Un giorno nei Cotswolds, Inghilterra autentica

Volevamo portare i Nonni Far and Away in un posto speciale ed avevamo solo una domenica a disposizione.
La scelta è caduta su una delle zone più suggestive e autentiche d'Inghilterra: i Cotswolds.
Conosco i miei genitori, conosco il loro amore per i luoghi tranquilli, la natura e i posti caratteristici e sapevo che si sarebbero innamorati della campagna inglese e dei suoi villaggi dalle casette in pietra.

I Cotswolds si raggiungono in un paio d'ore d'auto da Londra e ricoprono un'area collinare compresa tra diversi County. Abbiamo noleggiato una macchina sette posti per un giorno e ne abbiamo visitato solo una parte, facendo una scelta tra i tantissimi villaggi e le città meravigliose che ne fanno parte. 

Abbiamo optato per un itinerario "lento", scegliendo villaggi abbastanza vicini l'uno all'altro e godendo del tempo per passeggiare tra i vicoli nascosti e guardarci intorno incuriositi dalla bellezza di quei luoghi.


Questo è stato il nostro itinerario nel Cotswold:



Abbiamo scelto Bibury come prima tappa del mattino perché, essendo uno dei villaggi più visitati, volevamo evitare la folla delle ore di punta e così è stato.

Arlington Row - Bibury - Cotswolds

L'incantevole villaggio di Bibury, dolcemente attraversato dal River Coln, nasconde un tesoro semplice, antico e affascinante: una via, chiamata Arlington Row, nel quale si trovano uno di fianco all'altro degli antichissimi cottages costruiti con le pietre locali, che in inglese vengono chiamate "honey stones" per il loro caratteristico color miele. 

Arlington Row - Bibury - Cotswolds
Furono costruiti alla fine del 1300 come deposito della lana e poi convertiti in cottages di tessitori nel XVII secolo.
La produzione di lana era l'attività che ha fatto crescere questa regione e l'ha resa famosa nei secoli.




Mentre mi documentavo su questo luogo incantato ho scoperto che l'immagine di questo villaggio, rinomato per essere uno tra i più belli d'Inghilterra, è nella pagina interna della copertina del passaporto dei britannici emessi dal 2010 (qui trovate l'articolo in inglese di riferimento).

Arlington Row e l'area circostante sono parte del National Trust e uno dei meravigliosi cottage viene affittato ai turisti: il numero 9 di Arlington Row


Numero 9 Arlington Row di Bibury

Ho già aggiunto nella mia lista dei desideri un weekend in questo luogo e in quel cottage, spero possa essere esaudito presto!

Il centro cittadino di Bibury ruota intorno al mulino, a qualche pub, al corso d'acqua con i suoi piccoli ponti e alla Trout Farm. 



La Bibury Trout Farm e' una fattoria per la pesca della trota. E' una specie di fattoria didattica: si paga l'ingresso e si possono pescare le trote, giocare nel parco giochi e passeggiare in uno degli allevamenti di trote piu' antiche d'Inghilterra. Il periodo ideale per farlo è tra marzo e ottobre, motivo per cui  abbiamo deciso di saltare questa attrazione. 

Antico Mulino di fianco alla Trout Farm di Bibury
A circa mezz'ora di auto da Bibury si trova la seconda tappa del nostro itinerario di un giorno nei Cotswold: Bourton-on-the-water.


E' conosciuta come la "Venice of the Cotswolds" cioè la Venezia dei Cotswolds per i suoi piccoli ponti, per l'esattezza cinque, costruiti con le pietre del luogo, da qui il nome "on the water".


Anche qui le case in pietra color miele, il corso d'acqua, il verde ed i caratteristici cottages sono l'essenza della cittadina, molto più grande e più turistica di Bibury ma altrettanto affascinante. 

 
I locali che affacciato sul canale, i pub, i musei ed i negozi di souvenir sono presi d'assalto dai turisti in ogni stagione dell'anno. Nei giorni caldi d'estate (sì, fa caldo anche in Inghilterra!) le acque del fiume diventano piscine per i bambini.



Cotswold Motoring Museum - Bourton on the water - Cotswold

Nella zona del vecchio mulino di Bourton-on-the-water si trova il Cotswold Motoring Museum, il museo dei motori.
Il museo ospita una collezione di veicoli, tra automobili e motociclette del XX secolo.

Noi avevamo la nostra terza tappa ad attenderci ed abbiamo deciso di saltare questa attrazione, ma per chi ha più tempo è sicuramente un bel luogo in cui portare i bambini.

L'altra attrazione turistica di Bourton-on-the-water è The Model Villagge, la ricostruzione in miniatura del villaggio di Bourton on the water.


La terza tappa del nostro on the road nella colline inglesi dei Cotswold prevedeva il giro tra The Slaughters, due piccoli villaggi inglesi, per l'esattezza Upper Slaughter e Lower Slaughter, a pochi chilometri di distanza da Bourton-on-the-water e vicinissimi l'uno all'altro. 

Il tempo astmosferico, la stagione e la mancanza dell'abbigliamento adatto non ci hanno fatto avventurare nella bella passeggiata tra le colline che porta da un villaggio all'altro, ma è una cosa che vale davvero la pena di fare. 

Attraversare questi villaggi e perdersi tra le stradine di campagne è una delle cose migliori da fare in questa zona dell'Inghilterra più autentica. 

E' stato perdendoci e sbagliando strada che abbiamo intravisto il cartello del National Trust "Roman Villa". 
Siamo membri del National Trust da ormai due anni e sappiamo bene quanto i loro siti siano ben gestiti, attraenti e normalmente dei "piccoli gioielli" di storia inglese.

Abbiamo seguito il cartello, ci siamo ritrovati nella campagna più  sperduta finchè  non è comparso davanti a noi questo luogo affascinante che vale davvero la pena di visitare.



La Chedworth Roman Villa è stata l'ultima tappa del nostro itinerario di un giorno nei Cotswold, un luogo immerso in una splendida vallata nella quale la natura ha preso il sopravvento e per secoli ha tenuto nascosto la villa, magnifici mosaici e terme romane.

Chedworth Roman Villa - Cotswolds

Il National Trust conserva e gestisce questo luogo in maniera impeccabile. 

La zona della villa romana ed i suoi mosaici è protetta da una struttura in legno in piena armonia con il luogo. Delle passerelle permettono di visitare queste stanze e vedere i progressi dei lavori di restauro e riqualificazione.



Una zona di quest'area è dedicata ai bambini che possono giocare ai piccoli archeologi o travestirsti da romani.




L'edificio in stile vittoriano del sito ospita un piccolo museo con i più importanti ritrovamenti della zona.




Un altro luogo che meriterebbe una visita di un giorno intero. 

La conclusione del nostro on the road di un giorno nei Cotswolds è sopraggiunta. Il viaggio di ritorno verso Londra nel traffico della domenica sera ci attendeva.

I Cotswolds ci sono rimasti nel cuore e questo è stato solo un "assaggio" di tutto quello che si può vedere, esplorare e scoprire in questa parte d'Inghilterra autentica. 
Sicuramente l'inverno non è la stagione ideale per visitarli, ma ha comunque un suo fascino e meno folla di turisti. 

Continuo a studiare per il prossimo itinerario primaverile e probabilmente in tenda per un lungo weekend tra le colline inglesi.

Stay tuned!

MaFa

MammaFarAndAway

1 commento:

  1. Questo posto è magico e le tue fotografie sono meravigliose! Grazie per avermi regalato un viaggio virtuale 😘

    RispondiElimina