parlano una lingua straniera in casa, a sostenere l'esame GCSE nella loro lingua madre.

    I GCSE, General Certificate of Secondary Education, sono degli esami importanti che vengono sostenuti alla fine di Year 11 dagli studenti di 15-16 anni in Inghilterra.

    Generalmente sono circa 9 o 10 le materie che vengono scelte per i GCSE ed è importante che buona parte degli esami di queste materie (almeno 5) vengano passati con buoni voti per poter accedere poi a determinati College.

    Alcuni esami GCSE possono essere sostenuti anche prima di Year 11, normalmente Year 10 o Year 9, ed un esempio è proprio la lingua straniera che lo studente parla in casa.

    Nel caso dei miei figli, già dal momento dell'iscrizione nella loro high school, ci è stato chiesto se i ragazzi parlassero una lingua diversa dall'inglese in casa e la nostra risposta è stata ovviamente "italiano".

    Dopo poco tempo, il Head of Modern Foreign Languages, cioè il responsabile del dipartimento di lingue straniere della loro scuola, si è messo in contatto con noi genitori per chiederci se fossimo interessati a far sostenere l'esame GCSE di italiano ai nostri figli.

    Il dipartimento di lingue ha tutto l'interesse ad avere questi studenti madrelingua pronti a sostenere gli esami perché sa che, con ottima probabilità, raggiungeranno voti elevati che andranno ad aumentare la media dei risultati di quel dipartimento.

    Una precisazione importante da fare è che non sempre la lingua straniera parlata in casa dallo studente è tra quelle insegnate a scuola. Quindi sta alle famiglie o trovare un tutor/insegnante, che prepari il figlio, oppure organizzarsi per prepare da soli i propri figli all'esame nella loro lingua.

    Io ho scelto la seconda opzione, ovviamente facendomi dare le informazioni di base dal Head of Modern Foreign Languages della scuola dei miei ragazzi.

    Se non fosse stato per la pandemia, Lorenzo, mio figlio maggiore, avrebbe potuto sostenere il suo esame Italian GCSE in Year 9, ma le cose si sono complicate, gli esami sono stati sospesi a causa del Covid e ora Lorenzo, in piena fase di esami GCSE, si trova a dover fare anche quello di italiano.

    Diciamo che le scuole tendono a far sostenere questi esami di lingua straniera ai ragazzi madrelingua prima di Year 11, in modo tale da togliere "lavoro" all'ultimo anno, che risulta sempre molto pesante e stressante con tutte la materie da studiare per i GCSEs.

    Questo intoppo ci ha però permesso di preparare Lorenzo e Daniele in contemporanea per l'esame di Italiano nella loro scuola inglese.
    Daniele sta frequentando Year 9 e Lorenzo Year 11 e sosterranno l'esame di italiano nel mese di maggio. A dire il vero hanno già iniziato a sostenerne una parte, quella di "speaking".
    Adesso vi spiego un po' meglio come funziona il GCSE di italiano illustrandovi le cose da sapere sull'esame di lingua italiana nella high school inglese.


    In cosa consiste l'esame di GCSE Italian?

    L'esame GCSE di Italiano è suddiviso in quattro parti:

    • SPEAKING

    La parte di dialogo, parlata, che a sua volta comprende tre attività:
    1- Il gioco di ruolo, chiamato appunto Role-play in cui lo studente deve dialogare con l'esaminatore/insegnante seguendo una traccia che gli viene data qualche minuto prima (per potersi preparare)
    2 - La descrizione di una foto, chiamato Photo card. Allo studente viene data una foto/immagine da visualizzare e saper descrivere nel dettaglio
    3 - Una conversazione generale, chiamata General Conversation, in cui l'insegnante fa delle domande relative a determinate tematiche sul quale lo studente si è preparato ed ha studiato.

    • LISTENING

    Esame di ascolto e comprensione. E' un esame scritto nel quale gli studenti, dopo aver ascoltato un dialogo/storia in italiano, devono rispondere a delle domande. Alcune domande sono in inglese e possono essere risposte in inglese altre domande sono in italiano e devono essere risposte in italiano scritto. Certe domande sono a risposta multipla.

    • READING

    Esame di lettura in italiano: agli studenti viene dato un testo da leggere e dovranno poi rispondere a delle domande (alcune in inglese, a cui rispondere in inglese, altre in italiano, a cui rispondere in italiano, sempre con la presenza anche di domande a risposta chiusa/multipla). Una parte del Reading include anche la traduzione di un testo dall'italiano all'inglese.

    • WRITING

    Gli studenti devo scrivere alcuni testi seguendo le linee guida dell'esercizio. Sono quindi testi strutturati che devono rispondere a determinati criteri indicati nella domanda e, in più, devono tradurre un testo dall'inglese all'italiano.


    Chi prepara gli studenti per l'esame GCSE di Italiano?

    Ci sono high school inglesi in cui l'italiano è una delle lingue straniere che vengono insegnate, in quel caso non sussiste il problema: studieranno e si prepareranno per l'esame in classe. Se, come nel nostro caso, l'italiano non è tra le lingue straniere insegnate a scuola, è necessario darsi da fare per aiutare i propri figli a prepararsi per l'esame.

    C'è chi sceglie l'opzione di ingaggiare un insegnante, chiamati tutor. Io avevo considerato l'opzione ma dopo aver visto che alcuni insegnanti di italiano della zona erano italiani di seconda o terza generazione e che il loro modo di parlare in italiano era peggiore del mio (si sentiva che non erano madrelingua) mi sono detta che con i giusti strumenti avrei potuto prepararli io e così ho fatto.

    Non è stato sempre facile, sopratutto perché essere mamma e tutor spesso è una cosa complessa e stressante.

    Devo anche ammettere che considerata la buona conoscenza dell'italiano che hanno i miei figli, è stato solo questione di fissare alcune regole grammaticali, correggere alcuni errori di scrittura comuni e ampliare un po' il loro vocabolario. Ovviamente la scelta di un tutor dipende anche dal livello da cui si parte, nel nostro caso ho pensato che sarebbero stati un po' soldi buttati.


    Dove si reperisce il materiale per studiare per il GCSE di italiano?

    La nostra scuola ci ha inviato i link ufficiali della commissione d'esame con i quali i miei figli sosterranno l'esame di italiano GCSE e la lista generica delle domande che di solito vengono fatte all'orale (domande in inglese che ho dovuto tradurre io in italiano).
    Il sito è AQA e qui trovate i link utili per reperire materiale e informazioni sul Italian GCSE , in inglese, su cosa aspettarsi dall'esame di italiano della scuola secondaria inglese.

    Vi invito a navigare approfonditamente nel sito e scaricarvi il pdf con i dettagli del contenuto dell'esame.
    Oltre al sito AQA abbiamo anche acquistato un paio di libri di testo che sono stati utili per approfondire gli argomenti del test di Italiano GCSE:


    Quanto costa sostenere l'esame GCSE di italiano nella scuola inglese?

    Nel nostro caso la high school pubblica che i miei figli frequentano, sostiene il costo dell'esame per noi e così è nella maggioranza dei casi. L'unico costo che qualcuno potrebbe trovarsi a sostenere è quello dell'esaminatore: se la scuola non ha nessun insegnante competente in italiano e in grado di esaminare gli studenti, sarà necessario reperirne uno esterno che ovviamente ha un costo. Valutate caso per caso e parlatene con la vostra scuola, ogni caso è a sé.

    Per quanto riguarda la nostra esperienza, nella scuola dei miei ragazzi c'è un'insegnante inglese di lingue che conosce e parla italiano (è spostata con un italiano) e che ha interrogato i ragazzi.


    Quanto tempo ci vuole per prepararsi all'esame di italiano GCSE nella scuola inglese?

    La risposta è molto soggettiva, dipende dal livello da cui partono gli studenti.
    Il programma ufficiale che trovate nel sito AQA parla di due anni di corso, ma per noi c'è voluto meno.

    Abbiamo concentrato le lezioni in 6-8 mesi, con almeno 2 ore a settimana. Il mio obbiettivo era quello di far fare un po' di italiano tutti i giorni, almeno 10-15 minuti, ma a livello pratico-organizzativo è stato impossibile.

    Per cui le lezioni sono diventate più sporadiche ma più lunghe.

    Ecco, devo ammetterlo, la difficoltà più grossa nel fare la tutor dei miei figli per italiano è stato trovare il tempo da dedicare al 100% a loro e riuscire ad incastrare i vari impegni familiari con le lezioni. E' stata fondamentale la pianificazione e la stesura di un programma.


    Non basta saper parlare l'italiano per passare l'esame GCSE Italian?

    No, non basta saperlo parlare, non tanto per passarlo ma per passarlo con voti alti, che è quello che un po' tutti si aspettano.

    Le risposte dell'orale, per esempio, devono essere strutturate in un certo modo e devono includere l'uso di determinati tempi verbali, di certe congiunzioni, degli aggettivi e avverbi e di un vocabolario ricco e preciso.

    Ci devono essere frasi affermative e frasi negative, ci deve essere il congiuntivo e il condizionale, bisogna essere in grado di parlare usando il "lei" per esempio (cosa che per i miei ragazzi, cresciuti in Inghilterra, ogni tanto risulta difficile).

    Sicuramente partire da una buona conoscenza dell'italiano aiuta a prepararsi più rapidamente per questo tipo di esame, ma non esclude il dover studiare.

    Una cosa che ho notato è che il prepararsi per altri esami GCSE di lingue straniere aiuta tantissimo i ragazzi a capire le tattiche per rispondere efficacemente e per superare l'esame a pieni voti.

    Le tecniche sono le stesse che usano per lo studio di altre lingue straniere, vanno solo applicate all'italiano.

    La parte scritta è la parte più complessa per i miei ragazzi, che non hanno mai frequentato le scuole in Italia e che non hanno mai scritto troppo in italiano. Se volete conoscere meglio la nostra storia di bilinguismo e approfondire l'argomento, vi invito a leggere il mio libro "Bilinguismo in tante forme".

    Ci vuole un po' di pazienza e tanta dedizione per correggere alcuni errori comuni nella scrittura in italiano come le doppie, le "h" del verbo avere e i suoni particolari come "gli, gni, che" etc. che, basandosi sulla conoscenza della lingua inglese scritta, potrebbero essere scritti in maniera sbagliata. Una volta corretti quelli, la strada è in discesa.
    La parte della comprensione (listening) è quella che invece trovano più semplice e sulla quale abbiamo dovuto lavorare di meno.


    Cos'è utile fare per aiutare al meglio i nostri figli a prepararsi per l'esame di italiano GCSE?

    Una delle cose più utili da fare è provare a fare i test degli anni passati. Potete cercare online usando le parole chiavi "Italian GCSE past paper" e troverete gli esami degli anni precedenti. E' molto utile far provare ai ragazzi a farli per rendersi conto di com'è effettivamente l'esame e cosa aspettarsi. Inoltre, permette di capire su cosa è necessario lavorare di più e eventuali lacune e difficoltà.

    Un altro esercizio molto utile è quello di guardare con attenzione i cosiddetti "mark scheme", cioè i criteri di correzione delle domande, praticamente le risposte, soprattutto per quanto riguarda la parte scritta. Troverete infatti cosa si aspettano gli esaminatori dalle varie risposte alle domande e vi farete un'idea più chiara di cosa è importante dire o scrivere.


    Perché mio figlio dovrebbe sostenere l'esame di GCSE italiano in Inghilterra?

    Il fatto di voler sostenere l'esame GCSE di italiano nella scuola secondaria inglese è una scelta molto personale.

    Dal nostro punto di vista i vantaggi sono molteplici:

    • è un'ottima scusa per far studiare più approfonditamente la grammatica italiana ai miei figli
    • è un'opportunità di passare facilmente un esame GCSE con un voto alto e poco sforzo e questo va ad aggiungersi al curriculum dello studente (avere un GCSE in più è visto molto bene anche nel momento in cui si fa richiesta d'iscrizione al College)
    • è un modo per avere un attestato che certifichi la loro conoscenza della lingua italiana, potrebbe sempre tornare utile in futuro
    • è un modo per rinforzare la loro identità, la conoscenza della loro lingua e delle tradizioni e farli sentire ancora più speciali e in gamba
    • è un modo per far sperimentare, in modo dolce, l'esperienza dell'esame GCSE, considerando che generalmente il GCSE di italiano viene fatto in Y9 o Y10, per cui prima di altri GCSE.

    Se avete domande particolari o volete parlare direttamente con me su questo argomento, vi invito a contattarmi tramite il modulo di contatto che trovate in homepage per pianificare una chiamata di consulenza. Sarò felice di aiutarvi nel vostro percorso nel miglior modo possibile, con informazioni dettagliate, un piano di studio e consigli pratici basati sulla nostra esperienza ormai consolidata.

    vivere in inghilterra libro

    Disclaimer
    Nel post trovate dei link Affiliate Amazon e Amazon Influencer, ciò vuol dire che se deciderete di cliccare su quei determinati link e procederete all'acquisto dei prodotti dal sito Amazon, io riceverò una minima percentuale sul vostro acquisto, senza che questo vada ad intaccare il prezzo del prodotto da voi scelto. Fondamentalmente, se utilizzerete questi link, contribuirete a supportare questo blog e il mio lavoro non remunerato che faccio con passione e dedizione da anni e che spero vi sia stato spesso d'aiuto. Grazie di cuore, Fabiana