Inghilterra in camper: LEGOLAND Windsor


Aspettavamo da mesi questo momento e finalmente è arrivato. Non abbiamo nemmeno avuto bisogno di mettere la sveglia perché alle 7 Babbo era già alla guida del nostro camper a noleggio, i bimbi ancora in pigiama e sulla via per Legoland.



 

Il meteo era favorevole, come del resto lo e' stato dall'inizio di questa vacanza in giro per l'Inghilterra, per cui ci aspettavamo una folla immensa a Legolando. La nostra idea è stata quella di arrivare prima delle 9 per avere il tempo di fare colazione, prepararci, sistemare il camper ed essere davanti alla biglietteria prima che fosse troppa fila. 

Il piano ha funzionato. Siamo arrivati in un parcheggio vuoto, ci siamo diretti nell'area riservata ai bus, un parcheggio ghiaiato dopo la zona parcheggio delle auto.



In ogni angolo ci sono lego, tutto è fatto a mattoncini, tutto richiama alla mente omini delle lego, macchinine delle lego, pezzi di lego: un vero sogno per tutti noi che con le lego abbiamo a che fare ogni giorno!

Tutto è studiato per le famiglie e per i bambini, persino i viali che devi percorrere per arrivare alle attrazioni hanno accortezze per i bambini.

 



Alcuni tratti dei viali che abbiamo percorso con Paola nel passeggino, sono affiancati da scivoli, che ovviamente Lori e Dani hanno usato come scorciatoia!

Il parco è immenso, si sviluppa su una collina alle porte di Windsor e le cose da fare sono davvero tante.
 
Ovviamente in un giorno non si può fare tutto e comunque non tutti i giochi sono adatti all'età dei miei bambini. Per cui, per sfruttare al meglio il tempo a disposizione, è una buona idea studiare la cartina delle giostre con un po' di anticipo e sapere già in quali attrazioni dirigersi, anche in base all'altezza dei bambini. 

Sullo Sky Rider

Sky Rider
Dallo Sky Rider vista su Miniland

Brickville

Una delle attrazioni di Legoland che i miei bambini di 6 e 8 anni hanno amaoto di più è stata L-Drivers, una scuola guida su macchinine lego per bambini da 6 anni su. 


L-Drivers
L-Driver alla guida!

Una volta terminato il tempo di guida ai bambini viene rilasciata una piccola patente nella quale possono incollare una loro fototessera e tenere come ricordo. Che orgoglio per quei due mostrare che hanno la patente!

Il problema che abbiamo riscontrato in certe è che l'adulto può salirci con un bambino alla volta e, nel nostro caso, avendo tre figli, ci siamo dovuti alternare. Fortunatamente, essendo il parco abituato ad accogliere famiglie numerose, il genitore che deve risalire sulla giostra con l'ennesimo figlio non deve rifare la coda, i figli possono aspettarlo davanti e salire subito sul gioco con il papà o la mamma. Adoro l'Inghilterra e il suo essere a misura di famiglia anche per queste piccole ma importanti accortezze. 


Un'altra attrazione che i maschietti hanno amato tanto è stata Digger Challenge, delle vere ruspe gioia di grandi e piccini!




Tutto il parco è una delizia per gli occhi e per il palato!

L'imbarazzo della scelta

Il parco a un certo orario della giornata inizia ad essere particolarmente affollato, ma le file sono gestite bene e la gente sembra essere paziente e rispettosa.

Aero Nomad

Per i bambini che amano i pompieri,  qui c'è qualcosa di speciale per loro: un gioco divertentissimo in cui per qualche minuto diventano dei veri pompieri salendo su camion rossi equipaggiati di scale e pompe per spegnere incendi.


Fire Academy
Grandi e piccoli all'opera per spegnere l'incedio

Divisi su due barche siamo riusciti a fare anche il Boating School.


Alla guida del "boating school"

Una delle attrazioni più interessanti e incredibili è Miniland: 40 milioni di pezzi di lego usati per riprodurre cittadine europee e americane, c'è addirittura il Kennedy Space Center e lo shuttle che decolla, con tanto di fumo.




Piccadilly
 

La stanchezza a pomeriggio inoltrato ha iniziato a farsi sentire e mentre la piccola Paola dormiva nel suo passeggiono, Babbo ha portato Lori e Dani nel cinema Lego 4D a vedere Clutch Power e Lego Ninja i loro preferiti!



La giornata dei visitatori di Legoland si conclude nel famoso Shop e così è stato per noi.


Siamo rientrati nel nostro camper nel tardo pomeriggio e, stanchi morti, abbiamo passato la notte nel parcheggio di Legoland.

Ci siamo informati prima di partire per la nostra avventura in camper a noleggio in Inghilterra mandando una mail al servizio clienti di Legoland che ci ha detto che il pernottamento in camper a Legoland era permesso nello staff car park, all'uscita del parco. 

Per cui ci siamo spostati dal coach car park allo staff car park, distanti meno di un chilometro ed abbiamo dormito lì in camper a costo zero. 
(Questa è stata la nostra esperienza nel 2013, verificate sempre, scrivendo al servizio clienti o navigando nel sito ufficiale di Legoland, se questa pratica è ancora permessa).


Se siete alla ricerca di idee su come organizzare i Lego, qui potete trovare qualche idea utile: