Ce l'abbiamo fatta!

Siamo arrivati infondo a questo primo anno di scuola in Inghilterra per i miei bambini e non mi sembra vero. 

Mancano due giorni alla fine della scuola ma l'emozione delle vacanze estive si fa sentire da un po'. 
Saranno gli eventi di chiusura dell'anno scolastico ed i cambiamenti in vista di queste ultime settimane.

I bambini cambieranno classe, sia compagni (gli alunni vengono mischiati), sia insegnante (ogni anno cambiano maestra/o), sia aula.

Ai bambini e' stato chiesto di scegliere tre amichetti che vorrebbero avere con loro l'anno successivo ed hanno promesso che almeno uno ci sara'! 

Dada' e' stato fortunato, gliene hanno dati due!
Lolo' ne ha avuto uno ma non lo vediamo troppo preoccupato!
Da diverse settimane le maestre dei bambini lavorano sull'impatto emotivo di questo cambiamento. 
Tanta attenzione viene data all'espressione dei sentimenti da parte dei bambini. 

Qualche settimana fa la maestra di Dada' mi ha mostrato la scheda che hanno fatto completare ai bambini: una sagoma di un uomo, divisa in due, a sinistra le cose per le quali il bambino e' felice di passare in Y3 e a destra quelle per cui e' preoccupato e nella parte destra Dada' ha scritto "I'm worry to have a bad teacher".

Chi ha letto il post "scritto" dai miei bambini sulla scuola capira' il perche'!
La sua maestra si e' stupita di questa espressione, perche' lui e' stato l'unico a scrivere una cosa del genere e c'e' voluto un po' per convincerlo che non ci sono "bad teacher"!

Dada' e' stato convinto!

Ha conosciuto la nuova maestra perche' ci sono stati i "transition day" cioe' le giornate nelle quali i bambini di una determinata classe passano alla classe superiore e stanno con i loro nuovi insegnanti.

A noi genitori e' stata spedita una mail con in allegato un documento riguardante i nostri bambini che servira' alle maestre del prossimo anno scolastico, con queste cinque sezioni da completare:

- What you should know about my child
- What I hope my child will achieve this year
- What I like about my child
- How my child learns best
- What I hope they will be in the future. 

Io e BabboGe' abbiamo impiegato diverse ore per trovare le parole giuste, le cose giuste da dire perche' siamo consapevoli che i nostri bimbi sono speciali, sono sensibili e perfezionisti ed allo stesso tempo permalosi, un bel mix del quale le maestre si accorgeranno in fretta, ma meglio avvertirle! 

Siamo rimasti colpiti da questa attenzione all'aspetto psicologico del bambino, al suo benessere, a quanto sia importante che la maestra prenda ogni bambino per il verso giusto in modo tale da ottenere i migliori risultati da ciascuno.

Alla riunione serale per i genitori di Y3 (anno importante perche' si passa dalla Infant School - da Reception a Y2 -  alla Junior School - da Y3 a Y6) le maestre lo hanno confermato: a child who is happy will learn better and faster!

I  miei bambini, nonostante le difficolta', nonostante i cambiamenti (soprattutto per Lolo' che ha cambiato scuola in corso d'anno!)  hanno affrontato alla grande questo primo anno scolastico in Inghilterra e non possiamo che essere strepitosamente, immensamente, infinitamente fieri di loro. 

Venerdi sera hanno portato a casa i loro Annual Report, un equivalente della pagella.
L'Annual Report viene dato solo a fine anno scolastico, durante l'anno ci sono gli "open afternoon" ed i "parents evening" che danno la possibilita' di conoscere l'andamento del bambino. 

Una bella sorpresa queste pagelle, soprattutto perche'  molto diverse da quelle alle quali eravamo abituati in Francia e delle quali avevo parlato qui

Ci siamo ritrovati con 4 pagine formato A4 scritte fitte, riguardati il profilo personale del bambino, letteratura, matematica, informatica, scienze e le altre materie. 
Tutto scritto nel dettaglio, il profilo dei nostri figli completato nei minimi particolari, uno specchio del loro essere, delle loro peculiarita' quasi impressionante. 

Hanno capito tanto questi insegnanti, hanno colto nel segno, hanno percepito i punti di forza e di debolezza dei nostri ragazzi ed hanno avuto la pazienza, il tempo, la precisione di riportare tutto in questi Annual Report
Tanto ci cappello per il loro lavoro e per la passione messa in quello che fanno. 
Per quanto riguarda i risultati possiamo solo esserne fieri!

Lo ammetto, avevo paura, abbiamo avuto difficolta', ho lavorato sodo con loro durante i primi mesi (dopo ho avuto un po' un calo...naturale credo!) ma ce l'abbiamo fatta, ce l'hanno fatta. 
Hanno raggiunto buoni livelli, loro che hanno iniziato la scuola in settembre conoscendo solo qualche parola in inglese e che ora tengono conversazioni con i loro compagni come se non ci fosse un domani. 

Dada', che ha saltato a piedi pari la prima elementare ed e' stato catapultato in Y2, ha iniziato l'anno che non sapeva leggere e non sapeva scrivere ed ha raggiunto il livello atteso dai bambini di Y2.
Nel suo report la maestra mi ha emozionato, perche' la fatica fatta e le difficolta' affrontate le sentiamo ancora forti "he is an excellent example of the school values of courage, ambition and determination, as he has had to adapt to a new language and style of living in a very short time". 
Ecco, non c'e solo la lingua, ma c'e' anche tutto il contesto, gli eventi scolastici totalmente nuovi, le tradizioni da seguire, i ritmi diversi, tutto cio' ha fatto parte del cambiamento per noi e l'abbiamo affrontato al meglio.
Lolo', che ha iniziato in una scuola diversa in settembre per poi cambiarla in aprile, reinserendosi in un nuovo contesto, con un nuovo programma, ha dato il meglio di se' e quando il maestro ha scritto nella pagella "he has made a very positive start to life at school and can already be very proud of his progress, both socially and academically" io e Lolo' ci siamo abbracciati forte e gliel'ho detto che sono fiera di lui e di quanto e' stato coraggioso. 
Due cambiamenti cosi' importanti in pochi mesi. 

Come dicevo in questo post un po' di tempo fa, ci vorra' tempo affinche' il loro livello di inglese accademico raggiunga quello dei loro compagni, c'e' tanto ancora da fare, ma siamo sulla buona strada. 
Per il resto, li vedo felici, sereni, fieri di loro stessi e gia' vogliosi di ricominciare un nuovo anno scolastico e raggiungere ottimi risultati. 
Per adesso ci focalizziamo sulla nostra "breve" estate, perche' qui il 3 di settembre si ricomincia, ma noi ci meritiamo delle super vacanze, senza pensieri, senza fretta, senza preoccupazioni, me lo dico da sola che ce le meritiamo tutte!