Natale in Inghilterra: cosa mangiamo?


Il pranzo di Natale, chiamato Christmas Dinner (sull'uso di dinner per indicare il pranzo dovrei riparlarne con la mia insegnante di inglese delle superiori!) è l'evento culinario dell'anno per gli inglesi, oltre ad essere l'occasione in cui si ritrovano in famiglia, intorno alla tavola. 
Sono veramente tanti gli inglesi che vivono lontani dai loro cari e dalla città d'origine, ed il giorno di Natale è l'occasione per rivedersi, condividere momenti di gioco con i Christmas Crackers e i loro indovinelli, fare partite ai famosi Christmas Games e guardare insieme il discorso della Regina "The Queen's Christmas Message" in televisione.

Adoro navigare nel sito del supermercato in cui faccio la spesa online e perdermi nella sezione Christmas e scoprire tutte le delizie che accompagnano questo periodo. 
Un po' come in Italia compaiono panettoni e pandori in Dicembre, qui arrivano mince pie, mulled wine, Christmas pudding e tutto il resto di cui vi parlerò in questo post. 

Non è di certo il nostro primo Natale in Inghilterra, tante altre volte ci è capitato di passare le festività natalizie qui a casa nostra ed abbiamo sempre cercato di trovarne il bello e rendere il periodo speciale e magico per tutti, senza trascurare ovviamente la tavola e il cibo. 



Ci piace cucinare cose tradizionali italiane, ma uniamo sempre qualche delizia inglese al nostro pranzo natalizio, scoprendone ogni anno di nuove. I prodotti italiani si reperiscono facilmente qui in Inghilterra ed ormai il panettone e il pandoro sono ben conosciuti dagli inglesi!
Ma se non riusciamo a trovare quello che piace a noi, non c'è problema, un dolce di Natale inglese va benissimo lo stesso. 
Le tradizioni e le differenze culturali passano anche dalla tavola, di questo noi italiani siamo tutti convinti, ma credo anche che l'aprire la propria cucina a nuovi gusti, sapori e tradizioni, sia un'esperienza da fare assolutamente in espatrio, cercando di mettere da parte quel preconcetto che si mangia bene solo in Italia (si mangia benissimo in Italia, non fraintendetemi, ma si può mangiare bene anche altrove!) e scoprire e assaporare pietanze differenti.

Prima di entrare nel dettaglio delle specialità culinarie natalizie inglesi, vorrei dedicare questo paragrafo a cosa non deve mancare sulla tavola di Natale in Inghilterra: i Christmas Crackers.



L'origine di questi tubi di cartone, ricoperti di carta colorata, a forma di caramella e con all'interno un piccolo gadget e il classico indovinello/barzelletta inglese, risale alla metà del 1800 quando un commerciante e produttore di caramelle iniziò a vendere dolcetti incartati singolarmente, ispirandosi ai bon-bon francesi. Si chiamava Tom Smith e fu lui a pensare all'idea di tirarli da ambo i lati e, con una piccola quantità di polvere da sparo, farli "scoppiare". 
Nel corso dei secoli, il dolcetto all'interno è stato sostituito da un piccolo regalo, una coroncina di carta e indovinelli o barzellette che vengono lette dai commensali durante il pranzo. 
La tradizione vuole che le persone sedute intorno al tavolo incrocino le braccia e tengano il proprio Christmas cracker con la loro mano destra, tirando quello del vicino con la mano sinistra, in contemporanea con gli altri invitati. E' una tradizione presente anche in Irlanda e nei paesi del Commonwealth.
Si trovano Christmas crackers in tutti i negozi durante il periodo natalizio e a tutti i prezzi. Più sono cari, più il gadget all'interno è prezioso. Ho fatto un po' di ricerche per voi e qui ne trovate alcuni acquistabili da Amazon.it (#ad), se volete portare sulla vostra tavola una tradizione inglese per Natale:



Ed ora dedichiamoci al cibo, iniziando dalla pietanza classica del Natale inglese: il tacchino



Nei secoli scorsi solo le famiglie aristocratiche e ricche servivano il Christmas Turkey per Natale; le famiglie povere, invece, cucinavano l'oca, più economica, per il loro Christmas Dinner.
Oggigiorno il tacchino va indubbiamente per la maggiore, anche se molte famiglie optano per l'arrosto di manzo o di maiale.
Il tacchino viene condito con quello che chiamano stuffing, il ripieno fatto di pane, burro, cipolla, spezie varie (può variare da regione a regione).



Alcuni usano lo stuffing come accompagnamento, non solo come ripieno del tacchino o dell'arrosto. 

La pietanza di carne viene servita con patate arrosto e con i deliziosi Yorkshire Pudding



Gli Yorkshire Pudding sono simili a dei soufflé, molto burrosi, serviti come contorno e accompagnati dalla famosa gravy.



La gravy è un tipo di salsa per il tacchino e per gli arrosti, ed è generalmente ricavata dal grasso di cottura della carne.
Accanto alla gravy si trova spesso la cranberry sauce, servita anch'essa insieme al tacchino e lo stuffing.


Sulla tavola non manca mai il contorno per eccellenza del pranzo di Natale inglese: i Brussel Sprouts.


I cavolini di Bruxelles sono uno dei simboli culinari natalizi per gli inglesi, anche se non sono sempre amati da tutti i commensali, ma non devono comunque mancare, serviti bolliti o saltati in padella con il bacon (pancetta inglese).

Un altro contorno che io ho imparato ad apprezzare da quando vivo qui in Inghilterra e che è presente al pranzo di Natale è il parsnips.



La pastinaca (parsnip) è poco conosciuta in Italia, ma molto popolare qui in Inghilterra. E' un ortaggio che viene cotto al forno e condito con spezie e sciroppi dolci. Si trova anche come piatto pronto, da cuocere al forno, nel reparto surgelati dei supermercati inglesi.

Anche il cheese platter non manca al pranzo di Natale. I negozi vendono quantità di formaggi indescrivibili, proposti in confezioni festive e con mix gustosi. Dai formaggi stagionati inglesi a quelli morbidi come il brie del Somerset.



Il piatto dei formaggi viene accompagnato dai biscuits, delle specie di cracker salati venduti in forme e gusti diversi.



Le famose chutney sono le salsine che accompagnano il piatto di formaggi, ma anche gli arrosti. Sono delle specie di marmellate  di cipolla, di mango, di mela e pera, di fichi o altri tipi di frutta, spesso speziate.



Una delle pietanze natalizie che i miei figli adorano è il famoso pig in a blanket. Letteralmente "il maiale in una coperta", è la salsiccia avvolta nel bacon.



I pigs in a blanket si trovano già pronte nel banco frigo dei supermercati o surgelate, oppure possono essere fatte a casa, basta avere delle buone salsicce e delle fette sottili di bacon o pancetta, arrotolarli e farli cuocere al forno. 

Non mancano poi pietanze di pesce come antipasto: salmone e gamberetti vanno per la maggiore. 

Arriviamo poi al piatto inglese più tradizionale che ci sia, il simbolo del Natale inglese, quello che necessita di cura e lunga preparazione prima d'essere servito al Christmas Dinner: il Christmas Pudding.



Il Christmas pudding ha come ingredienti di base la frutta secca e le noci, bagnate con un liquore, generalmente brandy. C'è chi lo fa il giorno prima e c'è chi inizia a preparalo qualche settimana prima di Natale.
La sua origine risale al medioevo, quando le salsicce venivano condite con frutta secca e spezie per essere preservate più a lungo. Nei secoli, il dolce natalizio per eccellenza si è evoluto, è cambiato ed ora è una delle pietanze che non deve mancare al Christmas Dinner
Viene accompagnato da una salsina al brandy o dal delizioso Brandy Butter, il burro al Brandy.



L'altro dolce tipico inglese, che io adoro e che vorrei trovare tutto l'anno al supermercato, è la mince pie
La mince pie è una tortina di pasta frolla ripiena di uvetta e frutta secca, una vera delizia che va servita tiepida.



Anche lo Yule Log è un dolce tradizionale natalizio, arrivato in Inghilterra dai paesi nordici, quello che in Italia chiamiamo Tronchetto di Natale.



Ed anche per questo Natale sulla nostra tavola ci sarà un po' di Italia e un po' di Inghilterra. Non mancheranno gli antipasti di pesce, l'insalata russa e i pigs in a blanket, ci sarà la pasta fresca fatta in casa e un buon arrosto servito con Yorkshire Pudding, la salsa gravy e qualche chutney. Vicino al panettone e al mio tiramisù, ci saranno le mince pies e un mini Christmas pudding (è un dolce molto ricco e pesante, per cui uno piccolo, a fine pasto, basta per tutti!) servito con la salsa al Brandy.
Poi non dite che non ci impegniamo per integrarci, anche a tavola!


Disclaimer
Nel post trovate dei link Affiliate Amazon, ciò vuol dire che se decidete di cliccare su quei determinati link e procedete all'acquisto dei prodotti dal sito Amazon, io riceverò una minima percentuale sul vostro acquisto, senza che questo vada ad intaccare il prezzo del prodotto da voi scelto. Fondamentalmente se utilizzerete questi link contribuirete a supportare questo blog e il mio lavoro non remunerato che faccio con passione e dedizione da anni e che spero vi sia stato spesso d'aiuto. Grazie di cuore, Fabiana

0 comments